DNC: Planet, niente da fare a Monteroni, i pugliesi si aggiudicano gara 1

 

Sconfitta pesante per gli uomini di coach Tunno che hanno faticato molto a reggere il ritmo degli avversari subendo una difesa dei padroni di casa che ha lasciato loro poche iniziative in attacco soprattutto nella prima parte di gara. Nei primi 20’ minuti, chiusi con il parziale di 40-31, il solo ad essere incisivo per la Planet è stato Antonio Saccardo, autore di 18 punti con un 9/9 da 2 pt. Ma, dato ancor più significativo, è stato l’unico, eccezion fatta per due triple di Ippolito e un canestro di Pate, a realizzare dal campo. Veramente pochi gli altri tentativi degli ospiti (10/14 da 2 pt e 2/5 da 3 pt) con Cattani, Scuderi e Fall ad andare a referto solo dalla lunetta. Monteroni ha iniziato subito con un buon gioco di squadra che alla fine ha premiato gli uomini di coach Lezzi. A metà gara il miglior realizzatore per i giallo-blu è stato Chirico (12) ma, ad eccezione di Rotolo, tutti gli atleti schierati a rotazione sul parquet hanno contribuito alla causa leccese.

Al fischio di inizio i padroni di casa scendono in campo con Rotolo, Serroni, Chirico, Faggiano e Paiano Amoroso; coach Tunno opta per Scuderi, Pellicanò, Ippolito, Fall e Saccardo.

Il Quarta Caffè si porta subito in vantaggio grazie a Serroni, una tripla di Chirico e i centimetri di Paiano Amoroso (9-2). Saccardo si dimostra subito risolutivo, Fall fa 2/2 dalla lunetta e Catanzaro rosicchia quasi tutto il primo passivo (9-8). Si va avanti punto a punto fin quando il 2/2 di Cattani ai tiri liberi impatta la situazione sul 15-15. L’ultimo canestro di Errico permette al Monteroni di chiudere il primo parziale avanti 17-15. Il secondo tempo si apre con i leccesi che spingono sull’acceleratore. E’ un Chirico scatenato quello che segna 7 punti in meno di 3’ ben assistito da Manca mentre la Planet risponde con Pate e Saccardo fino al 26-19. A metterci una pezza arriva Ippolito con due triple consecutive che annullano la seconda fuga dei padroni di casa (26-25). Anche Monteroni inizia a colpire dalla distanza con Manca e Durini, i calabresi appaiono poco risolutivi concentrando i giochi sul solo Saccardo autore degli ultimi 6 punti giallo-rossi. Il lungo catanzarese deve contrastare da solo Paiano Amoroso, Chirico, Faggiano e Durini che invece trovano con continuità la via del canestro con un break di 14-6 che porta gli uomini di coach Lezzi negli spogliatori con il parziale di 40-31. Dopo l’intervallo è la Planet a trovare con Scuderi la prima realizzazione della terza frazione. Il giovane giallo-rosso segna il canestro del 40-33, subisce fallo da Rotolo e non sbaglia il libero aggiuntivo che porta gli ospiti sul 40-34. Serata decisamente negativa per i colori calabresi che subiscono nuovamente l’accelerazione dei padroni di casa sempre a firma di Paiano Amoroso e Chirico decisamente a proprio agio nelle rispettive zone del campo. Pellicanò ci prova da fuori ma in 3’ i giallo-blu segnano un terzo break di 9-2 con cui portano il proprio vantaggio in doppia cifra (49-36). Cattani, Scuderi e Ippolito centrano il canestro solo dalla lunetta e lo svantaggio della Planet aumenta fino al -15 (56-41). 4 punti consecutivi di Yande Fall riportano la situazione sul -11 (56-45) quando a Cattani ferma fallosamente Durini a cui si aggiunge un tecnico fischiato dalla coppia arbitrale che concede all’avversario la possibilità di 4 tiri liberi. Durini ne realizza solo 3 (59-45), poi è Rotolo fermato fallosamente da Ippolito a bissare la gita in lunetta dove insacca un preciso 2/2 con cui chiude il terzo quarto con il risultato di 61-45. Uno svantaggio impossibile da recuperare anche a causa del perdurare delle difficoltà offensive riscontrate dai giallo-rossi. L’ultimo tempo serve al Monteroni solo per aumentare il proprio vantaggio fino alla sirena finale alla quale gli uomini di coach Lezzi arrivano con il risultato di 83-62.

Il Quarta Caffè Monteroni riesce così a portare la serie sull’1-0 a proprio favore grazie soprattutto all’ottima serata della coppia Chirico (24)-Paiano Amoroso (21), autori di ben 45 punti sugli 83 totali di squadra. Percentuali più che buone per i padroni di casa che hanno tirato con un 24/38 (63%) da 2 pt e un 6/12 (50%) da 3 pt a cui hanno aggiunto anche un 17/22 (77%) ai tiri liberi. Serata decisamente negativa invece per la Planet affidatasi nella prima parte di gara, come detto, al solo Saccardo. Dopo aver dato il meglio di sé, il gigante giallo-rosso ha rallentato nei secondi 20’ imponendo così al resto della squadra di prendere maggiori responsabilità in campo. Poche le occasioni costruite rispetto agli avversari ma comunque buona la percentuale del tiro da 2 pt (17/26 pari al 65%) dove però ha influito molto il 9/12 di Saccardo; decisamente più basse le realizzazioni dall’arco con un 2/8 da 3 pt pari al 25%. Tre gli uomini in doppia per coach Tunno: oltre a Saccardo (18) anche Fall (13) e Scuderi (10).

La Planet avrà ora a disposizione un unico risultato utile giovedì prossimo in gara 2 a Catanzaro: al Pala Giovino Cattani e compagni dovranno necessariamente vincere se vorranno rimandare l’esito di questo turno di semi-finale allo spareggio.

QUARTA CAFFE’ MONTERONI – PLANET GROUP CATANZARO 83-62

(17-15, 40-31, 62-48)

MONTERONI: Chirico 24, Rotolo 2, Paiano Amoroso 21, Serroni 3, Faggiano 5, Durini 10, Manca 13, Errico 5, Provenzano ne, Spada ne. Coach: Antonio Lezzi

CATANZARO: Scuderi 10, Pellicanò 4, Fall 13, Saccardo 18, Ippolito 8, Cattani 5, Pate 4, Battaglia, Carella, Zofrea ne. Coach: Fabrizio Tunno

ARBITRI:  Guido Giovannetti di Terni e Marco D’Emilio di Roseto degli Abruzzi (TE).

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

(foto di repertorio)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons