DNC: Gara 1 play-off è della Planet, la cronaca del match

CATANZARO – La Planet Group Catanzaro vince, non senza faticare per 30’ minuti, gara 1 play-off contro il Delta Basket Salerno. Decisive per le sorti del match le tre triple di capitan Cattani ad inizio ultimo quarto a sbloccare una situazione di stallo che alla fine del terzo periodo vedeva i padroni di casa far registrare uno sconsolante 0/7 dai 6.75. Differente invece l’approccio alla gara dei campani più a proprio agio dall’arco dal quale hanno tirato con percentuali più che discrete (11/27) con ben sette uomini a tentare perlomeno una realizzazione dalla lunga distanza. Da registrare sotto canestro il dominio dei giallo-rossi, onnipresenti a rimbalzo contro un reparto blu-arancio privo di Sammartino; i catanzaresi hanno chiuso la gara con un 50 a 25 nei confronti degli avversari. Match vissuto in perfetto equilibrio, dicevamo, per gran parte del suo svolgersi. Nessuna delle due contendenti è riuscita ad imprimere all’incontro il proprio marchio, continui ribaltamenti di fronte fino all’esplodere di capitan Cattani che ha spiazzato gli avversari ed entusiasmato il proprio pubblico realizzando tre triple in un minuto dando così il via alla fuga finale della Planet.

Per gara 1 play-off, al fischio di inizio coach Tunno schiera Scuderi, Pellicanò, Ippolito, Pate e Fall; coach Menduto opta per il quintetto formato da Antonucci, Bertini, Corvo, Esposito e Balestrieri.

L’avvio di gara vede avanti gli ospiti decisi a giocarsi il tutto per tutto. Esposito e Antonucci segnano 5 punti a testa trovando subito due triple importanti, Bertini ci prova ma è fermato fallosamente, in lunetta farà 3/3. La Planet predilige invece il gioco di squadra: Pate, Scuderi, Pellicanò e Fall segnano a ruota fino al 9-13 di metà tempo. Cambia l’inerzia del match. Antonucci, Bertini e Balestrieri protagonisti in negativo con uno 0/4 al tiro. Dall’altra parte i padroni di casa trovano un prezioso break di 7-0 con il quale ribaltano il punteggio fino al 16-13. Antonucci e Parlato per il nuovo 16-17 campano ma sul finale Fall e Saccardo legittimano il vantaggio giallo-rosso con il lungo catanzarese che sfrutta appieno un assist di Cattani e schiaccia per il 20-17 di fine primo tempo. Nel secondo quarto Saccardo dà una buona prova di continuità facendo valere i propri centimetri, idem per Fall che sfrutta le proprie doti atletiche. Salerno trova invece molte difficoltà a realizzare dall’area preferendo di gran lunga le conclusioni perimetrali di Antonucci, Parlato e Capaccio. Saccardo e Pellicanò mantengono fino al 13’ inalterato lo stacco dei primi 10’ (25-22), poi il Delta Basket con due triple in successione trova il break di 2-6 con cui ribalta il parziale (26-28). Cattani tenta la conclusione dai 6.75 ma non è ancora il suo momento, Battaglia arriva veloce a catturare il rimbalzo offensivo da cui scaturisce il tiro della perfetta parità (28-28). Ancora Capaccio e Parlato dalla lunga per il + 4 ospite (30-34), Fall e Battaglia dimezzano la distanza mandando le due squadre negli spogliatoi con il minimo svantaggio del 34-36. Al rientro ancora Esposito realizza la tripla del +5 campano (34-39). Sarà lui l’uomo su cui coach Menduto farà affidamento nel terzo periodo per reggere il ritmo dei padroni di casa che trovano invece in Saccardo un prezioso terminale. Assieme a Fall e Cattani, confeziona il break di 12-2 con cui i giallo-rossi passano dal -5 al +5 del 24’ (46-41). Gap immediatamente ricucito dagli avversari nella seconda metà di frazione quando i blu-arancio riequilibrano l’andamento del match e chiudono al 30’ sotto di una incollatura (52-51). Tira e molla fino alla fine? Tanti sbagli, vero, ma un ribaltamento continuo di fronte che tiene sempre accesa l’attenzione del pubblico presente. Salerno non molla, Catanzaro non riesce a spingere sull’acceleratore.  La svolta del match arriva in avvio di ultimo quarto a firma di capitan Cattani che si esalta infilando tre triple consecutive in un minuto che entusiasmano il Pala Pulerà e stroncano ogni reazione avversaria. La squadra prende fiducia e chiude definitivamente i giochi con un maxi parziale di 19-3 che permette alla Planet di ipotecare il passaggio del turno con una gara che, dopo aver vissuto un estenuante batti e ribatti per 30’, può dirsi chiusa al 35’ quando il tabellone luminoso segna il parziale di 71-54. Oramai lanciati verso il primo successo in post-season, i giallo-rossi trasformano i minuti finali di gara in una passerella davanti al pubblico che applaude i padroni di casa. Gara 1 si chiude con il finale di 76-63, ipoteca della squadra di coach Tunno al passaggio dei quarti. Pratica che potrebbe essere già conclusa giovedì prossimo al Pala Silvestri di Salerno dove un’eventuale successo permetterebbe ai giallo-rossi di chiudere in anticipo la serie. Davanti però ci sarà un Delta Basket che ha già dimostrato a Catanzaro di voler lottare fino in fondo onorando la striscia positiva di risultati indovinata in questo 2012. MVP del match Antonio Saccardo con 23 punti, 8 rimbalzi e 30 di valutazione. Decisiva, come detto, la prestazione di Cattani autore di 17 punti, 10 rimbalzi e 8 assist; bene anche Fall che ha chiuso con 17 punti e 10 rimbalzi. Coach Menduto ha invece fatto registrare le doppie cifre di Esposito (20), Parlato (17) e Antonucci (11).

Questi gli altri risultati dei quarti di finale play-off nel girone H: Magic Team Benevento – Idnamic Benevento 85-80, Quarta Caffè Monteroni – CUS Jonico Basket Taranto 89-70, Gammauto Chevrolet Molfetta – Pall. Città di Airola 91-65, nella sfida play-out la Lotti Juvetrani fa valere il fattore campo contro Julie News Napoli 76-72.

PLANET BASKET CATANZARO – DELTA BASKET SALERNO 76-63

(20-17, 34-36, 52-51)

CATANZARO: Scuderi 5, Battaglia 6, Pate 2, Ippolito, Zofrea ne, Pellicanò 6, Saccardo 23, Cattani 17, Carella, Fall 17. Coach: Fabrizio Tunno

SALERNO: Gentile ne, Antonucci 11, Bertini 3, Capaccio 9, Beatrice, Corvo 3, Parlato 17, Esposito 20, Balestrieri, Mbaye ne. Coach: Orlando Menduto

ARBITRI: Fernando De Panfilis di Pescara e Alberto Giansante di Spoltore (PE)

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons