Grandi consensi per il torneo della Jolly

 

 

La tribuna del vecchio e vissuto “Scatolone” di Reggio Calabria ha registrato il tutto esaurito.

Il Torneo “Città Metropolitana a Canestro” ha mandato in scena la sua seconda edizione grazie alla passione dei Presidenti Giuseppe Vozza e Romana Pirillo.

La società Nuova Jolly, a distanza di quattro stagioni, ha organizzato un interessante kèrmesse Under 15 tra tre formazioni calabresi ed una campana.

Il torneo, riservato ai ragazzi militanti nella categoria Under 15, ha raccolto tante presenze di genitori ed appassionati sugli spalti grazie al coinvolgimento di diversi gruppi di Minibasket che hanno presentato, a suon di canestri, la prima giornata di gare.

Nelle semifinali del venerdì, i padroni di casa della Nuova Jolly di coach Padovan hanno ceduto il passo con il risultato di 47 a 67 alla Pollino di Castrovillari di coach Gallovotti.

Nella seconda semifinale, invece, la quotata Smaf Catanzaro di coach Cattani ha perso contro la compagine campana del Gragnano 61 a 91. La formazione campana ha impressionato per organizzazione di gioco, struttura fisica degli atleti e capacità di far canestro.

La finale per il terzo e quarto posto, nella mattinata di sabato, è stata vinta dal Catanzaro contro la Jolly (89 a 76).

La finalissima, invece, è tutta per i Lions di Gragnano che battono il voglioso Castrovillari festeggiando il successo nel torneo e ricevendo la Coppa dalla massima espressione dello sport calabrese, il Presidente del Coni Mimmo Praticò.

A fine torneo, l’Addetto Stampa del team reggino, Fabrizio Cantarella, ha illustrato i vincitori: i premi individuali sono stati assegnati al talento campano Lambiase, al play della Jolly Laiacona, alle guardie di Catanzaro e Castrovillari Lo Giudice ed Aloisio ed all’ala del Gragnano Nastro.

Il dato che fa riflettere è che una formazione campana, attualmente al penultimo posto del girone d’eccellenza Under 15 della propria regione (guardare quanti gironi ci siano in Campania in questo campionato identifica la piccolezza della regione Calabria dal punto di vista cestistico) sia in grado di battere così facilmente tre rappresentanti del nostro basket calabrese. Il dato confortante è che nei roster delle tre compagini di Calabria si ritrovano diversi prospetti da formare alti quasi due metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons