Comunicato Stampa Csi

 

 

riceviamo e pubblichiamo

Per il secondo consecutivo l’A.S.D. Pegaso Trapani si aggiudica la finale interregionale e vola a Salsomaggiore per le finali nazionali. A farne le spese, bissando la sconfitta della passata stagione, ancora la formazione reggina dell’A.S.D. Diego Suraci Pellaro; ma, dispetto ad un anno addietro quella di sabato non si può definire una debacle. Tutt’altro.

Una gara che sintetizza al meglio la crescita del movimento cestistico all’interno del CSI del Sud Italia: vale la pena ricordare che la tradizione della palla a spicchi del Centro Sportivo al centro e nord Italia è ormai consolidata da oltre un trentennio e non ha nulla da invidiare ai campionati targati FIP.

Partita vibrante sin dalla palla a due: a fronteggiarsi due formazioni speculari. Se Trapani ha dalla sua l’esperienza di giocatori di categoria superiore (Mistretta, Gianquinto e Marascia), la Diego Suraci dispone di giovani interessantissimi (Rizzo, Caccamo e Pavone) che hanno messo alle corde gli avversari per larghi tratti. L’afa al Palazzetto di San Giovanni Galermo fa il resto. Sugli spalti il presidente regionale del CSI Calabria, nonché referente del campionato di basket, Renzo Ambrogio e la vice presidente regionale del CSI Sicilia, Agnese Gagliano, nipote dell’indimenticato Santo Gagliano, già vice presidente nazionale del CSI. Arbitri della gara: Giovanni Santucci e Giovanni Simone, al tavolo Marcello Musitano.

Pronti, via l’avvio è tutto degli uomini in casacca blu (Trapani, mentre la Diego Suraci sfoggia la casacca da trasferta giallo-nera, ndr) che tentano l’allungo iniziale con uno scatenato Gianquinto che infila tre canestri in fila mortificando la difesa di Bakouk apparso sulle gambe nel primo tempo del match. A tenere a galla la Diego Suraci è il duo Caccamo – Pellicanò, con quest’ultimo che piazza una bomba, due canestri in penetrazione e un assist negli ultimi 5 minuti del quarto che si chiude 14 – 11 per i siciliani. Seconda frazione che gode di difese più allegre, e si accende grazie ad un Rizzo in più per i canarini, che però sprecano troppo da sotto canestro (0/3 di Pavone) ed ai liberi (ben 9 errori dalla mattonella della carità). Il primo tempo si chiude con un +5 per gli uomini del presidente Maltese.

Dopo l’intervallo lungo è tutta un’altra gara: Pavone rapina 5 rimbalzi offensivi e dà spesso un secondo vantaggio alla Diego Suraci. Sembra la chiave della partita, unita alla ritrovata intensità difensiva della compagine pellarese. Sale in cattedra Mistretta, stoppone e sul ribaltamento di campo tripla in campo aperto: è +9 Trapani. Ci pensano Bakouk e Rizzo ad infilare le 3 triple consecutive che riportano in linea di galleggiamento la squadra ospite. Si chiude il terzo quarto sul +2 per gli uomini in blu.

Diventa rovente il palazzetto dove un centinaio di supporters equamente suddivisi fanno sentire la passione ad ogni possesso. A giovarne, pare, sia proprio la Diego Suraci che con la tripla di capitan Russo si porta sul +1 e poi è il pivot Pupa a siglare il +3. La palla pesa e l’esperienza la fa da padrone, la formazione reggina sciupa il contropiede del +5 e perde due palloni in fase offensiva sul +1. Con due canestri in contropiede Trapani vola sul +3 (ancora Ginquinto a siglare i punti decisivi, saranno 24 per lui alla fine, MVP della finale) a 56 secondi dalla fine. Nel possesso della vita la Diego Suraci forza da tre. Sarà una girandola di tiri liberi, ma il risultato cambierà solo nella forma non nella sostanza: 63 a 58 per la formazione siciliana che dunque si giocherà nuovamente le finals nazionali.

Amarezza per la Diego Suraci che aveva pregustato l’impresa, dopo la sonora sconfitta dell’anno precedente (- 30 sul groppone) quella di quest’anno è stata partita vera, persa per questione di dettagli. Quelli che fanno unico uno sport come la pallacanestro, in cui il CSI crede fermamente ed è certo che di anno in anno vedrà crescere gli appassionati che vorranno fronteggiarsi nei campionati promossi dai Comitati locali.

 

IL TABELLINO

A.S.D. Pegaso Trapani – A.S.D. Diego Suraci 63 – 58 (14-11; 20-18; 18-21; 11-8)

A.S.D. Pegaso Trapani: Rinaudo A., Marascia (K) 11, Savalli, Mistretta 7, Gianquinto 24, Trombino, Malizia 8, Spada, Adamo 2, Rinaudo S. 11. All. Gianquinto P.. Acc. Maltese S.

A.S.D. Diego Suraci: Neri, Russo (K) 6, Pellicanò 11, Rizzo 10, Caccamo 8, Bakouk 7, De Benedetto, Pupa 4, Massa, Polimeni 2, Pavone 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons