EUROLEGA:IL REAL NON VINCE PIU’

di Gaetano Laganà – Vittorie in trasferta per le capolista CSKA e Olympiacos, con Fener e Pana che seguono a ruota. Cresce Kaunas, mentre perdono terreno in classifica le spagnole, tutte con qualche difficoltà.

 

Il big match di giornata lo vince il Panathinaikos 82-80 sul Real Madrid. Con questa vittoria i greci salgono al secondo posto, confermando la crisi della squadra spagnola che adesso sta pagando l’assenza di Sergio Llull. Il Real parte forte e spinto dal solito Luka Doncic (19) arriva a condurre la gara anche di 16 lunghezze nel primo tempo. Il secondo tempo però è tutta un’altra storia con KC Rivers (20) che diventa un rebus per la difesa di Laso e 2 liberi di Gist (15) a 15” dalla fine regalano la vittoria ai padroni di casa.

 

Classica punizione dell’Ex per Milano che cede in casa alla capolista Olympiacos 85-86. È Jamel McLean il giustiziere dell’AX con 22 punti, 7 rimbalzi ed il canestro e fallo finale che vale aggancio, sorpasso e vittoria. Milano però gioca molto bene, cavalcando Theodore (20) e Gudiatis (19), che tengono l’Olimpia a contatto per tutta la partita e provano la stoccata decisiva nel finale di partita, purtroppo senza riuscirci. La squadra di Pianigiani ha combattuto alla pari con una corazzata.

Vince ed inizia a convincere il Fenerbahce che si sbarazza in casa della sorpresa Khimki 71-67. La partita è sempre in controllo dei giallo-neri che provano più volte a staccare i russi, ma con i canestri di Shved (21) il Khimki è sempre riuscito a rientrare nella gara. Il finale però premia il maggior talento dei turchi con Wanamaker (16) e Nunnally (20) che sembrano aver fatto il definitivo salto di qualità in Europa. Vittoria netta anche del CSKA che viola il campo di Malaga, passando 80-89 e sfruttando al meglio la serata di grazia di Sergio Rodriguez da 21 punti. Malaga però è osso duro e dopo un inizio difficile ritorna alla grande in partita trovando anche 6 punti di vantaggio nel terzo periodo. Il finale però è tutto per i russi che controllano anche grazie ai lunghi.

 

Conquistano la quinta vittoria in stagione Brose e Kaunas. I tedeschi piazzano un bel colpo in casa contro Valencia, compiendo una rimonta pazzesca da -14 ad inizio ultima frazione. Sono 3 tiri liberi dell’ex Milano Ricky Hickman a regalare la vittoria per 83-82. La squadra di Trinchieri ed Hackett è in piena corsa playoff. I lituani invece vincono con decisione contro un Efes ancora work in progress. Ulanovas (22) è inarrestabile e Jankunas (17) non è da meno. Il break arriva nel secondo periodo ed i turchi non riusciranno più ad impensierire i padroni di casa che chiudono i conti 91-83.

 

Stravince in casa il Barcelona 89-67 contro il Maccabi. Bastano Koponen (20) e Sanders (18) e un tempo di gioco per chiudere i conti e spegnere ogni velleità degli israeliani che hanno tirato malissimo dalla lunga (21%). Il colpo esterno imprevisto è forse quello del Baskonia che si impone sul difficile campo della Stella Rossa per 81-85. La cura Pedro Martinez sta dando i frutti sperati e gli spagnoli sembrano un’altra squadra dopo il difficilissimo inizio di stagione in Europa.

 

MVP di giornata: Edgaras Ulanovas (Zalgiris Kaunas) – 22 punti (5/5 da 2, 2/4 da 3 e 6/6 ai liberi), 7 rimbalzi, 4 assist, 2 stoppate e 32 di valutazione

 

CLASSIFICA: CSKA e OLYMPIACOS 14; FENERBAHCE e PANATHINAIKOS 12; KHIMKI, MACCABI, REAL MADRID, ZALGIRIS, e BROSE 10; BARCA e BASKONIA 8; VALENCIA, MILANO e MALAGA 6; STELLA ROSSA e EFES 4.

Show Buttons
Hide Buttons