DAI CLUB:RUVO COMMENTA LA VITTORIA DI REGGIO CALABRIA

 
Partita al cardiopalma, non bellissima ma sicuramente importante per la storia del campionato della Tecnoswitch Ruvo che infila la terza vittoria consecutiva. Resta immacolato il percorso esterno dei biancoazzurri che esorcizzano una Reggio Calabria incapace di chiudere i conti nei minuti finali. Gara nervosa con le proteste dei locali che caratterizzano la fase centrale della gara – scrive la nota del club.
 
Ruvo rischia grosso, poi è Ciribeni che ripesca i propri compagni e li conduce alla vittoria. Coach Ponticiello torna da ex in un palasport che profuma di storia cestistica. I calabresi fanno l’impossibile per portare la posta in palio a casa, ma non fanno i conti con il duo De Leone e Simon che salgono di livello nei momenti che contano.
 
Punteggio basso, percentuali realizzative non esaltanti: la gara si sviluppa sui binari dell’equilibrio. Da tre punti non segna nessuno, ad eccezione di Cantagalli, mentre sono Ochoa e De Leone gli unici a segnare per i ruvesi che devono ricucire lo strappo subito dopo la palla a due. Ruvo allunga all’intervallo (26-32 al 20′), ma si complica la vita in un terzo quarto opaco per i biancoazzurri. Locali che si gasano e si portano sul +4, 53-49, prima della tripla di Basile a 4′ dalla fine, mentre è Ciribeni che spara e impatta il parziale sul 55-55. Reggio Calabria non segna più, Ruvo al contrario trova con Basile e Ochoa. Ruvo vince e festeggia la centesima di Peppe Ippedico in maglia biancoazzurra.
VIOLA REGGIO CALABRIA – TECNOSWITCH RUVO 57-62
(12-12, 26-32, 45-45)
Reggio Calabria: Frascati, Sebrek, Barrile, Mascherpa 8, Prunotto 6, Fall 8, Centofanti 2, Genovese 14, Roveda 7, Romeo n.e., Gobbato 12. Coach Bolignano
Ruvo: Ippedico 2, Kekovic 4, Simon 9, Cantagalli 11, Ciribeni 11, Basile 11, Paulinus n.e., Razic, De Leone 8, Ochoa 6. Coach Ponticiello
Arbitri: Mattia De Rico di Venezia, Andrea Mammoli di Verona
Uscito per 5 falli: Fall
Show Buttons
Hide Buttons