Finalmente la Viola: vittoria basilare a Biella

BIELLA – Successo di straordinaria importanza per la Viola Reggio Calabria che espugna con merito il Biella Forum, nell’anticipo televisivo della 27a giornata, superando per 78-79 l’Angelico al termine di una gara al cardiopalma. I neroarancio, pur subendo per larghi tratti della gara, hanno avuto il merito di non mollare mai ricucendo per due volte il gap e giocando in maniera perfetta gli ultimi minuti di gara, trascinati da un pazzesco finale di Ogo Adegboye, autore di ben 18 punti in cinque minuti tra il 34’ ed il 39’. Decisivi negli ultimi secondi anche i due timeout di coach Fabrizio Frates che ha disegnato due giochi poi eseguiti perfettamente dai suoi.

Due punti che valgono oro quelli conquistati dai neroarancio nella corsa alla salvezza, soprattutto perché ottenuti al cospetto di una squadra in gran forma e che veniva da quattro successi consecutivi.

CRONACA – Partenza bruciante dei padroni di casa che vanno a segno con continuità disarmante dai 6.75 grazie a Ferguson e Saunders. La Viola cerca di far valere la maggiore fisicità sottocanestro con Crosariol ma non basta a contenere la sfuriata degli uomini di coach Carrea (14-7 al 5’). Biella lotta su ogni pallone e domina a rimbalzo offensivo mentre la Viola fa molta fatica in fase difensiva. L’Angelico è, però, scatenata dalla lunga e non perdona ancora con Saunders  (17-7 al 6’); Biella tira con percentuali superiori al 50% da tre e va ancora a segno con Venuto (20-9 al 7’). La difesa reggina è un po’ troppo distratta ed i piemontesi hanno vita facile in attacco con un Ferguson incontenibile (27-13 al 9’). Sono due liberi di Dobbins a fissare il 27-15 con cui si chiude il primo quarto.

La seconda frazione si apre con i canestri di Dobbins, La Torre e Banti (31-17 al 11’); i reggini aggiustano un po’ la difesa abbassando il quintetto. E’, allora, un positivissimo Valerio Costa a prendere per mano i suoi, realizzando da tre punti per il 31-20 al 14’. L’Angelico ritrova la mano dalla lunga con La Torre per il 35-20 (14’) ma la Bermé non molla e reagisce molto bene: Crosariol e Dobbins piazzano un minibreak e coach Carrea richiama i suoi per i troppi lay up concessi ai neroarancio (35-24 al 15’). E’ ancora uno straordinario Valerio Costa a trascinare letteralmente i suoi con due canestri in fila; la Viola completa, poi, con Dobbins, un parziale di 0-9 (35-29 al 17’). Ancora un grande attacco della Viola, protagonista, neanche a dirlo, Valerio Costa che rinuncia al tiro personale ma trova benissimo Lupusor per la tripla dall’angolo (37-33 al 19’); dall’altra parte risponde subito Saunders (40-33) ma un altro assist di Costa mette in ritmo Mordente dai 6.75 per il 40-36 con cui si chiude il primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi Tony Dobbins segna cinque punti in fila per il primo sorpasso Viola (40-41 al 22’). Lupusor e Dobbins sbagliano clamorosamente da sotto ed è Ferguson, con una tripla, a riportare in vantaggio i suoi. Biella alza l’intensità in difesa e si rimette in ritmo in attacco con Ferguson e De Vico; i neroarancio forzano qualche conclusione di troppo, sono sfortunati in altre, con banali errori da sotto, e pagano dazio (52-45 al 27’). Mordente riporta i suoi sul -5 dalla lunetta ma Venuto segna da sotto per il +7 (54-47). E’ ancora Valerio Costa a suonare la carica con una tripla dall’angolo (54-50) ma Infante è bravo, subito dopo, a beffare la difesa reggina andando ad appoggiare il 56-50 al 29’; è Tony Dobbins a schiacciare il -4 ma Ferguson va ancora a segno per il 58-52 con cui si chiude il terzo quarto.

Un tiro fortunoso di Pierich apre l’ultima frazione (60-52 al 32’); la Viola sbaglia un po’ troppo in attacco e perde fiducia consegnando l’inerzia della gara nuovamente in mano ai rossoblù che allungano con Ferguson (62-52 al 32’). Coach Frates prova a riordinare le idee  ma l’uscita dal timeout non è delle migliori. Ferguson completa un minibreak di 6-0 che la Viola interrompe con Adegboye che dopo 4 minuti e mezzo realizza in penetrazione il primo canestro dei reggini dell’ultimo quarto (64-54 al 34’). Inizia da qui la clamorosa rimonta dei neroarancio, firmata quasi interamente da un eccezionale Ogo Adegboye; il playmaker reggino va ancora dentro con tanta energia per il -8 (64-56 al 35’). Una tripla di tabella di Venuto sembra indirizzare il finale di gara (68-58 al 36’) ma è ancora Adegboye a cercare e trovare un bel canestro in penetrazione (68-60 al 36’). E’ allora Ferguson a provare a chiudere la gara con l’ennesima tripla (71-60) ma la Viola non molla di un centimetro e va a segno con Brackins  dai 6.75 e con Dobbins (71-65 al 37’). Un fallo antisportivo di Ferguson su Dobbins riapre clamorosamente la gara (71-67 al 37’); Adegboye commette un fallo in attacco e Ferguson realizza in appoggio per il +6 (73-67) ma Ogo si fa perdonare subito dopo con sei punti in fila: tripla per il -3 (73-70) e nell’azione successiva fallo e canestro per il 73 pari (parziale di 2-13 per i reggini).

Biella sente sfuggire di mano la gara e sbaglia, ne approfitta ancora uno straordinario Adegboye che subisce fallo e regala il vantaggio ai suoi dalla lunetta (73-75 al 39’). Ultimo minuto al cardiopalma: Pierich subisce fallo da Lupusor e non sbaglia dalla lunetta (75-75 a 51” dal termine), Adegboye, davvero inarrestabile, realizza ancora il +2 in penetrazione (75-77) ma è ancora Pierich a rispondere dai 6.75 (78-77 a 27 secondi dal termine). Timeout e coach Frates carica i suoi disegnando un gioco perfetto per l’ultima azione; la Bermé esce dal timeout ed esegue perfettamente con Brackins che subisce fallo e realizza dalla lunetta (78-79 a 7” dal termine). Nuovo timeout per Biella ma i piemontesi sbagliano per due volte l’occasione del sorpasso ed è l’abbraccio dei reggini sul parquet a segnare il trionfo della Viola per la gioia dei numerosissimi tifosi al seguito.

Una grandissima vittoria che può rappresentare davvero la svolta per questo finale di stagione; i reggini, domenica prossima, torneranno al PalaCalafiore per una gara altrettanto importante contro Agrigento ma è innegabile che questi due punti ottenuti al Biella Forum rappresentino un passo fondamentale nella corsa salvezza; evitare i playout è l’obiettivo finale ed il successo odierno potrà sicuramente dare agli uomini di coach Frates la carica e l’entusiasmo giusti per giocare al massimo le ultime tre gare di campionato.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

SERIE A2 GIRONE OVEST – 27a GIORNATA

ANGELICO BIELLA – BERME’ VIOLA REGGIO CALABRIA 78-79

BIELLA: Ferguson 28, Banti 2, La Torre 4, Infante 5, Venuto 8, De Vico 8, Rattalino ne, Pierich 9, Svoboda, Saunders 14. Coach: Carrea

VIOLA: Costa 12, Lupusor 2, Mordente 5, Adegboye 18, Rullo 5, Pandolfi, Sindoni, Crosariol 6, Brackins 11, Dobbins 20. Coach: Frates

Arbitri: Mauro Moretti di Marsciano (PG) – Gianluca Capotorto di Palestrina (RM) – William Raimondo di Roma (RM)

Parziali: 27-15; 40-36; 58-52;

Spettatori: 3.559

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons