DNC: La Planet vola in semi-finale, la cronaca di gara 3 contro il Delta Basket Salerno

 il risultato di gara 2 giovedì scorso contro il Delta Basket Salerno ha rimandato l’esito della serie ad un terzo atto che, a differenza dei primi due, i giallo-rossi hanno dominato dall’inizio alla fine lasciando pochissime velleità agli ospiti. Successo autoritario domenica sera al Pala Pulerà in un match in cui gli uomini di coach Tunno nulla hanno lasciato al caso chiudendo i giochi già al 20’ quando le due formazioni sono rientrate negli spogliatoi con il parziale di 48-24.

Il fischio di inizio del terzo atto ha visto la Planet scendere in campo con Scuderi, Zofrea, Pellicanò, Cattani e Fall, il Delta ha risposto con Antonucci, Capaccio, Esposito, Corvo e Sammartino.

L’unico vantaggio della serata blu-arancio lo firma Capaccio (preferito da coach Menduto in quintetto a Parlato) che battezza la serata con la prima tripla ospite. Fall ma soprattutto due pesanti conclusioni di Zofrea e Cattani ribaltano la situazione e portano i padroni di casa avanti sull’ 8-3. Salerno si riavvicina con Esposito e Corvo (8-7) poi una strada tutta in discesa per i locali il cui vantaggio già al 7’ si porta in doppia cifra (17-7). Cattani, Fall e Scuderi i protagonisti di questo primo tempo con la tripla del giovane play giallo-rosso a chiudere la prima frazione di gioco con il pesante risultato di 27-11. Ottima difesa sugli avversari e triple insaccate nei momenti topici la ricetta di questa Planet. Il Delta costruisce ma i giocatori campani sono indotti molto spesso all’errore, sia esso un tiro sbagliato o una palla persa (dato quest’ultimo che vedrà al 20’ ben 17 palloni persi per i blu-arancio contro gli 8 della Planet). E a proposito di triple, l’incipit del secondo quarto è uno scatenarsi di tiri dalla distanza da parte dei giallo-rossi, complice una difesa campana molto permissiva. In meno di 3’ Pellicanò e Cattani centrano in triplice fattura il canestro ospite dai 6.75 facendo lievitare il vantaggio dei padroni di casa che al 13’ si attesta già sulle 25 lunghezze (36-11). Il Delta Basket fatica a concludere le proprie azioni offensive; dopo il 2/2 di Balestrieri dalla lunetta, il primo canestro dal campo del Salerno arriva al 14’ quando Capaccio insacca la tripla del 36-16. 20 punti di scarto che Catanzaro gestirà abbastanza agevolmente fino ai minuti finali del quarto (43-22) quando un mini break giallo-rosso di 5-0 permette agli uomini di coach Tunno di fare un ulteriore passo avanti (48-22); l’ultimo canestro del tempo ad opera di Corvo manda le formazioni negli spogliatoi con il parziale di 48-24. Dopo l’intervallo, la Planet rientra in campo con lo stesso quintetto iniziale, coach Menduto invece preferisce Parlato e Bertini a Capaccio e Sammartino. Nel terzo periodo Catanzaro accusa un calo ma ha di fronte un avversario che probabilmente ha speso tutte le energie residue per impattare la serie in gara 2 non riuscendo ora ad approfittare della situazione. Le percentuali dalla distanza crollano da entrambe le parti (0/5 per Catanzaro, 0/4 per Salerno) mentre ci si affida ad un più sicuro tiro da 2 pt. Fall, Cattani e Pellicanò portano i calabresi fino al +24 (57-33), poi il Delta rosicchia qualche punto di svantaggio con 6 punti consecutivi che riducono lo stacco a 18 lunghezze (57-39). L’ultimo 4-2 di Fall e Battaglia chiude il tempo con il parziale di 61-41. Parte bene il Delta in avvio di ultimo tempo. Sembra che i campani stiano cercando di farsi strada fra le fitte maglie della difesa catanzarese che ha concesso loro solo 41 punti in 30’. Corvo ed Esposito realizzano un break di 0-7 con cui i blu-arancio si portano sul -13 (61-48)  a 6:46” dalla fine. Poi la serie di episodi che praticamente mette il sigillo alla gara. 3 falli tecnici fischiati ai salernitani e l’espulsione di Corvo regalano alla Planet la possibilità di 8 tiri liberi. Pellicanò fa 7/8, Cattani su seguente possesso palla realizza il 70-48 chiudendo i giochi al 35’. Gli ultimi minuti sono una passerella per i giovanotti giallo-rossi mentre Salerno, persa oramai ogni speranza, lascia trascorrere i secondi fino al fischio finale che regala alla Planet Group Catanzaro l’accesso in semi finale play-off con il risultato di 89-57.

Una gara che ha preso subito una piega positiva per questa Planet che ha lottato fino in fondo per tagliare l’ambito traguardo. Memori dell’evolversi dei primi due incontri, sarebbe stato difficile alla vigilia ipotizzare una così larga affermazione da parte degli uomini di coach Tunno. Ottime ancora una volta le prove di Fall (23) e Cattani (23), bene anche Pellicanò (13) e Scuderi (16) su cui è stata concentrata gran parte dell’attenzione della difesa campana (ben 7 falli subiti e un 11/11 ai tiri liberi). Per coach Menduto, solo due gli uomini in doppia cifra: Esposito (15) e Corvo (14). Il Delta Basket termina così la propria corsa in post season consapevole di aver disputato un ottimo campionato, soprattutto nel girone di ritorno, chiuso pressoché imbattuto in casa con la sola eccezione rappresentata dalla sconfitta ad opera proprio dei giallo-rossi. Planet che ha iniziato a preparare le gare di semi finale contro il Quarta Caffè Monteroni che potrà contare su qualche giorno di riposo in più avendo chiuso i quarti di finale con un secco 2-0 contro il CUS Jonico Basket Taranto.

Nel frattempo oggi tutta la squadra, la Società e i tifosi si stringeranno intorno a coach Fabrizio Tunno per augurargli buon compleanno, auguri a cui si associa anche la redazione di Reggioacanestro.com.   

PLANET GROUP CATANZARO – DELTA BASKET SALERNO 89-57

(27-11, 48-24, 61-41)

CATANZARO: Battaglia 3, Pate, Ippolito 5, Zofrea 4, Scuderi 16, Pellicanò 13, Saccardo 2, Cattani 23, Carella, Fall 23. Coach: Fabrizio Tunno

SALERNO: Gentile, Antonucci 4, Bertini 2, Capaccio 6, Beatrice, Corvo 14, Parlato 7, Balestrieri 4, Esposito 15, Sammartino 5. Coach: Orlando Menduto

ARBITRI: Federico Agostinelli di Campli (TE) e Fabio Ferretti di Nereto (TE)

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons