Chiarella è felice:Gli sforzi sono stati ripagati

 

 

Vi siete rifatti alla grande con una super prestazione in gara tre,dico bene?

 

Partiamo da gara tre per argomentare sul percorso che abbiamo fatto tutto l’anno. E’ chiaro che avevamo sbagliato gara uno specialmente dal punto di vista dell’approccio mentaleperchè siamo una squadra completamente giovane ed avevamo un pò di pressione in più con tanti giocatori che non hanno mai avuto l’esperienza di sfide PlayOff di questo livello.

Ci siamo guardati in faccia dopo gara uno:dovevamo farlo anche perchè il nostro capitano(Andrea Cattani ndr) era stato ingiustamente squalificato e ci siamo messi sotto per raggiungere la semifinale.

 

Come sta Andrea Scuderi,ci sarà per gara uno?

 

No,penso proprio di no.Ha una frattura sarà difficilissimo recuperarlo.Noi vogliamo che il ragazzo sia nella condizione migliore per poter giocare per evitare ulteriori disagi all’infortunio di gara tre.

 

Tornerà Andrea Cattani.Non è un giocatore qualsiasi per voi,tutt’altro?

 

Noi avevamo voglia di dargli la possibilità di non finire il suo campionato con l’espulsioneingiusta di gara uno.

Abbiamo fatto di tutto per vincere queste due partite.

Ritornerà a far da “chioccia” a questo gruppo giovane che sta dimostrano man mano di essere sempre più maturo.

 

Le gare con Acireale non sono state delle sfide qualsiasi in questa stagione,dico bene?

 

Sono state tre partite abbastanza combattute. Abbiamo perso ad Acireale di uno sbagliando il canestro della vittoria con Simone Ippolito clamorosamente in contropiede:quella partita,forse,nel proseguo del campionato ci poteva addirittura collocare al secondo posto nel girone.

Dal punto di vista del confronto tra le due squadre, anche nella fase ad Orologio per larghe fasi del match siamo stati punto a punto contro una squadra più esperta di noi e sicuramente diversa rispetto a noi. Dobbiamo fare di tutto per sovvertire il pronostico.

 

Da Addetto ai lavori, il campionato lo vince facile il Cus Messina?

 

I risultati per adesso ed il lavoro svolto dalla compagine siciliana dicono di si, però com’è accaduto nella nostra gara uno, il PlayOff sono gare difficili,talvolta secche dove tutto può accadere. Se alla Redel non fosse mancato Zampogna, gara tre non sarebbe sicuramente finita con quello scarto.I PlayOff, giocando ogni tre giorni diventano difficili da valutare.

Messina è la candidata numero uno per quello che ha fatto e per quello che ha dimostratodall’alto di un roster super:avrà il compito di vincere anche semifinale e finale.

 

Torniamo a gara due:30 a 15 per la Redel, si fa male Stefano Zampogna. Non fosse stato così sarebbe cambiato qualcosa?

 

Diciamo che la mia squadra aveva avuto un impatto negativo alla gara sulle “scorie” di gara uno:loro sono partiti forte ma noi eravamo già in  fase di ripresa prima che si facesse male Zampogna. Ci stavamo pian piano avvicinando:avevamo preparato la partita per limitare un grande giocatore come lui ma è anche vero che il suo sostituto è Daniele Saccà,non sicuramente il primo arrivato nel girone.

Noi avevamo Scuderi con un problema all’adduttore e senza Cattani:se consideriamo che Carpanzano giocava la sua seconda partita dopo due mesi e mezzo dopo l’infortunio ed abbiamo giocato senza Zofrea possiamo dire che l’energia che abbiamo messo noi in chiave generale è stata superiore ai nostri avversari.

 

A settembre,roster alla mano ti saresti mai aspettato un exploit così devastante dei tuoi ragazzi?

 

Non mi sarei mai aspettato questo risultato finale:mi sarei aspettato una crescita che è stata costante in questi anni.

I ragazzi ci hanno creduto,hanno lavorato sodo con tanti sforzi. Abbiamo avuto qualche parentesi sfortunate. Abbiamo perso con l’Amatori giocando senza quattro giocatori ma allo stesso tempo vinto partite incredibili come con Marsala.

Siamo una squadra costruita sui giovani e molto spesso le assenze possono pesare.

 

A proposito di assenze facciamo il nostro in bocca al lupo ad Andrea Scuderi che è senza dubbio il miglior regista(non ce ne voglia il fortissimo Gullo candidato ad Mvp del Campionato) che questo campionato può esprimere,sei d’accordo?

 

Sicuramente.Gullo è un giocatore di un’altra categoria.”Scudo” ha dimostrato di essere un giovane in crescita totale ed ha dimostrato che questo campionato gli sta assolutamente stretto.

Dal punto di vista dell’energia,delle letture,dell’impegno e della serietà non si possono fare paragoni. Oggi quando mi ha chiamato per dirmi del suo problema al dito ha espresso tutta la sua delusione di non poter essere del match in gara uno. E’ un ragazzo che è cresciuto in una maniera forte:secondo me può volare in campionati davvero superiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons