EUROLEGA: FENER, BASKONIA E PANA AI PLAYOFF

di Gaetano Laganà – Archiviata la prima giornata del doppio turno settimanale, arrivano altri verdetti importanti: 6 squadre qualificate, restano due posti per tre squadre. Kaunas rimane fuori dalla post season. Oggi e domani si gioca la 28° giornata, sempre più decisiva.

 

Real Madrid e CSKA Mosca, in casa, sono due rulli compressori. Il REAL trionfa nel “Clasico” 85-69, contro un BARÇA privo di motivazioni. Ai Blancos è sufficiente Sergio Llull per chiudere i conti già nel primo tempo (+14). La guardia spagnola chiude con 21 punti, 6 assist, 2 rubate e 32 di valutazione. Il CSKA cavalca invece l’onda di Milos Teodosic (20 punti, 10 assist, 29 di valutazione e 2 soli errori dal campo) e vince senza sporcarsi troppo le mani. Il DARUSSAFAKA le prova tutte, ma soccombe 95-85 e si trova adesso con le spalle al muro nella corsa playoff.

Nel match di cartello è delirio OLYMPIACOS a Belgrado. I greci espugnano la Kombank Arena, casa della STELLA ROSSA, dopo un tempo supplementare e sperano ancora nell’aggancio alla vetta. Le squadre giocano un tempo per parte, con Printezis e compagni che allungano fino al + 13 all’intervallo e la Stella Rossa che produce 17 punti in 20’. Al rientro però la partita si gioca esattamente al contrario con i serbi che segnano e la squadra del Pireo che arranca, anche a causa della “virgola” di Spanoulis. Logica conseguenza: overtime. Nel supplementare, regna l’equilibrio che verrà spezzato a 4’’ dalla fine dal morso dello squalo Georgios Printezis (15). Termina 64-66 e serbi che di colpo si ritrovano all’ottavo posto in classifica, ma con 4 punti di vantaggio sulla nona.

Altra sfida importantissima è quella di KAUNAS, dove i padroni di casa si giocano l’intera stagione. La squadra di Jasikevicius gioca bene ed il match è equilibratissimo fino all’ultimo periodo quando la difesa dell’EFES (diretta concorrente) sale di colpi e costringe a soli 9 punti i lituani. I turchi si impongono 68-76 e chiudono le porte dei playoff allo Zalgiris. Partita straordinaria per Jayson Granger che mette a referto 25 punti, 8 assist e 30 di valutazione.

Passeggiata in terra tedesca per il VITORIA che asfalta il povero BAMBERG e si regala la matematica qualificazione ai playoff. Finirà 96-71 per i baschi che chiudono la partita già nel corso del primo periodo, con un clamoroso +17. Larkin (17 e 6 assist), Shengelia (16 e 12 rimbalzi) e Budinger (17, 5 rimbalzi e 3 assist) sono troppo per la resistenza della squadra di Andrea Trinchieri.

Poco più di un allenamento per il Panathinaikos che regola facilmente il fanalino di coda EA7 MILANO e si garantisce la partecipazione alla post season con 3 giornate di anticipo. Il 74-61 potrebbe anche stare stretto ai greci che hanno controllato per tutto il match. Tutti a referto per i verdi che danno spazio anche a giocatori meno utilizzati finora.

Nelle altre due sfide, il FENERBAHCE cede in casa ad un MACCABI TEL AVIV senza più alcuna pretesa, grazie ad un buzzer beater di Landsberg (22) che balla a lungo sul ferro e poi viene premiato dagli dei del basket, mentre il GALATASARAY si impone 75-67 sull’UNICS, con un decisivo secondo periodo da 24-6.

 

MVP di giornata: SERGIO LLULL

CLASSIFICA: Real* e CSKA* 40; Olympiacos* 38; Fenerbahce* 34; Baskonia* e Pana* 32; Efes e Stella Rossa 30; Darussafaka 26; Zalgiris 24; Galatasaray, Barça e Maccabi 20; Bamberg, 18; Kazan e Milano 14.

*: qualificata ai playoff

Show Buttons
Hide Buttons