Da casa Villa San Giovanni,intervista al guerriero Vinci

dal sito Ufficiale del Villa San Giovanni

Stagione nuova, volti “vecchi”. Abbiamo parlato con un atleta che in passato ha difeso i colori nero-verdi con tanta tenacia e passione, soprannominato “il Guerriero”: Gianni Vinci.

Ciao Giovanni, cosa ti ha spinto ad indossare nuovamente la maglia del Villa San Giovanni?

Ma guarda oltre al bel gruppo che, con molta passione, è riuscito a costruire il presidente Versace ed il DS Castagnella, la cosa che mi ha spinto a riabbracciare i colori nero Verdi è  anche stata la presenza del fraterno amico Vincenzo Meduri e di don Ninuzzo Barreca.

Come reputi la stagione fino a questo momento? Quanto può crescere ancora la squadra?

La stagione sicuramente è iniziata in salita a causa dei tanti infortuni che non ci hanno permesso di lavorare e di conseguenza giocare mai al completo, ma queste purtroppo sono situazioni da mettere in conto.

Ancora ci possiamo definire una squadra work in progress. Permettimi di ringraziare un professionista, ma soprattutto un amico, quale Filippo Marcianò, che dall’inizio dell’anno ci sta rimettendo in sesto dimostrando grande disponibilità.

Tu sei uno di quelli (ormai pochi purtroppo) che ha giocato le partite ufficiali a Villa, che ricordi hai?

Ho bellissimi ricordi del Palacaminiti colmo di gente, è un peccato non avere una struttura adeguata dove poter svolgere l’attività agonistica, è il tassello fondamentale per la crescita dei giovani e per il futuro di questa società.

Dove può arrivare questa squadra e cosa ti aspetti dal futuro legato alla società del presidente Versace?

Questa squadra se continua a lavorare duro e seriamente, come sta facendo, può arrivare lontano e togliersi delle belle soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons