Coach Brosio lancia l’appello:”Facciamo tutti un campionato amatoriale”

 

 

Iniziano i PlayOff.La partita probabilmente più equilibrata, almeno sulla carta appare Polistena-Villa.Coach Brosio, innanzitutto è importantissimo avere il fattore campo,dico bene?

R:be sarà banale  e scontato, ma i PlayOff in qualche modo sono un altro campionato.Certo alcuni valori espressi sono indicativi della forza delle varie squadre, ma la postseason ha un certo fascino perchè ci possono essere variabili impreviste, fermo restando che è molto importante come ci si arriva e il carattere dei singoli atleti. Il quarto più equilibrato è indubbiamente in nostro, visto che le due squadre hanno concluso la stagione appaiate, con i nero-verdi di Villa che hanno fatto molto meglio nel girone d’andata e noi nel ritorno, ma se siamo arrivati a pari punti significa che come valori siamo molto vicini. Vincerà chi avrà maggior “fame”, chi starà meglio fisicamente e saprà fare le scelte giuste nei momenti decisivi. Loro hanno il vantaggio di esser una squadra più quadrata ed esperta, ci sono atleti che sono una sicurezza per il campionato e anche senza grossa preparazione sanno cosa serve per vincere, noi potremmo avere più fisicità e freschezza dovuta anche ad una età media più bassa, vedremo cosa prevarrà. Sarà molto importante gara uno, capire se riusciremo a mantenere il fattore campo, che naturalmente da un certo vantaggio. Quest’anno sono contento del piazzamento, ma insoddisfatto di come è arrivato, purtroppo abbiamo avuto molti imprevisti, abbiamo cambiato per forze maggiori tre volte l’ assetto della squadra e quindi non c è stata continuità, in più non siamo riusciti ad allenarci con continuità e questa squadra per struttura e mentalità aveva bisogno di molta preparazione. Detto ciò, venderemo cara la pelle, cercheremo di dare il meglio e di finire la stagione nel modo migliore possibile. Come ben tu sai a me piace giocare con molta passione, mi piacciono i giocatori che hanno più cuore che talento, e spero di trasmettere questa mentalità alle mie squadre.

Come vedi le altre sfide del quarto di finale?

R:Per le altre partite vedo sulla carta molto combattuta anche quella fra Jolly e Virtus, due squadre giovani  che sono capaci di esprimere un gioco molto brillante e di grande prestanza atletica. Gli altri due incontri sulla carta sembrano meno incerti, visto che Vis e Gioia sembrano troppo forti per tutte le altre, poi con il fattore campo a favore sembra che non ci dovrebbe essere spazio per le sorprese.

Lontano dai microfoni, il coach Brosio sembra più preoccupato di altro rispetto alla post-season, non è vero?

Infatti, piu che dei PlayOff se mi permetti io vorrei parlare di un problema più contingente e importante, mi riferisco all’ insostenibilità economica del sistema basket delle leghe minori. Fare basket ai nostri livelli non è facile, perchè già le spese di trasferte, tesseramenti e tasse gare incidono tanto, se poi a queste ci mettiamo un altro pesante fardello, beh penso che sia la fine. In questo quadro difficile la Federazione dovrebbe contemplare delleregole che aiutino le squadre, che cerchino di far avvicinare più atleti e piu piazze a questo sport, e al contempo sostenere le realtà già abbastanza consolidate. Ed invece la cosa che mi rattrista è vedere che si fanno le regole solo per rendere la vita più difficile e la situazione sempre più complicata. Mi riferisco in modo particolare alla regola dei parametri. Questa significa che ogni sociètà mediamente in C1 deve pagare 20-40 mila euro in più, una di c2 7-15 euro in più in serie d non saprei l incidenza ma visto che non si è scritto nessuno avrà avuto le sue ripercussioni. Vi sembra normale? ricordo che stiamo parlando di assoluto dilettantismo, di gente che fa sacrifici per potersi divertire la domenica, e di farlo ad un livello migliore possibile!!! ok, la Federazione dice che questi soldi servono per il 90% per incentivare le squadre che creano i giocatori, la parte rimanente per progetti che migliorino la situazione dei giovani!!! (io risultati e progetti non ne vedo!). Se non ci saranno squadre e campionati di buon livello voglio vedere dove andranno a giocare tutti sti fiori di campioni giovani creati dalla Federazione!! La Federazione dice: ma noi avevamo avvertiti per tempo:Sarebbe bello (ma neanche tanto) che ogni squadra potesse avere tutti i proprio tesserati provenienti dal proprio settore giovanile, ma vi sembra possibile? anche se avverti per tempo, squadre prestigiose e importanti per il sistema non potranno mai aver un settore giovanile cosi strutturato da poter aver tutti i giocatori di “produzione propria!!!” per non parlare delle nuove realtà che si vogliono avvicinare al basket come Polistena che in 4 anni di storia non può avere tutti atleti dal proprio vivaio. La verità è che alcune squadre sono importanti per “costruire” giocatori ( vedi Viola e Cap(da dove sono stato sfornato anche io) ai tempi belli) altre dovrebbero aver il compito di farli giocare e permettere la loro crescita. Poi discutiamo sui modi. Vi sembra realistico mettere un parametro secco? Mi spiego: Parametro C1 4200 euro!!! fermo restando che sono tanti soldi, perchè se io voglio Mafrici che è un super giocatore devo pagare la stessa cifra di Brosio che è un giocatore scarso!! alla fine i giocatori miglior andranno in c2 che prendono magari un rimborso migliore mentre quelli scarsi andranno in c1!!! Non sarebbe stato meglio almeno metter un “range” all’ interno del quale le sociètà si potevano mettere d’ accordo, non so da 1500 euro a 4000 euro, giusto per dirne una. ma vi sembra normale che se una persona come me o come Gianni Santucci vogliono giocare una società devo pagare 1400 euro di parametro? Perchè io non dovrei più giocare se ancora mi diverto? si arriverà che alla fine non solo un atleta che fa mille sacrifici non potrà piu percepire neanche io soldi per la benzina ma addirittura dovrà pagare! per me sinceramente è una gratificazione dare un riconoscimento ad un ragazzo piuttosto che darli alla federazione!! per non parlare che questi soldi la federazione li vuole tutti in anticipo!! vi rendete conto che è insostenibile?? ti chiedo scusa se ho rubato troppo spazio, ma è uno sfogo sentito e volevo condividerlo con tutti gli appassionati, anche per vedere se è una cosa condivisa o una mia elucubrazione mentale. Comunque al di la di ogni punto di vista, andiamo ai fatti. La c1 quest’ anno è stata di basso profilo, non ci sono retrocessioni,e nessuno vuole salire, la c2 tira a vivacchiare ma sentivo tanti dirigenti che il prossimo anno sono indecisi se continuare, la serie d campionato bellissimo che permetteva di iniziare l attività, o ad amici di divertirsi con pochi soldi è scomparsa, tutti vanno in promozione!!! quindi c’ è un incentivo ad andare verso il basso non per migliorarsi!! vorrei lanciare una provocazione perchè non facciamo un campionato amatoriale??? Scusate lo sfogo..buon basket a tutti

Intervista di Giovanni Mafrici  per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons