DNC: Planet Catanzaro, vittoria sfiorata contro Venafro

 

 

L’occasione era di quelle veramente ghiotte, un’ impresa apparsa in più occasioni alla portata della Planet Group Catanzaro che nel fortino del Basket Venafro è andata vicinissima alla conquista della quarta vittoria consecutiva che avrebbe significato leadership in classifica. Invece, come spesso accade, decisiva è stata la precisione ai tiri liberi di Minchella e Parlato con cui i padroni di casa hanno avuto la meglio nel match clou dell’ottava giornata di campionato riprendendo, dopo lo stop di appena una settimana fa, il proprio vittorioso cammino. E dire che Catanzaro inizia benissimo, anzi da “10” in pagella con un perentorio break di 0-10 a firma di Pate, Saccardo e Scuderi che costringe coach Mascio a chiamare la prima sospensione della serata. La difesa dei calabresi sale in cattedra impedendo agli avversari di avvicinarsi alla propria area. Ben presto però Mengoni e soci trovano l’alternativa colpendo dal perimetro con un 7/9 da 3 pt alla fine della prima frazione di gioco. L’attacco giallo-blu si sblocca al 4’ con Parlato che proprio dalla linea dei 6.75 insacca in successione le prime due triple delle dodici che il Venafro realizzerà a fine gara. Minchella lo imita mentre Trentini segna l’unico canestro da sotto del primo tempo. Poi lo show di Mengoni che con un 3/3 dalla distanza firma il contro break di 17-6, porta in vantaggio i padroni di casa (17-16) e costringe coach Tunno a chiedere time-out. Al rientro Parlato concede il bis con altre due triple, Pate segna da sotto e chiude il primo tempo con il risultato di 23-18. Nel secondo quarto la Planet entra in campo con Pellicanò e Fall al posto di Battaglia e Saccardo. Nei primi 5’ il vantaggio dei molisani rimane pressoché invariato fino al 15’ quando una tripla, questa volta a firma di Alesse, fa volare la Dynamic sul +9 (32-23). E’ questo il penultimo tiro messo a segno dei padroni di casa con un attacco sterile per quasi tutto il resto del tempo. La Planet non demorde e ingrana la marcia in più sospinta dai canestri di Fall, Pellicanò, Cattani e Saccardo (ottimo il suo approccio alla gara, mvp dell’incontro con 18 punti, 11 rimbalzi e 30 di valutazione finale) che schiaccia concludendo il break di 0-12 con cui i catanzaresi ribaltano la situazione passando dal -9 al +3 (32-35). Il canestro da fuori di Trentini manda le squadre negli spogliatoi con il parziale di 34-35. La prima metà del terzo quarto scorre via in un sostanziale equilibrio con i calabresi che al 25’ difendono un mini vantaggio di 4 lunghezze (43-47) subito ricucito da un 4-0 di Trentini e Alesse (47-47). La Planet dà un rapido scossone alla gara grazie a due triple in successione di Pellicanò alle quali ribatte la Farmacia Sardella Venafro che va a segno da ogni parte del campo con Parlato (tripla), Alesse (da fuori) e Trentini (2/2 ai liberi) e chiude al 30’ conservando un seppur risicato vantaggio (54-53). Passa il tempo e Catanzaro sembra poter portare a casa il bottino. Saccardo e le triple di Battaglia e Cattani assicurano agli ospiti un +7 (61-68) al 36’. Manca la stoccata decisiva che i giallo-rossi vorrebbero dare dal perimetro dove però affrettano troppo le conclusioni diventando imprecisi. Pate, Battaglia e Pellicanò registrano uno 0/3 da 3 pt permettendo al Venafro di rientrare in gara. Trentini e il più preciso Mengoni (il n. 6 trova altre due conclusioni dalla distanza) portano la Dynamic avanti di un punto ad un minuto dal termine (69-68). Proprio Mengoni commette il suo quinto fallo su Pate ed è costretto a lasciare la contesa sostituito da Ferraro. Dopo il 2/2 del giallo-rosso dalla lunetta coach Tunno richiede sospensione. Cattani tenta la conclusione dalla lunga ma con poca fortuna, più preciso è Trentini da sotto che riporta avanti i suoi 71-70. Pellicanò ferma fallosamente Minchella che preciso insacca un 2/2. Stessa sorte per Fall che manda in lunetta Parlato per il decisivo 2/2 con cui Venafro chiude la pratica Catanzaro. L’ultimo canestro di Battaglia serve solo a diminuire la differenza canestri. Finisce 75-72 con Venafro che mantiene l’imbattibilità interna e può godersi, complice il turno di riposo osservato dalla Magic Team Benevento, la solitaria leadership. Asso vincente della gara molisana è stato sicuramente la precisione dal tiro da 3 pt con un 40% contro il 32% dei calabresi. Meno precisi invece da 2 pt dove Venafro ha fatto registrare un 42% contro il 58% della Planet. I padroni di casa mandano in doppia quattro uomini per complessivi 66 punti sui 75 totali: Parlato (21), Mengoni (19), Trentini (15) e Alesse (11), chiaro segnale di come coach Mascio abbia puntato tutto sui propri atleti migliori ruotando solo i 7/10 della panchina. Rotazione più lunghe invece per coach Tunno che ha concesso minuti ai 9/10 dei propri uomini. La Planet Catanzaro non porta a casa i due punti ma i giallo-rossi non hanno comunque sfigurato dimostrando di meritare l’attuale posizione in classifica. Anche per gli ospiti quattro gli uomini in doppia cifra con Saccardo (18 pt e 11 rimbalzi) miglior realizzatore e fondamentale nella prevalenza a rimbalzo fatta registrare dai calabresi a fine gara (35 contro i 23 del Venafro), a seguire Pate (15), Cattani (11) e Fall (10) senza dimenticare il giovane Battaglia (9) che ha dato prova di continuità con la bella prestazione della settimana scorsa. Ora non resta ai ragazzi di coach Tunno che affilare le armi in vista del prossimo delicatissimo impegno, questa volta fra le mura dell’inviolato Pala Pulerà, contro la vice capolista Magic Team Benevento per lanciare la scalata al secondo gradino del podio.

Questi gli altri risultati dell’ottava giornata di campionato:

CUS Jonico Basket Taranto – Pall. Città di Airola 64-52, Megaride Basket Napoli – AP Monopoli SSD 67-70, Delta Basket Salerno – Gammauto Chevrolet Molfetta 63-88, Lotti Juvetrani – Quarta Caffè Monteroni 75-81, Geofarma Mola – ASD Pall. Benevento 71-78, Pol. Virtus Monte di Procida – River Libertas Taranto 73-82, turno di riposo per la Magic Team Benevento.

 

FARMACIA SARDELLA VENAFRO – PLANET GROUP CATANZARO 75-72

(23-18, 34-35, 54-53)

VENAFRO: Parlato 21, Mengoni 19, Alesse 11, Trentini 15, Ferraro, Minchella 7, Jelic, Cardarelli A. ne, Cardarelli E. ne, Brusello ne. Coach: Arturo Mascio

CATANZARO: Pate 15, Pellicanò 7, Saccardo 18, Scuderi 2, Zofrea, Cattani 11, Fall 10, Battaglia 9, Ippolito, Pulinas ne. Coach: Fabrizio Tunno

ARBITRI: Luigi Marino di Parete (CE) e Tommaso Rinaldi di San Nicola La Strada (CE).

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Foto di archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons