Guzzo dalla Nertos:Dobbiamo dare il massimo

 

 

E’ tutto pronto per il PlayOff 2013.
Chi vincerà andrà a spareggiare con la seconda forza della Sicilia.
La Nertos parte favoritissima dopo un cammino,quasi “immacolato”.
In tanti si domandano:ma Guzzo,cosa ci fa in questo campionato? Probabilmente non ce lo saprebbe spiegare neanche lui,il regista classe 1993.

Capitolo PlayOff.Si parte da zero.Come consideri questa seconda fase.Potete arrivare fino in fondo rispettando i pronostici?

Siamo stati in grado di arrivare primi in classifica,abbiamo affrontato tutte le squadre partecipanti dimostrando sul parquet di essere la favorita per questo torneo regionale,ma ora dobbiamo azzerare tutto. La nostra sconfitta in una serie vanificherebbe tutto il lavoro svolto fin ora. E’ la prima volta che mi trovo a giocare dei playoff da primi in classifica,e proprio perchè abbiamo “qualcosa” da perdere sono sicuro che ogni singolo giocatore,a partire dal più piccolo fino ad arrivare al più grande, cercherà di dare il massimo e di fare il proprio meglio per raggiungere l obbiettivo della promozione!

Un giudizio su Coach Arigliano.Come ti sei trovato?

Quando ho saputo che il Coach di quest’anno sarebbe stato Arigliano ero entusiasta!!

Sto avendo  l’occasione di essere allenato da un mio “pari-ruolo” di una indiscussa sostanza ed esperienza. La regular season è andata bene ed io personalmente sto imparando tanto dal mio Allenatore.Sono contento e soddisfatto del lavoro svolto fin ora insieme a lui e a tutto il collettivo Nertos! Fare il playmaker non è mica facile ,e te lo dice uno come me che essendo “un nano” è costretto a giocarci!Quindi quale occasione migliore se non imparare il mestiere da un ex-giocatore come Arigliano??

Prima c’è il Lamezia, squadra imprevedibile.Che serie t’aspetti?

Sarà una serie sicuramente equilibrata,ci hanno dato filo da torcere nelle partite disputate e nel girone di andata/ritorno e nella fase ad orologio. Ma è inutile fare pronostici,ogni partita ha la sua storia! Sarà il campo a parlare!

Guardando dall’altra parte del tabellone chi temi di più il Villa o i “cugini” della Bim Bum”?

Sono due squadre con un alto tasso di competitività e con tanti giocatori di esperienza. Temere non mi sembra il termine adatto,però se dovessimo arrivare in finale avrei molto piacere di affrontare la Bim Bum ,e contenderci il campionato di C regionale a Cosenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons