DNC: Planet Catanzaro senza problemi contro Monopoli

 

Miglior rientro sul parquet non poteva esserci per i ragazzi di coach Fabrizio Tunno ai quali la sosta natalizia sembra aver fatto veramente bene. Una partita praticamente senza storia dal primo minuto quella disputata contro i pugliesi dell’AP Monopoli, quasi un allenamento per i giallo-rossi che hanno toccato nel corso della gara vantaggi imbarazzanti (31-9 già alla fine del primo tempo). Come da pronostico, Monopoli è scesa a Catanzaro priva di Masciulli e Centrone anche se ciò non basta a giustificare l’evanescente prestazione degli uomini di coach Carolillo ai quali la Planet ha concesso solo 17 punti nei primi 20’ del match. Veramente poco da dire sull’ultima gara del girone di andata che Catanzaro chiude con il risultato di 79-45 dopo aver allentato le briglie nel finale ed aver lasciato un po’ più spazio agli avversari. In una corale prestazione di squadra, non può non essere sottolineata la prova di un “irriverente” (nel senso buono del termine) Andrea Pellicanò, 26 punti ma soprattutto un 8/10 dai 6.75 con le prime 6 triple in successione. “Una partita nata male e finita peggio – il commento di coach Carolillo – non ci possono essere giustificazioni ad una prestazione del genere. Noi non siamo la squadra vista questa sera, non abbiamo mai giocato così male. Dopo queste cadute ci si deve rialzare e tornare subito in campo, per fortuna si gioca di nuovo domenica. A parte la gara contro Catanzaro, però, non posso che esprimere un giudizio positivo su questa prima parte di stagione, abbiamo iniziato da zero senza un palazzetto nel quale allenarci e con tanti infortuni che a vario titolo ci hanno penalizzato. Forse avremmo potuto chiudere il girone di andata con qualche punto in più ma adesso dobbiamo pensare al futuro, avremo molte partite in casa e dovremo cercare di rendere il nostro campo un fortino inespugnabile”. Molto soddisfatto, e non poteva essere altrimenti, il commento di coach Tunno “Penso che il lavoro svolto nelle due settimane di sosta sia stato molto positivo, sia dal punto di vista fisico che mentale. Il risultato è stato un giusto approccio alla partita che ha reso tutto molto più semplice di quanto ci si aspettasse. La differenza l’hanno fatta sicuramente i miei ragazzi che hanno messo in campo la giusta intensità e concentrazione contro una squadra che, a parte il risultato di questa sera, è riuscita a mettere in difficoltà molti avversari e giocare tutte le partite fino alla fine”. Assolutamente da sottolineare il rientro in campo del capitano Andrea Cattani (già annunciato attraverso una nota stampa diramata dalla Società nel periodo festivo) e quello, a poco più di anno dall’infortunio subito al ginocchio nella gara contro Ragusa, di Luigi Carella. Correva il Dicembre 2010 e in una partita veramente sfortunata sia lui che Cattani dovettero lasciare il parquet per infortunio. Tanto lavoro in questi mesi per il n. 18 di coach Tunno che giovedì sera ha “ridebuttato” fra gli applausi dei presenti chiudendo la propria personale gara con 6 punti. “Andrea Cattani ha svolto lavoro differenziato dall’inizio della stagione e solo durante la pausa ha iniziato ad allenarsi con la squadra – continua coach Tunno . Così come per me è importante rivedere Luigi Carella in campo, un tributo al duro lavoro che ha fatto in tutto questo tempo”. Nella gara contro Monopoli, l’allenatore giallo-rosso ha lasciato ampio spazio a tutti i giovani della panchina, ruotando i 10/10 degli iscritti a referto che hanno concluso la propria prestazione con un bottino personale di punti. “Questi ragazzi stanno giocando dalla prima giornata e stanno crescendo partita dopo partita. Si tratta ancora di un risultato parziale, abbiamo avuto pazienza ma molta dovremo ancora averne per raggiungere il risultato finale. Tutti stanno facendo passi importanti e rispondono positivamente quando chiamati in campo”.

La Planet chiude il girone di andata con 14 punti frutto di 7 vittorie e 6 sconfitte, per la maggior parte gare giocate fino alla fine con grande spirito, che proiettano i calabresi in 7^ posizione in piena corsa play-off. “Nonostante tutti i problemi fisici che abbiamo avuto e che continuiamo ad avere – conclude coach Tunno – in un bilancio di metà stagione devo assolutamente sottolineare la presenza di un gruppo super, che di certo non lesina energie in partita come in allenamento. Certamente commettiamo degli errori ma siamo sempre in campo a lavorare duro e a dispensare consigli ai più giovani”. A proposito di infortuni, durante la partita contro Monopoli il giovane Andrea Scuderi ha dovuto lasciare il campo per un colpo alla caviglia. Sembra nulla di grave e lo staff spera di poterlo avere a disposizione già per la partita di domani pomeriggio. Il turno infrasettimanale non ha infatti concesso molto tempo a tutte le squadre impegnate in DNC. Giusto il tempo per smaltire gli affaticamenti del giovedì e domani sera di nuovo in campo per la prima di ritorno, destinazione Benevento.

Gli altri risultati del girone H: CUS Jonico Basket Taranto – Quarta Caffè Monteroni 63-85, Farmacia Sardella Venafro – Delta Basket Salerno 56-62, Julie News Napoli – Gammauto Chevrolet Molfetta 76-81, ASD Pall. Benevento – Magic Team Benevento 77-62, Geofarma Mola – Pol. Virtus Monte di Procida 91-80; turno di riposo per Lotti Juvetrani e Pall. Città di Airola.

PLANET BASKET CATANZARO – AP MONOPOLI SSD 79-45

(31-9, 53-17, 70-31)

CATANZARO: Carpanzano 6, Battaglia 7, Pate 2, Zofrea 5, Scuderi 5, Pellicanò 26, Saccardo 2, Cattani 5, Carella 6, Fall 15. Coach: Fabrizio Tunno

MONOPOLI: Gentile 5, Marchetti 12, Calabretto 1, Teofilo 4, Palmitessa, Simone 11, Giorgio 2, Di Mola, Mitrotti 2, Lamanna 8, Coach: Sergio Carolillo

ARBITRI: Nicola Conterosito di Matera e Bernardino Di Monte di Bernalda (MT)

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons