Cras Catanzaro guardando al futuro

Mentre gli atleti della Cras Basket Catanzaro, nonostante la fine del proprio campionato di serie D, continuano gli allenamenti sotto la guida di coach Anna Astorino, a livello dirigenziale è tempo di bilanci per una stagione che, se da una parte non ha atteso le aspettative iniziali, non può dirsi completamente negativa. Il concetto espresso dal dirigente Stefano Musolino è chiaro: “nonostante la squadra non sia riuscita a centrare l’obiettivo play-off, il settimo posto finale non è stato interpretato come una sconfitta. Al contrario, l’evolversi della stagione, il cambio quasi “obbligato” di strategie e la decisione di dare più spazio ai giovanissimi ha permesso a molti ragazzi di mettersi in evidenza. La crescita di atleti come Andrea Cresta, Gianmaria Greco, Mattia Coniglio, Armando Celia, Salvatore Le Rose, Alessandro Imbrogno, Matteo Musolino, Marco Maida, tutti ben supportati dai più esperti Davide Masciari, Enrico Santoro, dal capitano Rosario Signoretti e per un periodo da Fabrizio Silipo, è stata la migliore ricompensa per una parentesi decisamente sfortunata che la Società e la squadra tutta sono state costrette ad affrontare”.

Eppure il campionato 2014/2015 non era iniziato così male; per cinque giornate la Cras è stata addirittura prima in classifica. “Proprio così – continua Musolino – ma dopo cinque giornate da primi in classifica, è iniziata una serie infinita di infortuni, alcuni dei quali gravi, che hanno pregiudicato qualsiasi programmazione fosse stata intentata per un campionato al vertice. Il grave episodio occorso alla guardia Matteo Bellia, giocatore importante nel quadro della Società, testimonia come anche a livelli non professionistici sia necessario avere uno staff medico di livello. L’intera dirigenza si è prodigata nel tentativo di spegnere tutte le inevitabili tensioni che l’anno difficilissimo aveva generato. Tra tutti svetta la dedizione della “Doc” Anna Di Giuseppe, impagabile nell’impegno verso tutti i ragazzi, in modo particolare quelli infortunati”.

Quanto è rimasto in questa Cras delle aspirazioni iniziali di un possibile salto di categoria? “La sponsorizzazione chiusa ad inizio anno agonistico con la GORIMA SpA, società operante a livello interregionale nel settore delle costruzioni, ha offerto una copertura finanziaria che si è rivelata importante  per tutta la stagione. Ad oggi – conclude Musolino – siamo in attesa di riconfermare questa partnership per iniziare da subito a programmare la prossima stagione. Nel frattempo stiamo lavorando per ripartire dalla conferma dell’ottimo staff tecnico che ha visto in panchina coach Anna Astorino coadiuvata da Marco Cosentini e stringere sinergie con la Planet Basket Catanzaro per la costruzione di un roster che possa dimostrarsi veramente competitivo, non abbandonando mai però l’idea di essere prima di ogni altra cosa terreno fertile per tutti i giovani che hanno voglia di misurarsi con questo sport”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons