D’Arrigo insaziabile: Coppa o campionato? Noi ci siamo

E’ una Vis leader di questo campionato.

Partiamo dal derby contro Cosenza. Che partita è stata?

Una partita difficile: Cosenza è una squadra che non ti fa giocare.

Compagine esperta che si piazza a zona che sa come farti perdere il ritmo.

Noi lo sapevamo, abbiamo sudato prima di trovare le giuste contromosse però è andata bene e l’abbiamo portata a casa facendo le cose che avevamo provato sia in attacco che in difesa.

Loro sono una buona squadra.

La Vis è una squadra competitiva e lo sapevamo ma ti aspettavi questo inizio così solido?

Io me l’aspettavo ma nel basket può succedere di tutto non ci sono mai partite scontate.

Abbiamo avuto la fortuna di vedere altre squadre che partivano con i pronostici della vigilia perdere punti per strada e questo ci ha reso più consapevoli e determinati: realmente non c’è nessuna partita semplice.

Nel prosieguo potrà succedere di tutto.

Negli ultimi tempi abbiamo avuto qualche problema fisico e senza allenarsi cinque contro cinque non è facile mantenere sempre lo stesso ritmo di gioco.

Ci sono, dunque, alcune variabili che ti possono mettere in difficoltà.

Dovete affrontare squadre come Patti, Green Palermo, Cefalù ed infine, la prossima avversaria, la Costa D’Orlando.

A tuo avviso qual è la formazione più competitiva tra queste dopo questo primo scorcio di torneo?

Credo che le più competitive sono quelle che ci stanno subito dietro: la classifica parla chiaro, non mente.

Sicuramente Capo D’Orlando e Cefalù ma non possiamo escludere Green e Patti: erano le squadre di prima fascia pronosticate ad inizio campionato e si stanno rivelando tali.

Patti ha perso qualche punto per strada per via degli infortuni, la Green ha fatto qualche passo falso ma ha comunque un roster importante.

Che effetto ti farà affrontare due ex della Vis come Vazzana ed Antinori?

Ex miei giocatori ne ho veramente tanti in questo girone.

A Capo D’Orlando c’è anche Antonio Fazio che ho allenato a Messina.

L’effetto è sempre quello fa piacere e sono consapevole che daranno il massimo per la loro squadra.

L’appetito vien mangiando: dove può arrivare questa squadra?

Ogni domenica è una partita importante: dobbiamo provare a vincerle tutte.

Come state?

Come gruppo stiamo molto bene. Ci alleniamo con un’intensità non altissima per qualche infortunio: non si è allenato Grasso, Pellegrino e Barrile non sono al Top ma andiamo avanti, sono contento.

Se dovessi scegliere: dal primo al terzo posto al termine del campionato o primo posto al termine del girone di andata e qualificazione in Coppa Italia cosa sceglieresti?

Penso che una promozione, e giocarsi un interzona per la B è sicuramente più gratificante che giocarsi una Coppa Italia.

Alla fine vorrei sceglierle tutte e due: qualsiasi squadra vuole entrambi gli obiettivi.

Per quanto riguarda la qualificazione alla Coppa siamo cinque squadre verso il rush finale e ce la giocheremo.

Costa ti spaventa di più del Costa d’Orlando?

Loro sono una Squadra che ha un bel ritmo: hanno tanti giocatori che sanno giocarsi bene gli uno contro uno che sanno come metterti la tripla in faccia.

Il loro ritmo non è da tutti: corrono molto e ci possono mettere in difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons