DNC: La Planet cerca riscatto, questa sera al Pala Pulerà arriva il CUS Taranto

Coach Tunno ha avuto per i suoi ragazzi un solo dictat: dimenticare in fretta la sconfitta maturata in casa dell’Airola imparando dai propri errori e ripartendo da quello che di buono si è visto in campo quando la squadra ha saputo recuperare un passivo pesante arrivando anche sul -6. Gli fa eco il DG Salvatore Procopio nelle dichiarazioni infrasettimanali “sono delle fasi che in qualche misura avevamo previsto, sapevamo che all’inizio avremmo dovuto attendere un po’ per dare forma ad un roster nuovo e con tanti giovani ma stiamo sicuramente lavorando nella giusta direzione”. Nel frattempo l’infermeria si è pian piano svuotata. La squadra si è allenata potendo contare sulla presenza di Saccardo, Pate, Scuderi, Fall che hanno smaltito i diversi acciacchi di cui a vario titolo sono stati vittima. Resta però un grande punto interrogativo. Chi non ha ripreso gli allenamenti è stato capitan Cattani la cui presenza, dopo aver saltato l’incontro in Campania, è in dubbio anche per l’incontro casalingo di questa sera. Lo staff medico catanzarese – si legge in una nota stampa diffusa dalla Planet Basket –  sta facendo di tutto per provare a restituirlo a coach Tunno nelle migliori condizioni possibili, anche solo per qualche minuto e per dare sicurezza e tranquillità ai suoi giovani compagni di reparto. L’avversario di questa sera non è dei più temibili. Sul parquet del Pala Giovino scenderà, come detto, il CUS Jonico Basket Taranto, squadra neo promossa in DNC. Il sodalizio del presidente Cosenza occupa una posizione di classifica intermedia con 4 punti all’attivo racimolati nelle partite casalinghe (proprio come la Planet Basket Catanzaro) disputate contro la Geofarma Mola e la Lotti Juvetrani confermando l’importanza che il  “fattore campo” sta assumendo in un girone competitivo come questo. A dare una rapida occhiata alle statistiche, entrambe le squadre infatti hanno espresso il proprio miglior gioco se sospinte dal pubblico amico con 138 punti segnati in casa e 113 in trasferta per Taranto contro i 150 casalinghi e 127 fuori casa per la Planet Catanzaro. Bene anche la difesa che, nel caso del CUS ha subito 105 punti in casa e 144 in trasferta mentre Catanzaro può vantare una situazione più equilibrata con 141 punti subiti in casa e 140 in trasferta. A conti fatti i giallo-rossi possono contare su un attacco più prolifico (277 punti segnati contro i 251 dei pugliesi) ma un reparto difensivo più penetrabile (281 punti subiti contro i 249 degli avversari). Per eludere la difesa catanzarese, coach Nicola Leale può contare su tre uomini che dopo quattro gare viaggiano ad una media in doppia cifra. Stiamo parlando di Daniele Fanelli, ala piccola classe ’84 con una media di 16.3 punti/partita, Giambattista Moliterni, ala grande classe ’83 con una media di 15 punti/partita) e l’ex giallo-rosso Gianluca Ambrosecchia, di passaggio a Catanzaro nella stagione Lasi/Tunno, play-guardia classe ’77 che viaggia ad una media di 11.8 punti/partita.    

Appuntamento questa sera alle ore 18.00 al Pala Pulerà per l’incontro Planet Basket Catanzaro – CUS Jonico Basket Taranto con la direzione affidata ai calabresi Aldo Travia e Antonio Travia di Gioia Tauro (RC).

Nell’anticipo del sabato la River Libertas Basket Taranto ha superato di misura il Delta Basket Salerno con il risultato di 68-67. Gli altri incontri di questa sera saranno AP Monopoli-Gammauto Chevrolet Molfetta, Virtus Monte di Procida-Magic Team 92 Benevento, Lotti Juvetrani-Megaride Basket Napoli, Idnamic Benevento-Pall. Città di Airola e Farmacia Sardella Venafro-Geofarma Mola, turno di riposo per il Quarta Caffè Monteroni.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons