FINALE NBA:MIAMI NON MOLLA ED ALLUNGA LA SERIE

Chissà cosa penserà il management dei 76 era dopo una serie del genere? Era così necessario liberarsi di un giocatore in crescita esponenziale come Jimmy Butler?

Nel frattempo, la stella di Miami non molla, lotta ad armi pari contro un James sontuoso e vince.

Colpo di coda degli Heat di Coach Spoelstra che resistono e battono i Lakers e allunga la serie delle finali Nba a gara 6.

A spuntarla dopo un testa a testa fino all’ultimo canestro sono stati gli Heat per 111-108, aggrappati a uno storico Jimmy Butler per tenere aperta una partita che a un certo punto del quarto periodo sembrava destinata a incoronare i Los Angeles Lakers campioni NBA.

Invece Miami ha dimostrato ancora una volta di non morire davvero mai: sotto per due volte nell’ultimo minuto di gioco, Jimmy Butler — in campo per 47 minuti e 11 secondi — ha trovato le forze per riportare i suoi avanti, prima con un canestro e poi con due tiri liberi attaccando il ferro, firmando il +1 a 16.8 secondi dalla fine.

I Lakers hanno avuto il possesso per vincere la partita, ma la tripla aperta di Danny Green si è fermata sul ferro e sul rimbalzo offensivo Markieff Morris ha tentato un passaggio verso Anthony Davis completamente fuori misura, commettendo una pesantissima palla persa.

Sulla rimessa Tyler Herro ha subito fallo segnando i due tiri liberi successivi in maniera glaciale, e l’ultima preghiera di James da metà campo non è neanche arrivata nei pressi del ferro: per Miami c’è ancora vita e domenica all’1.30 si giocherà una fondamentale gara-6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons