Gioiese successo importantissimo verso un futuro roseo

 

 

La Gioiese vince un vero e proprio spareggio per la permanenza tra le mura amiche del Centro Viola di Modena contro Paternò e guarda con fiducia al futuro, futuro  che potrebbe riservare delle grossissime sorprese non solamente nel lungo periodo considerando la crescita dei giovani ma anche nel breve..

Onore al Paternò: Mani addosso e grande intensità. Come avevamo annunciato, la formazione etnea seppur inferiore al quintetto locale ha messo in luce la propria arma fondamentale: i catanesi di Coach Luigi Bordieri hanno impresso sulla gara il proprio marchio di fabbrica non mollando veramente mai ed onorando la sfida con uno spirito cestistico da urlo.

Partono subito forte i siciliani. La Russa e Pandolfi esordiscono nello quintetto di Coach Motta che preserva per condizioni fisiche non al top il “Baby” Brandon Viglianisi comunque recuperato per la gara.

La rimonta arriva perentoria nel secondo periodo, Barreca inizia a far bene sotto le plance ma il match è tutt’altro che chiuso. De Marco fa fatica per penetrare e scardinare la difesa avversaria anche perché l’arbitraggio è davvero “all’inglese”.

Sorpassi e contro sorpassi fino alla svolta finale. Paternò va in vantaggio anche nel quarto periodo con grinta. Negli ultimi quattro minuti di gara però, i calabresi limitano alla grande il “bombardiere” Famà, Meduri prende per mano i suoi, la Cestistica conquista due punti pesantissimi in chiave salvezza e probabilmente si regalerà qualche lieta novità in settimana. 58 a 51 scrive il tabellone elettronico finale.

Proprio il regista dei reggini Vincenzo Meduri, a fine gara, dedica questo successo ad un suo amico di sempre Marco Montoli morto tragicamente in un incidente stradale. Oggi avrebbe compiuto 31 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons