Test amichevole

 

 

Entrambe le squadre hanno grande voglia di vincere,entrambe sono partite con un piede sbagliato nei rispettivi campionati:la Botteghelle paga tanta sfortuna nei finali delle gare contro Villa,Rende e Viola.

La Kleos, da “matricola” con un roster fuori-categoria deve rialzarsi dopo due sconfitte consecutive contro Ccb e Target.

Ieri sera,grande corsa e grandi motivazioni per i due gruppi.

La Kleos ha giocato su ottimi ritmi contro la velocità dei bianco-blu.

Ottime indicazioni per entrambe le squadre ed un buon modo per mantenere alta la tensione.Tantissimi gli ex nella Kleos orfani di Meduri ed Aloi:Antonio Cugliandro,Vinci,Canale ed il Dirigente Pino Mauro hanno vestito la canotta del Presidente Musolino.

Domenica la Botteghelle di Coach D’Agostino cerca il bis di vittorie sul campo del Rosarno.

La Kleos vuole il primo successo:per farlo Cugliandro e soci affrontano il Siderno nel proprio esordio casalingo.

Edizione straordinaria

 

 

Per fortuna e toccando ferro la Viola è viva e vegeta.Volevamo solamente presentarvi il nuovo quadro del nostro concorso Basket & Arte. Considerato l’allarmismo(che fa piacere,vuol dire che la gente vuole bene alla Viola Basket) ne anticipiamo la pubblicazione.

di Carlo Vetere – l’Urlo di Pasquale Favano

Le nostre paure erano fondate, tutto è compiuto, la tragedia consumata.

Nel momento di maggior difficoltà ed imbarazzo in cui versa l’impiantistica reggina, tra carte e infiniti lavori che ne regolano l’agibilità o sequestri giudiziari, solo un palazzetto sembra reggere alla furia degli eventi e del tempo: il Centro sportivo Viola “Massimo Mazzetto” che ormai viene abusato per qualsiasi attività.

Dopo la pallacanestro ed il calcetto, varcheranno da oggi i gialli e robusti cancelli anche il Curling, l’Equitazione, si terranno tornei serali di Burraco, briscola e tressette, rassegne cinematografice di film neorealistici cecoslovacchi, Balli sociali della terza età, sfruttando così a pieno regime, h24 NO STOP, ogni risorsa, ogni lampadina della palestra del rione Modena.

Il tutto nel pesante, assordante silenzio di politica, isitituzioni, stampa, tv e giornali.

Solo un uomo, uno soltanto, a questa terribile notizia ha elevato il suo coraggioso grido di protesta, soltanto lui: PASQUALE FAVANO, per un urlo che non rimarrà inascoltato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons