EUROLEGA, SALTA IL BANCO IN GARA-2

di Gaetano Laganà – A sorpresa salta il fattore campo in tutte le serie, tranne che a Mosca, dove i padroni di casa del CSKA superano ancora un volta di misura il Baskonia. Il Fenerbahce è quasi alle Final Four.

 

REAL MADRID-DARUSSAFAKA 1-1 (80-84)

La sorpresa più incredibile arriva da Madrid, dove la squadra di Blatt strappa il fattore campo ai padroni di casa, nonostante una partita fenomenale di Gustavo Ayon (16 con 6/6 da 2, 8 rimbalzi, 5 assist e 30 di valutazione). I turchi martellano con continuità e nell’ultimo periodo stringono le maglie in difesa, tenendo a 12 il miglior attacco d’Europa. Quattro uomini in doppia cifra per il Darussafaka: i soliti Wilbekin (17, 4 rimbalzi e 4 assist), Wanamaker (21 e 4 assist) e Clyburn (13 e 4 rimbalzi) e Ante Zizic (17 e 8 rimbalzi). Il Real paga pessime percentuali dalla lunga ed ai liberi. Gara-3, in Turchia, il 26 Aprile alle 20:15.

PANATHINAIKOS- FENERBAHCE 0-2 (75-80)

Bissa il successo esterno la squadra di Obradovic che adesso avrà due chance consecutive in casa per chiudere la serie e volare alle Final Four in casa propria. Partita decisamente più combattuta rispetto Gara-1, ma alla fine a spuntarla sono sempre i giallo-neri, grazie ad uno splendido Bogdanovic autore di 25 punti (5/7 da 2 e 5/8 da 3), 8 rimbalzi, 6 assist e 35 di valutazione che gli valgono anche questo round il premio di MVP di giornata. Gran partita anche di Ekpe Udoh, sempre più decisivo, che chiude con 22 (11/14 da 2), 9 rimbalzi, 2 stoppate e 34 di valutazione. Ai greci non basta l’esplosività di Mike James (22) che nel finale vengono traditi da uno degli uomini più esperti d’Europa: Bouroussis a 13” dalla fine e sotto di 3 soli punti controlla male una rimessa e regala la vittoria ai turchi. Gara-3, in Turchia, il 25 Aprile alle 19:45.

OLYMPIACOS-EFES 1-1 (71-73)

Non basta l’eterno Spanoulis per avere la meglio su un combattivo Efes che ruba il fattore campo e ribalta completamente l’inerzia della serie che sembrava tutta per i greci. Vassilis Spanoulis nel primo tempo gioca come 10 anni fa (20 con 6/10 da 3), ma i turchi tengono botta e rimangono in scia. Nel secondo tempo però i bianco rossi si spengono e la squadra di Perasovic cavalca i suoi giocatori migliori: Honeycutt (15 e 9 rimbalzi) e Dunston (16 con 5/6 da 2, 4 rimbalzi, 5 assist, 2 stoppate e 27 di valutazione) segnano con continuità, mentre Alex Kirk domina il pitturato in maniera commovente. L’Olympiacos perde lucidità e trova il canestro solo con Printezis (20 e 6 rimbalzi) che però fa 0/2 in lunetta in un momento decisivo. Gara-3, in Turchia, il 26 Aprile alle 18:30.

CSKA- BASKONIA 2-0 (84-82)

Quello che dovrebbe spaventare di più le altre pretendenti è che il CSKA soffre spesso, sembra cedere, ma alla fine la spunta sempre. Un Baskonia eroico spaventa i campioni d’Europa anche in gara-2, ma 2 liberi molto discussi di Hines a 1” dalla sirena finale regalano 3 match point ai russi. In una serata controversa per De Colo (10 e 5 falli), ci pensa il supporting cast del CSKA a mettere le cose a posto, con la supervisione di Milos Teodosic (16 e 8 assist): la squadra di Itoudis manda a referto 7 uomini in una fascia tra 6 e 10 punti! Gli spagnoli pagano un minibreak nel terzo periodo che dà 11 punti di vantaggio al CSKA. La reazione dell’ultimo periodo non basta per superare i campioni in carica. Gara-3, in Spagna, il 25 Aprile alle 21:00.

Show Buttons
Hide Buttons