E’ TORNATO LO SPIRITO VIOLA

Giocatori, staff tecnico, società e tifosi, tutti uniti con l’unico intento di raggiungere l’obiettivo salvezza. Al PalaTricalle di Chieti si è rivisto il vero spirito Viola.

Festeggiare una vittoria importante come quella ottenuta ieri a Chieti è il modo migliore per celebrare sportivamente il 1° Maggio, festa del lavoro.

E’ proprio grazie al lavoro di questi ragazzi, dello staff tecnico e della società che ieri si è riusciti a gettare il cuore oltre l’ostacolo ottenendo un successo dal valore inestimabile. Ma un grandissimo contributo, come sempre, lo hanno dato anche i tifosi, giunti da Reggio e da ogni parte d’Italia.

Possiamo davvero dirlo. Ieri, al PalaTricalle, si è rivisto il vero spirito Viola, una simbiosi unica e perfetta tra tifosi, giocatori, staff tecnico, società e giornalisti al seguito. Un abbraccio unico con l’intento comune di riuscire nell’impresa di tornare a Reggio Calabria con un successo e giocare la salvezza sul parquet del PalaCalafiore.

Chi ha vissuto dal vivo l’atmosfera del PalaTricalle ha potuto assaporare la tensione, la grinta, la sofferenza e poi la gioia esplosa al termine di 45 minuti davvero intensi. Ma anche chi ha seguito la partita da casa, in streaming, come il “nostro” Patrick Baldassarre, ha sofferto e gioito, sentendosi parte del gruppo, di quella simbiosi neroarancio, e questo grazie proprio allo “spirito Viola”.

I tifosi della curva Massimo Rappoccio, negli istanti più importanti della gara, hanno persino ritenuto che affiancare fisicamente i ragazzi durante un timeout decisivo avrebbe potuto dare loro un’ulteriore carica. E non ci hanno pensato un attimo a lasciare la loro postazione in curva per posizionarsi accanto alla panchina dei neroarancio.

Sarà felicissimo, ne siamo certi, anche il patron Muscolino che proprio qualche settimana fa esortava tutti (società stessa e tifosi) a mettere da parte le polemiche e ad unirsi per raggiungere un obiettivo che, mai come quest’anno, rappresenta un traguardo imprescindibile.

La salvezza, però, è ancora da conquistare: mancano due vittorie che i neroarancio potranno ottenere solo se lo “spirito Viola” continuerà ad abbracciare tutte le componenti che storicamente hanno reso questa squadra l’orgoglio della città di Reggio Calabria.

Gara 2 di martedì sarà importante ma lo sarà ancor di più l’appuntamento di venerdì sera a Reggio Calabria (ore 20.30 al PalaCalafiore) dove servirà l’apporto di tutti coloro che hanno a cuore non la Viola ma la voglia di una città intera di continuare a rappresentare la parte migliore della città di Reggio in tutta Italia.

Forza VIOLA !!!

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

Show Buttons
Hide Buttons