Ecoservice, Ciak si vince

2 punti assolutamente inaspettati per le condizioni ambientali vissute nella settimana precedente a questa partita, ma assolutamente stra-strameritati per quello che si è visto in campo.

 

AUTOGESTIONE – Accade come in quelle pellicole americane, che ci raccontano di avventure sportive epiche o comunque particolari e sui generis, ieri sera al PalaPentimele si è vissuto proprio qualcosa di simile. Si assiste alla sublimazione della più completa autogestione in campo degli atleti di casa, che porta alla vittoria finale. Precisiamo meglio: un occhio attento capisce subito che è capitan Meduri a guidare i propri compagni nelle scelte di gioco, mentre dietro la panchina è il sig. Antonio Pellegrino a dettare gli avvicendamenti sul parquet, insomma la barca non solo galleggia ma dimostra anche di poter navigare.

PUNTO A PUNTO – La partita contro Gravina è tutta vissuta sul filo dell’equilibrio. I rossoblu etnei reduci da 3 vittorie consecutive, sono apparsi una squadra forte e molto ben attrezzata, guidati dal velocissimo Vitale in cabina di regia, mentre sul perimetro agiscono l’ex Catania Consoli e Gulinello,sotto le plance il binomio è dei migliori con l’ex Acireale Luigi Russo ed il totem Verzì a completare un quintetto niente male. L’assenza dell’ultimo minuto è quella di Casiraghi, giocatore di classe che sicuramente avrebbe dato maggiore qualità nelle rotazioni agli ospiti. I nostri ragazzi scendono in campo con il quintetto standard: Meduri, Canale, Cerami, Barreca, Sabarese. La partita è molto fisica, si segna poco ma si corre tanto, al 10’ il tabellone segna un 9-9 da minibasket. Gli amanti del gioco offensivo vengono tuttavia ripagati nel secondo quarto, iniziano ad entrare le triple specialità tipica degli esterni reggini Sergi, Canale e Cerami. Gli ospiti giocano contratti, perdono tanti palloni e sono forse un po’ sorpresi dall’atteggiamento per nulla arrendevole dei padroni di casa, si va al riposo lungo con i siciliani avanti di 3 lunghezze 30-33.

CIAK 2 SI GIRA! – Al rientro dagli spogliatoi la Eco Services Reggio non solo non lascia ma anzi addirittura raddoppia trovandosi sempre avanti nel punteggio. Tiri liberi di Cerami al 23’ (36-35), risposta di Consoli al 25’ (37-37), mini break casalingo con canestro ancora di Canale in penetrazione e bomba di Costantino (42-37 al 26’), ospiti a segno con Vetrano e Luigi Russo, il tabellone segna 44-42 alla fine del terzo quarto. L’impressione è che, salvo eventi imprevisti, l’incontro si deciderà negli ultimissimi secondi, ed infatti così accede. Il piccolo allungo dei reggini al 35’ 57-51 viene prontamente ricucito dagli ospiti, a 25” dalla fine Consoli recupera dalla spazzatura un rimbalzo offensivo, segna appoggiando a tabellone e subisce fallo. 57-57 e possibilità di sorpasso per gli etnei. Il tiro libero sbatte contro il secondo ferro, il rimbalzo è saldamente nelle mani di Nino Barreca che non segnerà tanto ma in termini di recuperi e rimbalzi appare insuperabile. Ultimo possesso in cui tutti immaginano che sarà capitan Meduri a finalizzare ed invece il play reggino cede il pallone a 10” dalla fine a Daniele Cerami, il quale parte in penetrazione dalla sinistra accentrandosi e arrivato all’altezza della lunetta si alza in elevazione: la palla rimbalza per due volte sul ferro per poi finire dentro +2 59-57 a soli tre secondi dalla fine. La guardia reggina sigilla, così, la propria prestazione maiuscola da MVP dell’incontro. 

VITTORIA – Prontamente coach Minnella chiama l’ultimo time-out a propria disposizione, cercando di imbastire l’ultima azione di gioco. Sulla rimessa a metà campo, dopo una partita senz’altro positiva il play Vitale però si incarta e commette infrazione di passi. Finisce così l’incontro, con la squadra dello stretto che a dispetto di tutti i pronostici della vigilia, conquista i due punti in palio. Vittoria di cuore e orgoglio, ottimo viatico per il prosieguo del campionato.

Dario Catalano

Resp.Mrk Ecoservices Audax

Reggioacanestro.com

Eco Services Rc – Sport Club Gravina 59-57

Reggio Calabria: Meduri 4, Costantino 3, Barreca 6, Iero, Cerami 18, Canale 11, Sabarese 7, Sergi 10, Brienza ne.
Gravina: Vitale 20, Gulinello 8, Consoli 9, Barbera 1, Vetrano 3, Russo G.,Caltabiano 3, Verzì 2, Russo L. 11. coach: Minnella.
Arbitri: Santoro Barbara e Padula Stefano di Caserta

Note: RC t2 18/33 55% – t3 5/16 31% – tl 8/14 57% – rimb 29 – ff 21 fs17 – val 68 ; GRA t2 14/34 41% – t3 4/16 25% – tl 17/21 81% – rimb 30 – ff17 fs21 – val 54 ; Prima dell’inizio della gara osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime dell’alluvione del Messinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons