EuroBasket Women 2021 Qualifiers. Romania-Italia oggi nella “bolla” di Riga (18.45, SkySportArena). Lardo: “Vogliamo imporre il nostro gioco”

A un anno esatto dall’ultima gara ufficiale, torna in campo la Nazionale femminile. Le ragazze del CT Lino Lardo, storico Coach dell’ultima grande Viola, affronteranno oggi, nella “bolla” di Riga, la prima delle due partite previste per la seconda finestra di qualificazione a EuroBasket Women 2021. Alle 18.45 italiane (19.45 in Lettonia), con diretta su Sky Sport Arena, l’Italia sfiderà la Romania, squadra con gli stessi punti delle Azzurre ma avanti nella classifica del gruppo D grazie alla migliore differenza canestri (+14).

Un vero e proprio crocevia sulla strada per il campionato europeo che si disputerà in estate tra Spagna e Francia (17-27 giugno). Per rimanere in corsa, l’Italia dovrà battere le romene per scavalcarle in classifica e poi provare, domenica, a ribaltare il -10 dell’andata contro la Repubblica Ceca. Una missione tutt’altro che semplice visti i pochi giorni a disposizione del CT per lavorare con la squadra e soprattutto per le condizioni in cui tutte le Nazionali sono giunte a Riga, ovvero facendo i conti con le tante defezioni dovute ai contagi da COVID-19. All’EuroBasket Women 2021 si qualificano le prime classificate dei nove gironi e cinque delle migliori seconde.

Il commento del CT Lardo: “Inutile dire che per noi questa è una partita di fondamentale importanza per la classifica del girone. Si torna in campo dopo un anno e con pochi giorni di allenamento e per questo non è stato possibile curare tutti i particolari ma quello che sicuramente vogliamo è imporre il nostro gioco, tenere i ritmi alti in difesa, mettere energia in ogni parte del campo e metterle in difficoltà per non consentire loro di giocare facilmente in mezzo al campo. Mancherà Walker ma avranno, insieme a Parau e Marginean, diverse giocatrici che nel novembre scorso non c’erano e che sopperiranno all’assenza. La Romania è una squadra molto fisica e conterà tanto l’intensità del nostro ritmo in partita”.

La squadra ha abbassato l’età media formando, tra veterane ed esordienti, un mix che Lino Lardo ha
potenziato lavorando sul campo sulla mentalità di ogni giocatrice, chiamata a dare il proprio contributo in un clima di collaborazione e condivisione. Si punta sull’esperienza di chi ha oltre 100 presenze in
Azzurro come Sabrina Cinili e Martina Crippa, capitana nella finestra lettone, e sul talento di Cecilia
Zandalasini ed Elisa Penna, che proprio domani festeggerà i 25 anni. Attorno a loro orbiteranno la voglia e l’energia di ragazze che non vedono l’ora di indossare la Maglia Azzurra per mettersi in mostra e
sfruttare l’occasione concessa dal CT.
Esordio ufficiale assoluto per Beatrice Attura, playmaker di Venezia nata a Roma ma trasferitasi fin da piccola negli USA mentre per Francesca Pan, anche lei giocatrice della Reyer dopo gli anni a Georgia Tech, sarà la prima volta con la Senior in una competizione FIBA.

La Romania deve fare a meno, per infortunio al ginocchio, dell’americana naturalizzata Ashley Walker, vecchia conoscenza del nostro campionato (Ragusa, Schio e Venezia oltre che WNBA) ma può contare sul talento di Parau e l’atletismo di Marginean. Nel novembre scorso la squadra del CT turco Avci ha sfiorato la vittoria a Praga contro la Repubblica Ceca (60-59) perdendo a fil di sirena dopo aver battuto la Danimarca.

Show Buttons
Hide Buttons