Cronaca dalla prima della Viola

 

 

 

Il Materà degli ex  è già carico per il campionato dopo una lunga serie di Amichevoli(una delle quali in occasione della presentazione della squadra lucana contro il Montegranaro di A1 dei reggini Recalcati e Santoro).La giovane ed intrigante Viola si farà.

 

I lucani hanno mostrato un’ottima pallacanestro sui due lati del campo presentandosi sicuramente più pronti dei reggini per la sfida.I nero-arancio,invece con una rimonta tutta grinta e muscoli hanno infiammato il finale della quarantesima edizione del Trofeo Mario ed Iliano Sant’Ambrogio.

 

Partiamo dalle note super positive:il caldo pubblico reggino c’è e si vede.Platea lato Monumento di Massimo Mazzetto quasi piena e colpo d’occhio tutto sommato soddisfacente:l’auspicio è che la gente possa capire che questa squadra di giovani ha il bisogno necessario di farsi trascinare dal pubblico reggino.

 

Parlavamo del Matera degli ex:è proprio così.In panchina c’è Coach Gianni Benedetto storico assistente di Carlo Recalcati alla guida della grande Viola, uno dei migliori prodotti della scuola degli allenatori reggini e specialista in promozioni dalla Dna alla Lega Due.Confermatissimo il classe ’72 Cristiano Grappasonni, giovane pivot nella Viola di Ginobili.C’è anche il giovanissimo Smorto, atleta che ha lasciato Reggio per provare a spiccare il volo direttamente dalla Lucania.

Il quintetto ospite schiera Cantone play,Vico e Rezzano esterni con Iannuzzi e Grappasonni sotto le plance.

 

La Viola manda in campo l’ultimo arrivato Giacomo Mariani come play,Zampolli esterni con Fontecchio ed Ammannato sotto le plance.

 

La cronaca:Partono bene i locali in difesa con intensità.

Luca Fontecchio inizia stoppando Rezzano,Mariani,appare già il leader dei reggini.

Atteggiamento e sagoma alla Jason Kidd con buona autorità e passo da giocatore di lusso per questa categoria.

Matera reagisce bene con un elegante Rezzano.La canotta numero otto sarà il giocatore più prolifico per Coach Benedetto.La Bawer si porta vantaggio comandando  le danze,seppur di pochi punti fino ad un minuto dalla termine del quarto.

Johnny Zampolli,però, pareggia i conti dopo otto punti preziosi di un positivo Quaglia entrato dalla panchina.Rezzano,ancora lui,questa volta in arresto e tiro fisserà la fine del periodo sul 22-24.

 

Il secondo quarto inizia nuovamente con Rezzano in evidenza. Sarà proprio suo il break che condurrà Matera fino al più sei.Il vantaggio sarà costante per i lucani con la Viola ad inseguire. Cinque punti in sequenza di un grintoso Ammannato(tiro da sotto più inedita tripla) faranno respirare la Viola.

La Bawer,però,colpisce e fa mae con l’ex Potenza Marcello Cozzoli.Gli angoli sembrano pane per i denti del classe ’90 che diventa inarrestabile dalla linea dei 6.75

Per la Viola,si vede un  buon movimento in pick and roll dal duo Mariani-Quaglia ma è il team di ospite a navigare positivamente fino al 36 a 43.

 

Nel terzo periodo la trama è sempre la stessa.

Matera ha ormai in pugno la gara.

Il canestro iniziale di Zampolli è solo illusorio. Gli ospiti passano dal più sedici al più ventidue in totale scioltezza.

Dopo un Time-Out chiamato da Coach Bolignano, qualcosa cambia.Parziale di dieci a zero per Reggio con Fabi,Ammannato e Zampolli in evidenza.

Proprio Ammannato mostrerà tanta grinta nelle sue giocate ma si ferma poco dopo per una contusione al ginocchio.

Il periodo termina 51 a 63:un canestro da cineteca, da campo a campo di Mariani verrà realizzato a tempo scaduto.

 

Nell’ultimo tempo, Matera prova a chiudere i conti con le solite belle giocate di Rezzano e Cozzoli e l’inedita tripla di Vitale.

La Viola si scuote solo sul finale.Una rimonta in un amen.A tre minuti dalla fine i reggini sono sotto di nove.In un batter d’occhio si fiondano sul match.Fontecchio si mette in luce,Caprari firma il meno cinque(69-74).

Ancora Caprari dalla lunetta(1/2) e Mariani in entrata porteranno la Viola sul meno uno. Proprio qui nascerà un piccolo dibattito tra Arbitri,ufficiali e panchina del Matera durato un bel po.Dopo un lunga sommatoria, Matera protesta e “ri-ottiene” un punto nel match, sommato erroneamente(La Viola era a meno due).

Al rientro in campo,dopo una pausa interminabile ed assordante, vince Matera con due giocate fuide.74 a 79 scrive il tabellone finale.Oggi si giocheranno le finali.Alle 19 per il terzo e quarto posto giocheranno Viola contro Agrigento a seguire, con palla a due alle ore 21 giocheranno Upea contro Matera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons