DAI CLUB:IL TRIONFO DELLA MASTRIA

Che partita incredibile quella andata in scena al PalaPulerà di Catanzaro con la Mastria che ribalta il pronostico contro la favorita Bisceglie e si regala 2 punti che valgono oro nella corsa alla salvezza – scriva la nota del club.

I giallorossi giocano una partita di grande volontà e sacrificio per tutti i quaranta minuti al termine dei quali i locali hanno dato riprova di tutte le potenzialità di un gruppo che paga l’inesperienza di gran parte dei componenti del roster ma soprattutto tanta sfortuna (vedi i vari infortuni) che non gli ha permesso di ambire a qualcosa di più rispetto all’attuale posizione in classifica.

Coach Tunno parte con Cucco, Moretti, Battaglia, Morciano e Tchintcharauli e ritrova in panchina una pedina importante come il giovane Petronella.

I Lions rispondono con Vitale, Santucci, Sirakov, Caceres e Seck; proprio il lungo dei pugliesi prova ad imporsi nelle primissime fasi di gioco, dove l’Academy soffre l’assenza del centro titolare Tomasello, rendendosi protagonista nel primo allungo degli ospiti che all’ottavo guidano sul 13-23.

La Mastria però è brava a reagire e attraverso i canestri di Tomcic e Gaetano riesce a ricucire fino al 20-25 su cui suona la prima sirena.

Il secondo periodo non inizia bene per i locali che subiscono sia le giocate degli avversari sia i fischi del duo arbitrale che si renderà protagonista per tutta la serata di chiamate quantomeno discutibili.

Da sottolineare, in questo sprazzo di gara, oltre alle tante sanzioni contro i giocatori giallorossi, anche i due falli tecnici con cui gli arbitri allontanano dal campo, dopo nemmeno 20 minuti di partita, Coach Tunno che lascia la guida della squadra al vice Iacopo Ielasi.

La Mastria non riesce a reagire e subisce il break che permette a Bisceglie di tentare la mini-fuga sul 31-42 che chiude la prima metà della sfida.

Proprio quando si è con le spalle al muro i catanzaresi sono spesso stati in grado di alzare il livello del proprio gioco e di buttare il cuore oltre l’ostacolo.

Il terzo quarto rappresenta a pieno questa natura dei nostri ragazzi che tornano in campo con la giusta determinazione e colpiscono senza pietà la difesa di Bisceglie assolutamente incapace di reagire alle realizzazioni pesanti di Morciano (fondamentale nella rimonta), Cucco (15 PT) e Battaglia (17 PT) oltre che al grande lavoro dei lunghi Gaetano (uscito a metà del periodo per infortunio), Tchintcharauli e Tomcic.

I viaggianti rimangono vivi anche grazie ai tanti falli a favore ricevuti (quanto mai generoso in particolare il tecnico fischiato contro Pasquale Battaglia per simulazione) che gli permettono di ridurre la pressione della Mastria e di mantenere la testa della gara sul 54-55.

Nell’ultimo quarto la tensione regna sovrana con le due squadre che si scambiano il comando del match ripetutamente.

L’Academy continua a non lasciare spazio agli avversari nella metà campo difensiva che non trovano la via del canestro e che non posso fare altro che alzare bandiera bianca difronte ai giallorossi che, grazie alla freddezza di Battaglia e Cucco nel finale, riescono nonostante tutto e tutti a chiudere sul 73-69 celebrati dagli scoscianti applausi degli addetti ai lavori.

In una giornata così importante per la Mastria, che trova il terzo successo stagionale, dispiace non poco doversi soffermare sulla condotta arbitrale che (come già successo più di una volta nelle precedenti uscite casalinghe e in trasferta) ha compromesso la prestazione dei calabresi con delle chiamate che per quantità (anche questa sera più di venti i falli chiamati contro la Mastria) e per natura e tempistiche (3 tecnici di cui 2 dopo appena 15 minuti di gioco con annessa ingiustificata espulsione del capo allenatore) non possono essere tollerabili visto e considerato soprattutto il momento della stagione che non permette alle squadre passi falsi.

La società si augura di ricevere nelle prossime uscite un arbitraggio più consono al livello del campionato e di dover recriminare in futuro solo ed esclusivamente per gli errori dei propri ragazzi e per i canestri degli avversari.

Nonostante ciò i catanzaresi ottengono il secondo successo tra le mura amiche e tornano a muovere la classifica dopo lo stop contro Monopoli.

Prossima sfida contro la capolista a Taranto.

 

Mastria Sport Academy – Alpha Pharma Bisceglie 73-69 (20-25 / 31-42 / 54-55)

Mastria Sport Academy: Battaglia 17, Morciano 9, Cucco 15, Moretti 3, Gaetano 6, Tchintcharauli 4, Procopio 2, Miljanic, Mastria 3, Tomcic 8, Petronella 6.

Alpha Pharma Bisceglie: Taddeo 7, Chiriatti 1, Seck 7, Caceres 4, Misino, Santucci 14, Maresca 8, Vitale 2, Galantino 6, Sirakov 20.

Catanzaro, 14/02/21

Area Comunicazione Mastria Sport Academy

Show Buttons
Hide Buttons