HALL OF FAME,NEL 2022 TOCCA A GINOBILI

Dopo Ben Wallace, un altro pezzo di storia del basket a Reggio Calabria è pronto a salire sul palchetto cestisti più importante.

“Da ragazzino, non ero in grado di parlare ed esprimermi ma avevo molto da dire. Per questo sono orgoglioso di me stesso. Quando la vita non mi ha dato un’opportunità fin dall’inizio, io ho continuato a combattere, a vincere e ad avere successo. Ho continuato a insegnare, a dare indietro. La vita non è solo prendere, conquistare. La vita è competere, è preziosa”.

E’ questo un piccolo pezzo dello straordinario discorso di Ben Wallace durante la cerimonia della Hall of Fame della Nba.

Un discorso di vita, davvero impattante. 

Per essere nominati per la candidatura per la Hall of Fame, ogni giocatore, allenatore o arbitro deve essersi ritirato dall’attivitа da almeno tre anni. 

Esistono ovviamente eccezioni e decisioni particolari del comitato che sceglie e vota i candidati (come fu ad esempio nel 2020 per il Black Mamma Kobe Bryant).

Una tempistica di massima che consente quindi di anticipare quali tra i grandi campioni del passato recente della NBA potremo vedere sfilare sul palco della cerimonia a Springfield, Massachussets.

Dal 2022 diventerà eleggibile Emanuel Ginobili.

Ritiratosi nel settembre 2018, Ginobili ha vinto 4 titoli NBA con i San Antonio Spurs e il premio di Sesto Uomo dell’anno nel 2008 accanto a due convocazioni all’All-Star Game NBA e tante medaglie con la nazionale argentina della Generacion Dorada, tra cui spicca l’oro olimpico a Atene 2004 in compagnia degli ex Viola Sconochini,Delfino e Montecchia.

Ginobili rappresenta l’orgoglio della comunità Cestistica di Reggio Calabria che ne ha accolto le gesta per due stagioni nel 98 99 e 99 2000.

Show Buttons
Hide Buttons