Fabio Pirillo riparte da qui

 

 

Nuova avventura alla Ccb. Con quali motivazioni ripartirà Coach Pirillo?

 

Non nascondo che al ritorno dall’ ultima trasferta di Rosarno ho pensato che forse la cosa migliore da fare sarebbe stata mettermi da parte. Dopo un anno difficile come quello appena concluso sei stanco ed è facile che i pensieri negativi prendano il sopravvento. Poi passato il momento…..e ricevuta la chiamata del mio ex compagno a Crotone GuidoScarcello, no ho esitato un attimo a buttarmi dentro questo nuovo progetto con le stesse motivazioni di sempre. Penso che ancora il Basket possa darmi tanto a livello emozionale e quindi perché privarsene?

La nuova stagione porterà con se ricordi e pedine della vecchia? La Jbl seguirà il proprio Coach?

Dodici anni in JBL non si dimenticano. Della esperienza con gli squali mi porto dietro sicuramente la formazione di istruttore giovanile e minibasket e la possibilità, lo scorso anno, di allenare per la prima volta un gruppo senior. Per quanto riguarda invece il nuovo roster la proprietà della CCB mi ha dato carta bianca. E’ ovvio che il cuore mi porta verso i miei ragazzi, ho innegabilmente un debito riguardo tutti loro. In questo senso mi sto muovendo e, anche se non voglio assolutamente precorrere i tempi, spero di avere molti di loro al mio fianco nella prossima stagione.

Un voto da uno a dieci alla stagione appena trascorsa?

Al mio primo anno da Coach mi do un bel 5. Avrei potuto fare molto di più, avevo i migliori giocatori possibili, ragazzi assetati di conoscenza ma solo in parte sono riuscito a soddisfarli. A loro, invece, do un bel 9, sono stati letteralmente fantastici.

Si parla di una Serie D ricca di squadre e molto competitiva. Che campionato ti aspetti?

Mi sembra un po troppo presto per parlare di competitività. Quello che noto io è un decadimento progressivo della qualità a livello nazionale. Colpa di regole inutili ma non solo. Io sono abituato a guardarmi in casa, proverò a costruire una squadra il più giovane possibile, capace di divertirmi e divertirsi. Non avremo obbiettivi di classifica e quindi potremo lavorare sulla crescita tecnica del singolo e sulla costruzione del gruppo senza dover snaturare le nostre idee cestistiche.

Un giudizio sulle evoluzioni del basket a Catanzaro?

La parola evoluzione e già un azzardo in se. I numeri della base parlano chiaro, sempre meno società che fanno basket e che curano il settore giovanile. Se questo è il trend a livello nazionale…come si può pensare che a Catanzaro o, più in generale, in Calabria le cose vadano meglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons