CRONACA DI UN’IMPRESA.PALLACANESTRO VIOLA BATTE LA CAPOLISTA

DAI CLUB -Seconda vittoria consecutiva per i neroarancio che fra le mura amiche del PalaCalafiore hanno la meglio sulla capolista CJ Taranto battendola per 57-55 al termine di una gara non adatta ai deboli di cuore. Altra prova sontuosa dal punto di vista difensivo per la squadra di coach Bolignano, che concederà solo 55 punti al miglior attacco di questo mini girone, interrompendo così la favola rossoblù, che era rimasta l’unica squadra imbattuta nel panorama cestistico Nazionale – Scrive la nota del club.

Si impiega davvero poco a capire perché Viola e Taranto sono le migliori due difese di questo campionato, con il tabellone luminoso del PalaCalafiore che recita 13-8 Viola dopo i primi dieci minuti di gioco. Polveri bagnate in attacco e non una grandissima pallacanestro, ma subito tanta intensità sul parquet.

Anche nei secondi dieci minuti la gara continua a viaggiare sui binari dell’equilibrio con le due squadre che si rispondono colpo su colpo con Genovese e Fall per i padroni di casa da una parte, Matrone e Stanic per gli ospiti dall’altra. Si andrà all’intervallo lungo con la Viola avanti di un solo punticino (26-25)

Al rientro dall’intervallo lungo le due squadre iniziano a prendere leggermente più confidenza con i canestri del PalaCalafiore. Suona la carica con due canestri di puro carattere capitan Barrile in casa Viola, risponde il solito Matrone per i pugliesi, capace spesso e volentieri di di fare pentole e coperchi nel pitturato neroarancio. 17 a testa, resta il +1 Viola con il quale si andrà all’ultimo periodo.

Quarto e ultimo quarto che si apre con l’allungo Viola che si porta sul massimo vantaggio di +9 e prova a tenere a distanza di sicurezza i pugliesi. Reazione CJ con Duranti prima e Bruno da tre punti poi. Saltano all’occhio qui due curiose ed insolite statistiche: la percentuale al tiro pesante di Taranto, 2/19 da tre punti (11%), e la quasi totale assenza delle gite in lunetta in casa Viola (solo 2 tiri liberi per i neroarancio, di cui uno dovuto ad un fallo tecnico). E’ pura lotta nel finale, con Taranto che prova a rifarsi sotto nel punteggio ma la Viola resiste. Finirà 57-55 per i neroarancio che, dopo aver battuto la seconda della classe, riescono anche nell’impresa di battere la capolista.

Show Buttons
Hide Buttons