DNC: En plein Planet, il resoconto del match contro Monte di Procida

 

Dopo Magic Team Benevento e Julie News Napoli, i ragazzi di coach Fabrizio Tunno hanno centrato il terzo successo consecutivo vincendo, seppur non senza soffrire un po’, contro i campani in cerca di punti salvezza. Una squadra che ha dovuto ridimensionare i propri obiettivi in corso di campionato, costretta a rinunciare a pedine importanti per la DNC come Andrè e Giroli che certamente ne avrebbero aumentato lo spessore. Per la Planet invece si conferma l’assenza di Pate tenuto lontano dal campo da una severa infiammazione al tendine d’achille; si tenterà di riaverlo a disposizione già contro Mola fra due settimane ma senza forzarne i tempi di recupero, più probabile il suo rientro per le ultime gare di regular season a fine Aprile. Largo quindi a Carella alla prima sostanziale prova al rientro in DNC: 11 minuti in campo, 6 punti e 3 palle recuperate per lui che deve pian piano recuperare completamente il ritmo partita.

Una gara iniziata male per i padroni di casa che stentano nel secondo quarto permettendo facili conclusioni agli avversari fino a scivolare sul -11 (25-36 al 17’). Al rientro dagli spogliatoi si applaude una Planet diversa che inizia a limitare la quantità di palle perse, indovina scelte difensive più convincenti e trova maggiori incursioni in area con le quali dapprima ricuce lo strappo e poi legittima il proprio vantaggio.

Al fischio di inizio coach Tunno schiera Scuderi, Battaglia, Pellicanò, Cattani e Fall mentre coach Di Lorenzo manda in campo Errico M., Regio, Scotto di Perta, Innocente ed Errico S. Un incisivo Fall detta i ritmi dei primi minuti di gara, Cattani realizza la prima tripla della serata, Pellicanò ci prova anche se non sembra molto fortunato fino al 5’ quando finalmente trova dalla lunga il tiro del 12-7. Un minimo vantaggio che il Monte di Procida annulla grazie a Errico S. e Innocente. 4 punti consecutivi del n. 7 bianco-blu consentono agli ospiti di riavvicinarsi (12-11), poi Innocente, nel ruolo di ex, realizza il canestro del sorpasso subendo fallo da Saccardo: il libero aggiuntivo si trasforma nel +2 campano (12-14). Dall’angolo Ippolito trova la tripla del nuovo vantaggio (15-14) incrementato poi da Saccardo (17-14) anche se è la Virtus ad approfittare di qualche leggerezza della difesa giallo-rossa che lascia spesso smarcati gli avversari sulla linea dei 6.75. Due triple in successione di Innocente e Scotto di Perta permettono agli ospiti di impattare prima (17-17) e chiudere in vantaggio poi (17-20) la prima frazione. Un equilibrio rotto nel secondo tempo quando il Monte di Procida, con un parziale di 13-19, segna un consistente allungo. Nei primi minuti la Planet è tenuta a galla dal solo Fall che segna 8 punti consecutivi; tra i flegrei invece largo a Errico M. ed Errico S. Si gioca punto a punto fino a metà tempo (25-28) quando Monte di Procida inizia a trovare facili soluzioni segnando quel break di 0-8 che condurrà gli ospiti al massimo vantaggio della serata (25-36 al 17’). Le triple di Pellicanò e Innocente non cambiano la situazione mentre l’ultimo canestro di Saccardo riporta lo svantaggio dei giallo-rossi al di sotto della doppia cifra (30-39). Prima parte di gara in cui la Planet Group ha sciupato, dato significativo soprattutto quelle delle palle perse (15 al 20’), e comunque non in grado di incursioni pericolose in area. Monte di Procida ha infatti concluso con soli 6 falli commessi (a fronte dei 10 dei giallo-rossi) e nessun tiro libero concesso ai calabresi. E’ una Planet più convinta quella rientrata in campo dopo l’intervallo lungo con Cattani, Pellicanò, Battaglia, Fall e Saccardo. Cambiamento anche nel quintetto ospite in cui Lubrano ha preso il posto di Regio. Battaglia ma soprattutto Pellicanò sono i protagonisti dei primi 2’ minuti della ripresa in cui Catanzaro segna un parziale di 8-3 con cui si porta al 22’ sul -4 (38-42). I campani pagano l’espulsione di Scotto di Perta avvenuta a 8:12” dalla fine del terzo periodo. Errico S. diventa il terminale dell’attacco bianco-blu (6 i punti consecutivi dell’ala campana), mentre sul fronte opposto la tripla di Pellicanò e i canestri di Cattani e Fall portano la Planet sul 47-50 a 1:50” dal suono della terza sirena. E’ a questo punto che il Pala Pulerà applaude Carella autore di due triple. Con la prima pareggia i conti sul 50-50, poi Cattani riporta finalmente i catanzaresi avanti (52-50) seguito dalla seconda tripla del giovane n. 18 che si trasforma nel seppur minimo vantaggio del +4 (55-51). Lo stesso Carella però spende troppo in difesa commettendo già il suo quinto fallo e mandando in lunetta Errico M. che chiude il terzo quarto con un 2/2 ai liberi e riduce lo stacco a soli 2 punti (55-53). Oramai in carburazione la Planet vola in avvio di ultimo tempo sul +10. Due conclusioni dalla distanza di Cattani e Ippolito seguite da un canestro di Pellicanò si trasformano nel parziale di 8-0 che spinge i padroni di casa sul 63-53 al 33’. Regio ripaga la fiducia di coach Di Lorenzo segnando 3 triple nell’ultimo tempo. I flegrei, seppur costretti ad inseguire, tentano ancora di pungere. La partita rimane aperta a qualsiasi risultato fino al 38’ quando proprio la seconda tripla di Regio riporta gli ospiti sul -4 (67-63). Decisivi gli ultimi canestri di Pellicanò e Fall che con un 4/4 dalla lunetta chiudono praticamente la gara ad una manciata di secondi dal fischio finale (73-64). Saccardo segna l’ultimo canestro del +11 (75-64), l’ultima parola sempre a Regio che a giochi oramai conclusi infila l’ultima tripla del 75-67. La Pol. Virtus Monte di Procida paga – per ammissione dello stesso coach Di Lorenzo – l’espulsione del capitano Scotto di Perta avvenuta al 22’ che, oltre a rappresentare la mancanza di un punto di riferimento, ha contribuito a limitare il numero delle rotazioni a sua disposizione ridotte a sei dopo l’espulsione del n. 9 e con i giovani Cennicola e Scaletta lasciati in panchina. Quattro gli uomini in doppia cifra: Errico M. (16), Errico S. (15), Innocente (13) e Regio (13) con ben 62 punti sui 67 finali segnati dagli uomini dello starting five. Quart’ultimo posto per i campani a quota 18 punti, nel gruppo con CUS Jonico Basket Taranto e Geofarma Mola, che ora dovranno cercare di fare bottino nelle ultime cinque gare di regular season per raggiungere l’obiettivo salvezza. Agli antipodi troviamo invece la Planet Group Catanzaro che con il terzo successo in otto giorni legittima la propria posizione in griglia play-off piazzandosi seconda a punti (28) con Idnamic Benevento e Gammauto Chevrolet Molfetta dietro alla capolista Monteroni. In classifica generale i giallo-rossi sono quarti staccando la Magic Team Benevento rimasta a quota 26 dopo la sconfitta ad opera di Airola nell’anticipo del sabato. Bene i soliti Pellicanò (22) e Fall (20), altrettanto determinante il capitano Cattani (12). Fra i giovani questa volta nota di merito per il già citato Carella e Ippolito (8) che assieme a Saccardo, partiti dalla panchina, hanno segnato il bottino di 20 punti sui 75 totali di squadra. La Planet ha però lo svantaggio di dover ancora osservare il doppio turno di riposo che la terrà per un mese lontano dalle gare di campionato. Dopo la sosta del prossimo fine settimana, programmata per dar spazio alle finali di Coppa Italia, Cattani e compagni torneranno in campo con la trasferta del 25 Marzo contro la Geofarma Mola. Poi tanto tanto riposo: tra stop forzati e festività pasquali quasi un mese di fermo che precederà gli ultimi due impegni di regular season programmati per la fine di Aprile.

Alla ripresa, turni di riposo a parte, avremo però una situazione di classifica meglio definita. In settimana infatti saranno recuperate le ultime quattro gare rimandate nei turni precedenti: si inizia il 15 Marzo con Quarta Caffè Monteroni – Lotti Juvetrani, il 17 Marzo toccherà a Pall. Città di Airola – Idnamic Benevento per concludere il 18 Marzo con Julie News Napoli – Lotti Juvetrani e AP Monopoli SSD – Delta Basket Salerno.

Questi gli altri risultati della 25^ giornata di campionato: Pall. Città di Airola – Magic Team Benevento 67-60, Gammauto Chevrolet Molfetta – CUS Jonico Basket Taranto 81-63, AP Monopoli SSD – Quarta Caffè Monteroni 57-75, Lotti Juvetrani – Geofarma Mola 76-79, Idnamic Benevento – Delta Basket Salerno 58-64; turno di riposo per Farmacia Sardella Venafro e Julie News Napoli.           

PLANET GROUP CATANZARO – POL. VIRTUS MONTE DI PROCIDA 75-67

(17-20, 30-39, 55-53)

CATANZARO: Scuderi, Battaglia 1, Ippolito 8, Zofrea ne, Pellicanò 22, Saccardo 6, Cattani 12, Pulinas, Carella 6, Fall 20. Coach: Fabrizio Tunno

MONTE DI PROCIDA: Errico S. 15, Innocente 13, Scotto di Perta 5, Regio 13, Ruggiero 2, Cennicola ne, Scaletta ne, Errico M. 16, Lubrano 3. Coach: Gennaro Di Lorenzo

 

 Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons