Gara uno è della Vis,la Gioiese paga un terzo quarto da rivedere

,innovatrice anche in questo campo.Partita intensa ma non bellissima dove le due squadre hanno combattuto alla pari per i primi due quarti. In sintesi, nel terzo periodo la Vis scapperà riuscendo addirittura ad arrivare sul più quindici. Nel quarto periodo la Gioiesefirmerà l’otto a zero della rimonta ma la Vis ricucirà il gap e condurrà con convinzione fino al termine.

 

Andiamo per gradi.

Le formazioni

Per la Vis, coach Surace non opta per la sorpresa Genovese, sul campo di gioco dalle 15 in poi per allenare i mini-atleti della Mediterranea. Cugliandro è nei dieci, Costantino ci fa sapere di aver subito un piccolo infortunio alla caviglia.

Per la Gioiese, Mobilia è out probabilmente per accordi tra le due società dopo l’infinita diatriba sullo spostamento della gara(così mormorano Rumors Gioiesi). Coach Latella sceglie Romeo come undicesimo, il giocatore dichiarerà:”Spero di ritornare utile alla causa strada facendo”.

Lo scenario

L’organizzazione, dicevamo, è stata perfetta. La manifestazione collaterale organizzata dalla Mediterranea Basket ha coinvolto centinaia di bambini grazie all’opera di diffusione firmata Paolo Surace, Antonio Musolino & Company.Cartelloni per le strade, mini-poster in ogni scuola del comprensorio, uno stand dove regalarsi un bel cagnolino da salvare fuori dal Palasport con la Leonia, società che si occupa della pulizia delle strade vigile nel tener tutto in regola. Chi ha organizzato merita un bel 10 e lode regalandosi come ciliegina sulla torta un maxi striscione che occuperà praticamente “una curva” dove è raffigurata la gigantografia della foto di squadra della Vis, tra le altre cose scattata dal nostro Fortunato Serranò.Unica pecca sarà il pubblico.Onestamente ci aspettavamo qualche appassionato in più sugli spalti.I presenti sfioreranno le 900 unità(fonti Multiservizi dicono 1.300).

I tifosi

La Vis si presenta compatta a suon di Rebel Bam Bam. La Gioiese sfodera una coreografia bellissima frutto dell’ennesima sinergia stagionale. I supporters pianigiani sono stati ben supportati da una rappresentanza della Curva Massimo Rappoccio della Viola Reggio Calabria all’interno di uno scambio di favori che continuerà oggi al PalaFantozzi di Capo D’Orlando.

La scritta

Qualche Dirigente Gioiese non ha digerito assolutamente la scritta sul Mega-Striscione Vis 100% Reggio Calabria.La Vis ha risposto con serenità ribadendo che questo è il motto che conduce i colori giallo-neri sin dall’inizio del PlayOff e non ha allusioni lesive nei confronti degli avversari.

L’armonia

A fine gara si sono espressi i due Presidenti delle formazioni Giancesare Muscolino da un lato, Kristian Gemelli dall’altro all’interno di un’armoniosa intervista che potrete vedere sulle nostre pagine digitali a partire dalle ore 13.

La gara

Primo quarto:L’avvio è senza ombra di dubbio per gli ospiti della Gioiese. Leo Faranna parte in quinta sospinto dai cori del suo pubblico. Una doppia schiacciata dell’argentino esalta il team arancione che prova a fuggire. La Vis reagisce con Matteo Grande(ottimo il suo inizio) e la gara entra a pieno sui binari dell’equilibrio. La tripla dell’inglese Warwick firma il più quattro Gioia ad una manciata di minuti dalla fine del quarto ma la Vis grazie a Billy Fall ristabilisce un sostanziale equilibrio andando sotto alla prima pausa sotto di un solo punto.

Secondo quarto:Da una parte Cioffi e dall’altra Vecchiet non riescono ad entrare in partita. Le due squadre nel frattempo giocano a “sorpassarsi”. Womack da un lato, Scozzaro dall’altro, Soldateca da un lato,Mermolia dall’altro ma il match non decolla. Non decolla anche nel punteggio perchè saranno veramente tanti,probabilmente frutto di un po di emozione, gli errori ai liberi.A tre minuti dal termine del secondo quarto la Vis dimostra di poter allungare grazie alla precisione ai liberi di Soldatesca e Cugliandro(più cinque).Un attimo dopo, Mermolia, cervello degli ospiti s’inventa due assist al bacio per i compagni ristabilendo l’equilibrio.  Ilpunteggio terminerà nuovamente in parità sul suono della sirena dell’intervallo lungo.

Terzo quarto:Qui la musica cambia a favore delle canotte bianche di casa. Il numero cinque Fabrizio Scaffidi, alla sua prima finale prende per mano i suoi. Due triple consecutive che esaltano la Vis. Fall, Womack, Grande ed un immenso Soldatesca giocano di squadra distruggendo qualsiasi tentativo di reazione avversaria. Il maxi-break degli atleti di coach Surace è servito, la Gioiese sarà praticamente incapace di reagire fino al termine del quarto. La tripla di Jamaal Womack allo scadere sarà la sintesi della rabbia agonistica dei reggini che chiuderanno il quarto sul 60 a 45.

Quarto periodo:Partita finita e tutti a casa? Assolutamente no. Gioia tira fuori l’orgoglio. Faranna da due,Mermolia dalla lunga ed ancora uno show dell’argentino firmano l’8 a 0 per la Cestistica e la gara si riapre.Sono passati appena tre minuti ma i tanti errori della Vis hanno riacceso le speranze della Cestistica. Il romano Grande, dopo il Time-Out spegne il digiuno reggino ma la vera svolta verrà servita dal tandem Scaffidi-Soldatesca: amici per la pelle fuori dal campo e ed atleti super in partita. Il numero cinque si fida dell’amico, Vittorio Soldatesca, si trasforma, come dice lui, nella più forte guardia tiratrice del campionato insaccando i sequenza due triple che mandano k.o. Gioia.

Gara uno è della Vis tra la festa locale. Gioia proverà a pareggiare i conti giovedì alle ore 19 al PalaMangione.

Giovanni Mafrici

Reggioacanestro.com

Vis Overt Reggio Calabria-Cestistica Gioiese 75-62

(22-23, 34-34, 60-45)

Vis Overt Reggio Calabria: Womack 20, Scaffidi 10, Stracuzzi, Cugliandro 2, Grande 13, Cioffi 3, Barbera ne, Fall 7, Soldatesca 18, Sorace ne. All: Santo Surace Assistente Antonio Quattrocchi

Cestistica Gioiese: Mermolia 8, Gallo 3, Dragna 3, Vecchiet 6, Warwick 12, Faranna 25, Palumbo, Scozzaro 5, Maio ne,Rosace ne. All: Ugo Latella Ass Giuseppe Riotto

ARBITRI: Viglianisi di Villa San Giovanni e Simone di Lazzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons