Derby al Catanzaro,Cosenza in partita per 30 minuti

 

 

CATANZARO – Un gran bello spot per la pallacanestro calabrese. Questo è stato il return match tra Assitur Catanzaro e Città di Cosenza giocato domenica sera al Polifunzionale di Giovino. Ne esce vittoriosa la Planet ma la Nertos non può che essere più che soddisfatta della propria realtà. Due squadre che, ognuna a proprio modo, hanno confermato il trend stagionale. Lanciatissimi i catanzaresi, migliore approccio alla partita nonostante le condizioni fisiche di Carpanzano abbiano limitato la performance del ragazzo e la squadra di coach Tunno abbia chiuso con Mercurio e Fall in panchina per raggiunto limite di penalità commesse. Concreta la battagliera squadra di coach Binetti che ha perso Tancredi Rotundo per infortunio nel primo tempo e Pellegrino nell’ultimo quarto per raggiunto limite di falli. Città di Cosenza è rimasta in partita per quasi 30’ grazie soprattutto alla prolificità di Vazzana (26) e Lombardo (21), riuscendo quasi sempre a ristabilire un contatto con gli avversari ogni qualvolta la verve di Cattani e compagni cercava di prendere il largo. I giallo-rossi hanno chiuso il terzo periodo avanti di 9 lunghezze (64-55) per poi dilagare nella prima metà dell’ultimo tempo. 16 i punti di stacco fra le due formazioni al 35’ (75-59) con Catanzaro che, complice anche la mancanza di un incisivo pacchetto lunghi silano, ha dominato pure a rimbalzo (40 a 25 quelli finali). A partita chiusa, gli ultimi 5’ sono serviti ai rosso-blu per accorciare le distanze (83-74 il finale del derby) e far tornare in campo, almeno per qualche minuto, Tancredi Rotundo.

A fine gara più che soddisfatto coach Francesco Binetti “Catanzaro è stata certamente più forte, ha maggiore esperienza, maggiori rotazioni a disposizione ed è stata più determinata. Abbiamo ancora un po’ di strada da fare se vogliamo provare ad arrivare al loro livello ma questa sera sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi a cui non posso rimproverare nulla. Siamo scesi in campo sapendo di soffrire di inferiorità numerica rispetto al nostro avversario, a questo poi si è aggiunta la situazione falli che ci ha limitato. Posso solo dire che è stato un bel derby, la Calabria sta ben figurando in questo campionato”. E sull’infortunio di Rotundo continua “Tancredi Rotundo si è infortunato al ginocchio nel corso del primo tempo ma in finale di gara ha voluto fortemente tornare in campo, aveva tantissima voglia di far bene nella sua città. Non penso comunque si tratti di qualcosa di estremamente grave, probabilmente sarà recuperato già per il prossimo impegno contro Marsala”. E alla domanda se vi saranno novità in seno alla formazione silana conclude “Non credo. Questa è la nostra squadra e questo è il nostro campionato. Siamo una formazione neo-promossa, noi tutti (squadra e società) stiamo facendo il possibile per arrivare ai play-off in una buona posizione”.

Stessa soddisfazione sul versante opposto. A fine gara le parole di coach Fabrizio Tunno “Siamo stati a bravi a portare a casa il risultato dimostrando ancora una volta le nostre potenzialità. Siamo entrati in campo iniziando fin da subito a studiare l’avversario e ciò che più è stato premiato è stato il buono approccio mentale alla partita. Certo, non siamo stati bellissimi da vedere ma a sprazzi abbiamo fatto molte cose buone e questo vuole anche essere da segnale incoraggiante per quel che riguarda le condizioni fisiche della squadra. Siamo in netta ripresa – ha concluso Tunno – adesso non resta che rimanere uniti e compatti per cercare di poter affrontare al meglio l’ultima gara d’andata”.

Proprio la gara contro Gela sarà il prossimo impegno dei giallo-rossi. L’ultima partita del girone di andata, posticipata causa avverse condizioni meteo, sarà recuperata giovedì prossimo alle ore 20:00 in terra siciliana. La vittoria dell’Assitur permetterebbe ai calabresi la partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia a Rimini dal 07 al 09 Marzo 2014.

Questi gli altri risultati della 10^ giornata: Basket Empedocle – Nuova Pall. Marsala 50-60, Basket Acireale – Basket Gela 80-77, Green Basket Palermo – Vis Reggio Calabria 77-72 e Aquila Monreale – Basket Mazara 82-68.

ASSITUR PLANET CATANZARO – CITTA’ DI COSENZA 83-74

(15-15, 42-33, 64-55)

CATANZARO: Carpanzano 11, Calabretta, Scuderi 7, Palazzo ne, Sereni 16, Cossari ne, Cattani 17, Fratto ne, Marcurio 10, Fall 22. Coach: Fabrizio Tunno.

COSENZA: Gallo 2, Rotundo 4, Delli Carri 4, Pellegrino 5, Guzzo 12, Lombardo 21, Coscarella ne, Vazzana 26, Calabrese. Coach: Francesco Binetti.

ARBITRI: Luigi Marino di Parete (CE) e Roberto Ozzella di Napoli

 

Maria Rosa Taverniti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons