Csi:che show

 

 

Il meglio di quello che è rimasto a margine, senza motivo per colpa di regole astruse,cambiamenti ed assenza di programmazione.

Una sfida così sarebbe stato bello giocarla al PalaPentimele con in scena tanti atleti che per anni hanno giocato a basket per professione o quasi.

Pubblico delle grandi occasioni all’Istituto per Geometri Righi, sede di allenamento della Viola di Coach Zorzi negli anni 80.

 

Impossibile trovare posto per parcheggiare: le soste di fortuna di pubblico e giocatori “saltano” grazie ad un operatore ecologico che annuncia il passaggio dell’automezzo per le pulizie cittadine(questa è una grande notizia).

 

L’atmosfera, però è da partitissima: gli skills di tutti gli effettivi lasciavano ben sperare.

Un arbitro di Silver in scena come Michele Capurro e tanti grossi nomi che hanno scritto pagine e pagine delle minors italiane e non solo.

La Magic perde l’imbattibilità ed il primo posto nel girone del campionato “parallelo” del Csi cadendo sotto i colpi di una Aleandre letteralmente scatenata.

Dura per due periodi l’equilibrio nella sfida.

Capitan Lazzara, il tiratore Marte e Mario Sant’Ambrogio le provano tutte per mantenere a galla la Magic.

L’estro di Andrea Pellicanò sarà una costante della gara: un tiro in allontanamento allo scadere del secondo periodo fa esaltare il pubblico presente (alla competizione hanno assistito tanti allenatori, il Capitano della Viola Marco Caprari, l’ex Capitano Gianni Rugolo,lo storico capitano del Basket Rosarno Antonio Iaria, il romano volante Matteo Grande e non solo).

Nella seconda parte di gara non  ci sarà storia: Domenico De Marco mette il turbo, il collaudato duo De Stefano-Soldatesca fa pentole e coperchi nel pitturato(e non solo considerate le triple balistiche del generoso Sosta Blair) e la Magic crolla.

Le rotazioni di Coach Sant’Ambrogio non funzionano a dovere.Coach Daniele Saccà,invece, se la ride nella sua “Inedita” posizione da “senza-tessera” vincente capace di girarsi verso la panchina e scegliere tra un numero indefinito e vincente di atleti(presente anche il buon Diego Delfino)

Sergi e soci conquistano la leadership nel girone e sognano la fase finale.

Termina 88 a 59 le due squadre si rivedranno probabilmente al PlayOff.

 

Aleandre Basket-Magic Basket 88-59

Aleandre:Crocè,Pellicanò 35,Sergi 14,De Stefano 19,Durante,Larizza,Delfino,Soldatesca 8,Postorino 6,Durante,De Marco 6,Cuzzola.All Daniele Saccà

Magic Basket:Sant’Ambrogio F,Catalano D,Sant’Ambrogio M 8,Arena 9,Lazzara 13,Marte 11,Bagnato 3,Santucci 1,Brosio,Cajumi 4.All Sergio Sant’Ambrogio

Arbitri Michele Capurro e Giovanni Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons