Chi va e chi viene,ecco come cambia la Viola

 

 

Chi è andato

Del gruppo di inizio anno non ci sono più il coach Alessandro Fantozzi, il pivot Cappanni e l’ala grande Sereni. Il primo esonerato dopo la gara persa contro Rieti(la terza consecutiva), il secondo che ha salutato Reggio Calabria dopo il big match perso contro Agrigento, il terzo salutato appena due giorni fa.

Sotto a chi tocca

Coach Bolignano è stato promosso da vice a Head Coach per un compito tanto duro quanto ambizioso. Da una settimana si è aggregato il nuovo lungo Alessandro Agosta, da ieri è arrivata anche la firma di Tommaso Ingrosso, uno dei più promettenti giovani del basket italiano arrivato da Chieti.

La dirigenza ha deciso di aspettare il recupero di Giovanni Coronini, il playmaker di questa formazione che, dovrebbe rientrare tra 40 giorni.

Il cambiamento

Massiccio ed elaborato più che mai. Un cambiamento quasi radicale per una formazione che dovrà provare a stupire all’interno di un girone di ritorno molto duro. Tante trasferte ostiche e difficili nei campi di Pescara,Francavilla,Scauri,Martina,Roseto e Rieti solo per fare qualche esempio.

La Viola dovrà entusiasmarsi ed entusiasmare anche se, l’ultima mossa “young” con l’ingaggio di Tommaso Ingrosso classe 1992 ci fa intuire probabilmente i programmi estivi della dirigenza. Vista così, la formazione nero-arancio appare giovane e gagliarda probabilmente in rampa di lancio per effettuare un piccolo salto nel campionato di sviluppo.

L’unico enigma probabilmente è caratterizzato dalla nuova composizione dei campionati, sempre più difficili da decodificare.

Possibili mutazioni

Cosa potrebbe cambiare? Capitan Seby Grasso dovrebbe adattarsi anche al ruolo di ala piccola in determinate occasioni per lasciare maggior spazio alle new entry Ingrosso ed Agosta uniti al confermato Gambolati ed ad un Laganà che scalpita per giocare.

Una seconda mossa di mercato dovrebbe riguardare un esterno over adatto anche nel portare la palla anche se crescono nuovamente le quotazioni di Stefano Zampogna,play attaccato alla casacca protagonista della splendida stagione 2011-12.

Dai reduci del gruppo ci aspettiamo maggior grinta e determinazione ad iniziare dalla sfida di domenica, alle ore 18 contro l’imprevedibile Agropoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons