CETTINA LUPPINO:”LOTTEREMO PER LA NOSTRA PALLACANESTRO”

Cettina Luppino è, senza ombra di dubbio, una delle giocatrici più forti di sempre passata dalla Calabria del Basket.

Da Palmi con furore, energia, grinta e belle giocate fino alla Serie A ed alla maglia azzurra.

Ha fatto grande l’Olympia ma non solo continuando una lunghissima carriera da allenatrice.

 

E’ un momento di pausa forzata, riflessione con tante problematiche annesse.

Parliamo di basket per diversificare e provare a distogliere la mente da un virus che ha cambiato la nostra vita.

Innanzitutto, quanto ti manca la pallacanestro ?

 

Purtroppo è un momento difficile dove vedo il nemico in ogni persona, anche familiare, spero che tutto questo finisca al più presto per far si che il Covid 19 possa essere solo un lontano ricordo.

Da uno a dieci? la Pallacanestro mi manca dieci.

 

Basket in rosa.

Sono lontani, purtroppo, i fasti delle formazioni di Calabria in Serie A, delle super competitive B in rosa.

Cosa è cambiato?

 

I tempi del basket femminile in Calabria sono, purtroppo lontani.

Avevamo un movimento bellissimo e competitivo con tante squadre ed ambizioni.

Avevamo squadre molto forti come la Jolly con il Professore Melara, l’Olympia con la Famiglia Sant’Ambrogio, la Leonardo con Pellicanò.

Cosenza e Catanzaro avevano due squadre femminili. Sono cambiati i tempi, i numeri ed ovviamente anche le risorse economiche destinate al basket femminile.

 

Hai vissuto una carriera cestistica meravigliosa.

Ti chiedo due ricordi del tuo percorso cestistico, quelli più belli e significativi?

 

I ricordi più belli? Sono davvero innumerevoli.

Non potrò mai dimenticare la promozione in Serie A con l’Olympia con Enzo Porchi alla guida.

Un altro ricordo? Con Maurizio Campagna a Roccella.

In terra ionica si respirava un’ambiente strepitoso.

 

L’argomentazione cestistica principale è sul come poter ripartire dopo questo periodo.

Si parla di un crollo del numero di squadre, mancanza di sponsor ed investimenti.

Hai qualche consiglio da dare a chi spinge i bottoni nella regia del basket nazionale e regionale?

 

Sarà una crisi dura e sono convinta che durerà per molto tempo.

Spero che la nostra pallacanestro ne esce vincitrice perchè è uno sport bellissimo.

Lotterò nelle mie possibilità, e spero che gli altri faranno lo stesso con me per tenere in alto il nostro sport.

Non ci saranno molti soldi per investire sulle squadre del basket in rosa perchè, purtroppo, nessuno investe sul basket femminile in Calabria.

Non è mai successo, figuriamoci adesso.

 

Un allenatore, e cinque giocatrici. Qual è il quintetto più forte di sempre del basket in rosa di Calabria che manderesti in campo?

 

Enzo Porchi,senza ombra di dubbio e Maurizio Campagna.

La squadra?
Pirozzo, Scirtò, Pacchiano,Costantino e Latella…ah…dimenticavo..logicamente gioco anche io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons