DNC: Planet, vittoria e quarto posto

Per raccontare un normale pomeriggio di pallacanestro questa volta partiamo dalla fine, ovvero dall’unanime dedica di coach Fabrizio Tunno, di capitan Andrea Cattani e di Mattia Zofrea che, rispecchiando il pensiero dell’intera squadra, hanno giocato ed hanno vinto per Nico Bianco. Domenica scorsa sarebbe stato il giorno del compleanno di Nico e tutti lo hanno voluto ricordare con “una vittoria di questa squadra che porta il suo nome, il nome della sua palestra, della sua vita”.

Obiettivi simili per entrambe le squadre: la Planet alla ricerca della vittoria per consolidare il quarto posto in classifica, Molfetta per mettere al sicuro il secondo gradino del podio. Durante la gara, i meriti dei padroni di casa, autori di un’ottima prestazione con giocate veloci e precise, si sommano ai demeriti degli ospiti che poco possono in difesa subendo alla fine dei 40’ regolamentari ben 91 punti. Coach Gesmundo fa ruotare i 10/10 della propria panchina, rotazioni più limitate per coach Fabrizio Tunno che, all’ancora indisponibile Pate, deve sommare anche Carella, entrambi in panchina ad onor di firma. La bella sorpresa della serata è l’utilizzo di Zofrea, in campo fin dall’inizio, che sa sfruttare l’occasione concessagli dal proprio allenatore in una gara peraltro tanto importante.

Al fischio d’inizio coach Gesmundo schiera Corvino, Di Lauro, Cecchetti, Bei e Lombaro, coach Tunno risponde con Scuderi, Pellicanò, Cattani, Zofrea e Fall. Parte subito bene la Planet con un monologo della coppia Pellicanò-Fall (migliori realizzatori dei giallo-rossi con 17 e 21 punti) che piazzano il primo parziale di 7-2. Con un Corvino poco incisivo in questa prima parte di gara, sono Cecchetti, Lombardo e Bacchini a tenere a galla i pugliesi anche se lo strapotere di Fall e la precisione di Pellicanò spingono i locali sul 17-9. Molfetta recupera in parte lo svantaggio e Cecchetti approfitta di una svista della difesa catanzarese infilando la tripla del 19-16. Niente da fare per i bianco-blu perché l’ultimo 4-0 di Cattani-Fall manda le squadre al primo riposo con il parziale di 23-16. Vantaggio che si dilata nel secondo quarto quando, a differenza del primo, la Planet gioca in maniera più corale trovando importanti contributi da tutti gli otto uomini a disposizione di coach Tunno. Al 13’ le squadre pasticciano a metà campo, Corvino e Battaglia si contendono un pallone vagante, ad avere la meglio è il giovane catanzarese che serve a Scuderi il preciso assist per la tripla che vale il +10 (29-19). La Gammauto soffre parecchio in difesa ma riesce a tenere il punteggio fino al 42-32 in dirittura di arrivo di seconda frazione. Poi paga la sterilità del proprio attacco capace di segnare solo un 2/2 ai tiri liberi con Corvino e subire il break di 8-2 grazie al quale la Planet può rientrare negli spogliatoi con un confortante +16 (50-34). Dopo l’intervallo lungo, i padroni di casa volano fino al +20 (54-34) grazie alla coppia Pellicanò-Fall. Bei e la tripla di Cecchetti firmano il mini break di 0-5 con cui gli ospiti accorciano le distanza (54-39), parziale prontamente annullato da 5 punti consecutivi di Yande Fall (59-39). La Planet inizia ad abbassare la guardia sprecando qualche occasione di troppo che permette a Molfetta una seppur parvenza di rientro in gara con un doppio step di avvicinamento. Dapprima Corvino, Bei e Di Lauro realizzano un parziale di 0-7 portando si sul -13; dopo il 2/2 di Ippolito dalla lunetta (61-46) sono Lombardo e due triple in successione di Bacchini e Corvino (quest’ultimo realizza anche il libero aggiuntivo per fallo subito) a firmare il secondo break di 0-9 con cui i bianco-blu si portano fino al -6 (61-55) ad 1:43” dalla fine della terza frazione. Lo scossone Planet arriva in rapido contropiede e con una tripla di Cattani a 7” dalla terza sirena che chiude il contro-break di 7-0 con cui i padroni di casa si portano nuovamente sul +13 (68-55).  L’ultimo quarto è pura amministrazione di gioco senza grandi scossoni. Cattani e compagni controllano agevolmente la gara incrementando nuovamente il proprio vantaggio fino al +20 del 35’ (78-58 realizzato da Scuderi). Gli ultimi minuti scivolano via fra gli applausi del pubblico presente, fra gli altri anche una rappresentativa pugliese che non ha mai smesso di incitare la propria squadra, con il tabellone luminoso che al 40’ segna il finale di 91-70.

Bella ed importante vittoria per la Planet Group Catanzaro grazie alla quale i calabresi conquistano la matematica certezza del quarto posto in classifica, risultato impensabile alla fine del girone di andata. Più che soddisfatto coach Tunno per le ottime risposte di tutto il gruppo nel quale si è ben distinto, con qualche errore del tutto normale, il poker di giovanotti “made in Catanzaro” Scuderi, Battaglia, Ippolito e Zofrea. “Un calo soprattutto psicologico” invece il commento di coach Gesmundo in sala stampa. La Gammauto era alla ricerca matematica del secondo posto. Consapevoli di poter contare sull’ultima di regular season davanti al proprio pubblico contro il fanalino di coda Julie News Napoli, i bianco-azzurri hanno probabilmente affrontato il match in maniera più rilassata. Fatto sta che Catanzaro e Molfetta hanno costruito nel corso dell’incontro pressoché le stesse occasioni ma i padroni di casa sono stati molto più precisi in fase realizzativa. La Planet ha tirato con un 27/50 da 2 pt, 6/26 da 3 pt e 33/76 ai liberi; meno precisi i pugliesi autori di un 15/55 da 2 pt, 8/27 da 3 pt e 23/82 ai tiri liberi. Ben 5 uomini in doppia cifra per i padroni di casa con un Yande Fall nuovamente determinante (per lui 21 punti e 15 rimbalzi), bene anche Pellicanò (17), Scuderi (13), Battaglia (11) e Cattani (10). Molfetta ha fatto registrare invece le doppie cifre di Corvino (17) e Lombardo (12), entrambi ben chiusi dalla difesa catanzarese, Bacchini (12) e Cechetti (10).

Il girone H della DNC scriverà il “the end” di questa regular season sabato prossimo alle ore 20:30 con un ultimo turno in contemporanea per tutte le squadre. La scalata nel ranking della Planet continuerà anche negli ultimi 40 minuti di stagione regolare. L’attuale quarto posto dei giallo-rossi, in caso di vittoria sul campo del Monopoli e concomitante sconfitta della Magic Team Benevento nel derby contro l’Idnamic, potrebbe trasformarsi infatti in una medaglia di bronzo al primo anno in DNC.

Questi gli altri risultati della 29^ giornata di campionato: CUS Jonico Taranto – AP Monopoli 66-64, Julie News Napoli – Virtus Monte di Procida 89-73, Farmacia Sardella Venafro – Magic Team Benevento 62-73, Idnamic Benevento – Quarta Caffè Monteroni 73-79, Geofarma Mola – Delta Basket Salerno 68-60; turno di riposo per Pall. Città di Airola e Lotti Juvetrani.

 

PLANET BASKET CATANZARO – GAMMAUTO CHEVROLET MOLFETTA 91-70

(23-16, 50-34, 68-55)

CATANZARO: Scuderi 13, Cattani 10, Pellicanò 17, Fall 21, Battaglia 11, Zofrea 4, Saccardo 6, Ippolito 9, Pate ne, Carella ne. Coach: Fabrizio Tunno

MOLFETTA: Di Lauro 7, Corvino 17, Lombardo 12, Bei 7, Cecchetti 10, Bacchini 12, Sancillo 3, Binetti 2, De Gennaro, Sallustio. Coach: Giovanni Gesmundo

ARBITRI: Antonio Ramondini e Francesco Praticò di Reggio Calabria

 

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com         

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons