Coach Fantozzi mezzo secolo da sogno

.Il 17 marzo ha compiuto mezzo secolo, una carta d’identità assolutamente “strana”  per chi lo ha visto giocare recentemente.C’è chi assicura che starebbe bene ancora da playmaker in B dei Dilettanti.

 

 

Coach Fantozzi inizia la sua carriera cestistica nella città natale, con la maglia amaranto della Libertas Livorno. Gli anni ottanta sono ilperiodo più felice per il basket labronico: due squadre in serie A/1 e una delle due, la Libertas con Fantozzi, sempre al vertice del campionato. Risale al 1989 una delle parentesi più brutte della storia della pallacanestro livornese: il quasi scudetto della Libertas nella quinta partita della serie finale contro l’Olimpia Milano (vinto regolarmente e non assegnato dopo un canestro di Andrea Forti). Un episodio che segna indelebilmente il basket a Livorno un esempio che ricorderebbe per certi versi il canestro annullato a Dean Garrett sulla sirena nel quarto di finale di qualche stagione dopo Benetton Treviso-Panasonic Reggio Calabria.A Livorno in estate avviene la fatidica fusione delle due squadre cittadine che non accontenterà nessuno e costringe Fantozzi a lasciare la propria città.

Nel 1991 passa alla Virtus Roma, allora targata Messaggero di Gardini, dove resta fino al 1993.

Nel biennio romano vincerà l’unico trofeo alzato nella sua carriera di giocatore: la Coppa Korac del 1992.

In seguito milita anche con la Pallacanestro Reggiana, la Viola Reggio Calabria marchiata Pfizer sotto la guida di Carlo Recalcati, di nuovo a Livorno e a Montecatini.

Nel 1998 passa all’Orlandina Basket. In giro di pochi anni trascina la squadra siciliana nella Legadue. A lui è dedicato il palasport di Capo d’Orlando, chiamato infatti PalaFantozzi.

Nel 2005, a 44 anni, gioca con la Libertas Livorno, in serie C/2.

Fantozzi vinse la gara da tre punti all’All-Star Game del 1991 battendo Oscar Schmidt ed interrompendo una striscia di 6 vittorie consecutive.

Ha vestito più volte la maglia  della Nazionale vincendo l’argento al Campionato Europeo di Roma nel 1991.

Nel 2008 ha vinto il Mondiale Over-45

Dal 27 novembre 2009 è diventato capo-allenatore della Cestistica Gioiese del “Patron” Muscolino, in Serie C Dilettanti sfiorando la promozione in B2 persa nella finalissima contro Battipaglia. Nella stagione successiva, ovvero la stagione in corso,ha seguito la dirigenza gioiese nell’operazione “sinergia” diventando allenatore della Viola Reggio Calabria.Vi lasciamo con una raccolta di immagini e video firmati Ilbasketlivornese.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons