DNC: Planet sconfitta a Mola, ora quattro settimane di riposo

 

Una gara dal punteggio basso ma anche decisamente fisica in cui gli atleti in campo hanno speso molto. Una partita iniziata bene per i calabresi ma condizionata, già dal secondo quarto, dalle basse percentuali fatte registrare in attacco. Costretti ad inseguire, poi, i giallo-rossi hanno optato per conclusioni dalla distanza che domenica sera non hanno premiato l’intraprendenza di Cattani e compagni.

Dopo il minuto di silenzio disposto dal presidente Meneghin per onorare la memoria del militare italiano caduto in Afghanistan, Mola scende in campo con lo starting five formato da Salamina, Luisi, Rollo, Mazzotta e Di Mola; coach Tunno schiera invece Scuderi, Pellicanò, Cattani, Fall e Saccardo.

Il primo quarto è quello in cui la Planet costruisce di più preferendo le conclusioni dalla media (6/10) rispetto a giochi perimetrali (1/3). Non così invece per la Geofarma che trova parecchie difficoltà in area (2/9) e nel tentativo di ricucire il vantaggio ospite si lancia in conclusioni spesso affrettate dall’arco (2/8). Fall e la tripla di Cattani lanciano i calabresi fino al +7 (2-9) di metà quarto. Le triple di Di Mola e Mazzotta accorciano in parte il gap (8-11) ma Fall sembra davvero incontenibile e insieme a Battaglia chiude con un +5 (10-15) a favore dei giallo-rossi un primo tempo tutto sommato abbastanza pulito in cui nessuna delle due formazioni ha concesso opportunità di tiri liberi ai propri avversari. Giochi differenti invece nella seconda frazione in cui Catanzaro inizia ad accusare un calo nelle percentuali che permette ai pugliesi di recuperare punto dopo punto lo svantaggio. Rollo e Mazzotta impattano per la prima volta sul 15-15 dopo 1:30” di gioco. La Planet fatica molto in attacco trovando il primo canestro al 14’ con Saccardo. La bella tripla di Cattani  annulla al 15’ gli sforzi della Geofarma (15-20). I calabresi non segnano più dal campo trovando i restanti punti solo grazie ai tiri liberi dove Saccardo e Scuderi realizzano un discreto 5/7. La maggiore precisione dei bianco-azzurri invece spinge Persichella e Laquintana a confezionare il break di 9-5 con cui chiudono al 20’ sul 24-25. Percentuali in calo dicevamo per Catanzaro che fa tanta fatica a capitalizzare i possessi palla facendo registrare nel solo secondo tempo 1/9 da 2 pt e 1/5 da 3 pt. Nei terzi 10’, con un parziale di 22-16, i padroni di casa annullano ogni stacco e sanciscono il proprio vantaggio che conservano fino alla fine complici anche le continue fatiche dell’attacco giallo-rosso che su 30 punti segnati nei secondi 20’ ne realizza ben 17 con tiri liberi perdendo anche 13 palle sulle 23 totali di fine gara. In avvio di quarto, Saccardo commette già il suo terzo fallo e viene fatto accomodare in panchina da coach Tunno. Con il lungo calabrese fuori per forza di cose, è il solo Fall ad attirare le attenzioni della difesa pugliese. Mola trova in Mazzotta il three pointer che fa la differenza. Con tre realizzazioni consecutive dalla distanza il n. 13 bianco-azzurro contribuisce in modo determinante a rafforzare il vantaggio dei padroni di casa (38-31 al 26’). Nel frattempo dopo quasi 3’ di gioco coach Lotesoriere perde  Salamina che ha la peggio in uno scontro di gioco con Scuderi. La caviglia del play pugliese non regge e il giocatore è costretto ad abbandonare il campo. Senza il regista titolare, i giochi della Geofarma sono nelle mani di Laquintana che prepara il proprio exploit dell’ultimo quarto. Costretto a rincorrere, coach Tunno decide di giocare nuovamente la carta Saccardo che assicura un po’ di ossigeno al gioco della Planet ma termina la sua personale gara al 30’ quando commette il suo quinto fallo. A fil di sirena, Fall segna il canestro del 46-41. I primi 5’ dell’ultima frazione sono una gara a chi sbaglia di più. Mola non indovina un tiro, Catanzaro lo fa solo dalla lunetta dove con un 3/4 di Ippolito e Fall riesce a riavvicinarsi ai locali (46-44). Un’opportunità che la Planet non sfrutta permettendo a Laquintana e soci di accelerare nuovamente. Dapprima sono Di Mola e Persichella a portare la propria squadra sul +4 (52-48), poi sale in cattedra Laquintana che inizia a trovare canestri da ogni parte del campo segnando 9 punti consecutivi (61-52). A 2’ dal fischio finale la contesa perde uno dei suoi protagonisti. A rimbalzo Fall e Luisi si scontrano, chi ha la peggio è il giovane giallo-rosso che rimane a terra dolorante al fianco e portato poi in ospedale per i dovuti accertamenti. A lui sono rivolti i migliori auguri di una pronta ripresa da parte di tutta la redazione di Reggioacanestro.com. A giochi conclusi la tripla di Carella (61-55) serve a dare soddisfazione al giovane n. 18. Ad una manciata di secondi dalla fine la coppia arbitrale fischia fallo tecnico alla panchina giallo-rossa; Mazzotta in lunetta ha a disposizione 4 tiri liberi che realizza fissando il finale di gara sul 65-55.

Niente da fare per la Planet Group Catanzaro che si congeda dal proprio pubblico con questa sconfitta prima della lunga pausa primaverile. Una serata negativa al tiro con soli 55 punti segnati (12/29 da 2 pt, 3/20 da 3 pt e 22/31 ai liberi) in una gara molto fisica che ha messo alla prova gli atleti di entrambi gli schieramenti. Percentuali non altissime anche per Mola che ha tirato con un 14/37 da 2 pt, 7/25 da 3 pt e 16/24 ai liberi. Una sconfitta, quella della Planet, maturata in casa di una delle migliori squadre del girone di ritorno alla sua ottava vittoria nelle ultime dieci gare disputate. La Geofarma ha indovinato un trend completamente diverso rispetto a quello tenuto nella prima parte di campionato che ha permesso agli uomini di coach Lotesoriere di scalare posizioni in classifica per tentare di centrare l’obiettivo play-off. Fra i padroni di casa, migliori in campo sono stati Mazzotta (24) e Laquintana (16) mentre per la Planet nessun dubbio sulla prova di Fall, unico in doppia cifra (17) a cui ha abbinato anche 12 rimbalzi catturati e 9 falli subiti.

Nonostante la sconfitta, la Planet Basket conserva la quarta posizione in classifica raggiunta a punti (28) dalla Magic Team Benevento. Fra turni di stop forzato e pausa pasquale, ora i giallo-rossi si godranno quattro settimane di riposo. Ci saranno da recuperare Pate e Fall e smaltire i carichi di lavoro che arrivati a fine stagione potrebbero incidere sul rendimento dei singoli. Il campionato di Cattani e compagni riprenderà il 22 Aprile con l’attesa sfida casalinga contro la Gammauto Chevrolet Molfetta.

Questi gli altri risultati del 26^ turno di campionato: Magic Team Benevento – CUS Jonico Basket Taranto 80-76, Gammauto Chevrolet Molfetta – Lotti Juvetrani 84-78, Delta Basket Salerno – Pall. Città di Airola 72-69, Quarta Caffè Monteroni – Farmacia Sardella Venafro 82-61, Pol. Virtus Monte di Procida – AP Monopoli SSD 75-66; turno di riposo per Julie News Napoli e Idnamic Benevento.

GEOFARMA MOLA – PLANET GROUP CATANZARO 65-55

(10-15, 24-25, 46-41)

ARBITRI: Alessio Sansone e Lorenzo Lupelli di Aprilia (LT)

MOLA: Laquintana 16, Brunetti ne, Gentile 6, Rollo 5, Picuno 2, Luisi 5, Mazzotta 24, Di Mola 7, Persichella 6, Salamina. Coach: Alessandro Lotesoriere

CATANZARO: Carpanzano ne, Battaglia 5, Ippolito 6, Zofrea ne, Scuderi 9, Pellicanò 3, Saccardo 6, Cattani 6, Carella 3, Fall 17. Coach: Fabrizio Tunno.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons