FABIO FAZZARI:”ECCO PERCHE’ VARCO LO STRETTO”

di Luigi Gangeri-Il giovane 2002 saluta Reggio Calabria e la Vis.”Convinto dall’umiltà e della professionalità di Coach Claudio Cavalieri”

Hai appena concluso un’ottima annata in C Gold con la Vis, come valuti questa stagione appena conclusa?

Abbiamo raggiunto un obiettivo importante come i playoff, resta un po’ di rammarico per aver affrontato la seconda parte di stagione non al massimo, causa qualche infortunio, e aver dovuto affrontare al primo turno una corazzata come Green Palermo.”

Quest’anno sarai un nuovo atleta della Fortitudo Messina, nel campionato di C Gold, cosa ti aspetti da questa esperienza?

Personalmente mi aspetto di migliorarmi ulteriormente, sia a livello umano che cestistico. A livello di squadra mi aspetto di provare ad essere sempre più competitivi nonostante la nostra giovane età.

Hai ricevuto offerte da moltissime squadre, cosa ti ha spinto ad accettare il progetto della Fortitudo?

Ho scelto la Fortitudo perché fin da subito mi ha convinto il progetto di coach Claudio Cavalieri, il suo modo di lavorare con i giovani e la sua grande umiltà e professionalità. Un altro aspetto che mi ha particolarmente colpito è il legame che lega tutti i membri di questa società, il classico “tutti per uno, uno per tutti”.

Cestisticamente parlando sei cresciuto nella Vis, divenendone anche un simbolo, è stata dura lasciare una squadra che ti ha dato così tanto, e che ti ha permesso di confrontarti con atleti da cui si può solo imparare, come Svoboda ad esempio?

Non è stato semplice prendere questa decisione, però credo che per me sia arrivato il momento di fare nuove esperienze come stimolo personale e per mettermi in gioco in un ambiente diverso. Resta il fatto che la Vis farà sempre parte di me e colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che hanno fatto parte della Vis in questi anni.”

Show Buttons
Hide Buttons