COACH CIANI: “VIOLA-AGRIGENTO E’ SEMPRE UN’EMOZIONE”

di Giovanni Mafrici – Il tecnico della Fortitudo a tutto campo, tra il Trofeo Sant’Ambrogio, la nuova A2, la ripartenza della Viola e Vincenzo Di Viccaro.

 

In questo Palazzetto, prima del Restyling ricordo un Viola – Agrigento.

Era sempre il Trofeo Sant’Ambrogio, ad Agrigento giocava Castelli, una classica del basket meridionale e non solo.

Nella sfida di apertura del Trofeo, negli ultimi cinque minuti, quasi all’improvviso l’atmosfera si è riscaldata come ai tempi delle finali.

Che partita ha vissuto Coach?

Viola – Agrigento sempre e nonostante tutto, nonostante stia precampionato.

Negli anni abbiamo giocato in tutti i modi.

La Viola di questa stagione potrebbe ricordare quella dell’anno scorso: in modo diverso ma ha grande temperamento.

Nonostante il caldo hanno giocato una gara i preseason che non sembrava neanche preseason ad una settimana dall’inizio del campionato.

Ci hanno messo le mani addosso quando stavano sotto di venti e noi siamo stati probabilmente un po troppo morbidi nel tamponare questa situazione.

Nel finale abbiamo fatto due cose giuste per vincere la gara: probabilmente abbiamo concesso un po troppo spazio a Carnovali che ci poteva anche punire sul finale.

E’ sempre una bella partita di assoluto livello emotivo e questo, francamente, ci voleva.

Agrigento non è una squadra rinnovata così tanto, probabilmente è il solito “marchio” del team di Franco Ciani che conosciamo molto bene. Un suo giudizio sul roster?

Abbiamo già vissuto un ricco cambiamento nella passata stagione dove tolto Evangelisti avevamo cambiato tutti gli atleti.

Il non cambiare è una costante delle nostre squadre.

SI è aperto un nuovo ciclo che voglia dare continuità: abbiamo messo dentro dei ragazzi giovani ed al primo approccio con questa lega.

Hanno bisogno di fare gavetta e subire un po l’impatto del campionato.

E’ cambiata la formula in Serie A2, quale può essere l’obiettivo per Agrigento?

La salvezza, senza dubbio anche a fronte del restringimento dei prossimi campionati provando ad impreziosire il progetto.

Dobbiamo essere molto pragmatici: abbiamo visto molti americani competitivi, le squadre sentiranno la pressione della nuova formula, dal canto nostro dobbiamo lavorare.

In sede di mercato la Viola è stata vicinissima ad un vecchio killer da avversario, un giocatore che Franco Ciani conosce molto bene.

Vincenzo Di Viccaro ha scelto Napoli e sarà ancora una volta avversario della Viola. Lo rivorrebbe ?

Si, tutta la vita. Non è solo un giocatore ma è un ragazzo straordinario.

Stima assoluta per lui: non è solo uno specialista è un giocatore che sa eseguire molto bene tantissime cose sul rettangolo di gioco.

Si, ma i capelli dell’ex Viola, Tommy Guariglia?

E’ arrivato così specificando che è una pettinatura estiva, ce lo auguriamo.

Show Buttons
Hide Buttons