Cinquanta minuti di emozioni

 

 

E’ raro vedere le due squadre abbracciarsi con una sportività inquantificabile a fine gara .

La New Team conquista la finale contro una super Botteghelle più forte degli infortuni e delle assenze.

Una gara incredibile dove, probabilmente l’unico neo è rappresentato da un arbitraggio non all’altezza di una semifinale del campionato regionale.

Reggio e Crotone hanno battagliato colpo su colpo dando vita ad una gara appassionante e ricca di colpi di scena.

Le due squadre hanno dimostrato tantissime volte durante gli intensi cinquanta minuti di potersi superare a vicenda.

L’esito finale regala la finalissima alla New Team che affronterà in finale il Villa San Giovanni: la Botteghelle,invece, esce tra gli applausi scroscianti del proprio pubblico e della compagine avversaria.

Gara tirata,sempre punto su punto con continui break da una parte e dall’altra.

La Botteghelle deve fare a meno di due pedine fondamentali: l’ottimo Brandon Viglianisi  viaggia che verso Ravenna per vestire la decima canotta della Viola che questa sera scenderà in campo a Ravenna, e Santo Vazzana che è in panchina con una caviglia malconcia.

Lo studio alla gara del tandem di Coach formato da Seby D’Agostino e Peppe Polimeni è spettacolare: palle recuperate a raffica con una zona pungente, gestione dei giocatori anche in caso di emergenza da lodare ed una immensa voglia di vincere.

La gara è un continuo evolversi di colpi di scena: dopo un batti e ribatti incredibile, i bianco-blu del Presidente Musolino sembrano poter dare la zampata finale.La Russa,Cuzzola e Cilione accompagnati dal capitano Pensabene duellano ad armi pari con l’esperto Perrone e soci.,

A due minuti dalla fine, Reggio è avanti di sei con grandi speranze di poter raggiungere gara tre.

Crotone, però non molla ed ottiene il pareggio ai liberi con Enzo Di Vico.

Il batti e ribatti continua anche nel tempo supplementare: Un’immenso ex di turno, Ciccio Catanoso(stratosferica la sua prestazione) segna un canestro dopo l’altro.

Crotone perde il condottiero Venuto per raggiunto limite dei falli.

Il nuovo pareggio del Crotone a sei secondi dalla fine lascia l’ultimo pallone ai reggini: lo spettacolare coast to coast di Pandolfi con tiro in allontanamento si spegne sul ferro.

Nel secondo overtime, la Botteghelle è realmente ridotta ai minimi termini: l’infortunato Demetrio Quattrone incita a gran voce i compagni dagli spalti.

Coach D’Agostino gioca con gli Under Totino, Barreca e Labate: proprio Labate è costretto ad abbandonare il terreno di gioco dopo una bellissima palla recuperata per un problema al ginocchio(in bocca al lupo).

I reggini mandano in campo un Santo Vazzana alle prese con l’infortunio alla caviglia di gara uno; l’atleta non si regge in piedi ma “zoppicando” realizza un tiro importante.

Lo Giacco ed Infelise non mollano: un canestro dell’ala della New Team con tanto di fallo subito è determinante per la festa pitagorica. Un grandissimo spot per il basket:complimenti.

 

 

 

Botteghelle Basket-New Team Crotone 80-82

(18-17,12-12,17-13,19-15,14-16)

Botteghelle:Cuzzola 9,Pensabene 3,Labate 2, Totino,Vazzana 2,Cilione 4,Catanoso 31,La Russa 8,Pandolfi 23,Barreca.Allenatore Sebastiano D’Agostino Assistente Giuseppe Polimeni

New Team Crotone:D.Dell’Uomo,Perrone 9,Di Vico 20,Salatti,Zagami 3,Venuto 14,S.Dell’Uomo,Infelise 21,Mazzeo,Lo Giacco 15.All Ugo Maeran

Arbitri Caputo di Lamezia Terme e Loccisano di Locri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons