Cosenza è la regina,Villa a testa alta

 

 

Cosenza è in festa,vince e sogna la Dnc, Villa San Giovanni esce a testa alta dal terreno di gioco.

La finale più giusta tra le due formazioni che hanno dimostrato di più nel mini-girone regionale calabrese.

 

Una partita che “bissa” il risultato più bello visto già in gara uno:la gara potrebbe essere utilizzata da “spot” per questo magnifico sport:tanta correttezza,lealtà,in campo e sugli spalti.

La c Regionale più “corta” di sempre manda in archivio i primi verdetti della stagione in C Regionale:La Nertos Cosenza del Presidente Coscarella è la formazione campione del campionato.

Sembra ieri che la Fip Calabria rifiutò il ripescaggio con un salto dalla Promozione alla C Regionale(quell’anno già in forma assolutamente ridotta) dei lupi di Cosenza per poi ricredersi l’anno dopo per tante altre realtà:quella ormai è storia di una confusionaria gestione dei campionati che, in compagnia dei parametri e della quasi totale assenza di sponsor ha ridotto quello che era uno deicampionati più seguiti della regione ad un raggruppamento ridotto ai minimi termini che non promette nulla di buono per il futuro.

 

Cosenza, senza fretta ma passo dopo passo vuole crescere:mai effettuare il passo più lungo della gamba come è accaduto per tante(troppe) realtà prematuramente scomparse.

Per accedere alla Dnc(la vecchia C1), i “lupi” dovranno superare anche lo scoglio Sicilia:Capitan Gallo e compagni giocheranno con il Mazara del Vallo dell’ex Cestistica Gioiese,James WIlliam Warwick,inglese dal grilletto  facile,campione di questo campionato nella passata stagione sotto la guida di Coach Latella.

I campioni di Calabria sono loro:le “Enne” di Cosenza al termine di una stagione letteralmente dominata.

 

La cronaca:Sfida molto equilibrata,corretta e disputata con grande spirito di gioco dalle due squadre. L’abbraccio di inizio gara non è assolutamente simbolico.I giocatori in campo hanno dimostrato come si possa trasformare un match “sentitissimo” in una corretta e combattuta sfida.

Il primo canestro è di Daniele Cerami.

La Nertos risponde immediatamente con un cinque a zero firmato dal primo recupero del match di Guzzo e dal canestro di Trombino.

Daniele Russo fa divertire il pubblico con un bel canestro all’indietro:il lungo silano si supera nuovamente poco dopo per il 6 a 11.

Villa ritorna a stretto contatto ancora con Cerami.

Il primo periodi si chiude con un nuovo canestro di Guzzo ed un canestro più fallo di Giovanni Pellicanò.(11-15)

 

La Nertos viaggia sul più quattro a fine primo periodo:al rientro Sergi(sicuramente il migliore dei suoi) insacca quattro punti in fila e porta il match in parità(15-15).

Il primo vantaggio del Villa lo sigla Carmelo De Stefano da due punti.

Sul possesso successivo,Nicco Guzzo esalta i suoi tifosi con il contro-sorpasso dai 6.75.

Cosenza è più in palla ed il Capitano Gallo crea un nuovo mini-allungo,sempre da tre(19-24)

Proprio nel secondo periodo sale in cattedra la rivelazione del match,l’arma in più per Coach Arigliano:il giovane Spadafora sfodera una prestazione maxi e contribuisce nella costruzione del più dieci per gli ospiti(21-31).

Sfida finita? Assolutamente no.

Villa non molla e rientra in gara ancora con Sergi in evidenza ben supportato da Cerami e Postorino.

Costabile sigla il canestro del 31 A 35 che chiude la seconda frazione.

 

Nel terzo quarto si ripete il copione del secondo.Sergi, praticamente da solo, recupera nuovamente il gap:Cinque punti di fila e match riaperto ufficialmente.

Ancora Costabile,sempre da due firma il nuovo sorpasso per il Villa.

Dopo questo sorpasso,i vantaggi reciproci diventeranno un’infinità fino al termine della gara.

Bene Spadafora e Trombino da un lato,Canale per i locali.51 a 49 il finale di terzo periodo.

Coach Dattola fa rifiatare Sergi ma trova buone risposte sia in attacco che in difesa da Tripodi.

La trama del reciproco inseguimento continua.

Villa va avanti di quattro ma la prima delle due pesantissime triple di Marco Pate riporta Cosenza in gara(meno uno).

A metà tempo Gallo firma il nuovo sorpasso dai liberi ed il Villa è costretto alla prematura uscita per limite di falli di De Stefano.

Trombino “si sbatte” in difesa stoppando e recuperando rimbalzi a go go ma in attacco spreca anche canestri facili.

L’equilibrio lo spezza nuovamente lui:Una tripla di Marco Pate a due minuti dalla fine diventa decisiva:i liberi di Cundari e Gallo sigillano la gara.Il Cosenza di Massimiliano Arigliano(portato in trionfo dai suoi giocatori) fa festa per questa straordinaria impresa sportiva ma pensa già al prossimo impegno. Villa San Giovanni esce dal PlayOff in finale per la seconda stagione consecutiva dopo aver mostrato un’ottima caratura e spirito combattivo.

 

 

 

Villa San Giovanni-Nertos Cosenza 61-65

 

(11-15,20-20,20-14,10-16)

 

Villa San Giovanni:Sergi 21,Pellicanò 5,Costabile 4,Canale 9,De Stefano 2,D’Elia,Postorino 7,Cerami 10,Tripodi 5,Ingenito.All Eugenio Dattola Ass Valerio Nusco

 

Nertos Cosenza:V.Gallo ne,Cundari 4,Pate 7,Russo 5,Trombino 6,Spadafora 11,Guzzo 18,Gallo 14,Di Salvo,Coscarella.All Massimiliano Arigliano

 

Arbitri Viglianisi di Villa San Giovanni e Simone di Lazzaro(Rc)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons