I sorrisi da Campobasso.Per noi giovani è stata una grande soddisfazione

.Come avete appreso questa convocazione?

 

Davide Cuzzola:Premetto che essere convocato con la prima squadra è sempre stato un mio sogno.Quindi ho appreso questa convocazione con molta felicità e soddisfazione.Alla chiamata del coach senza nemmeno pensarci ho dato subito la mia disponibilità.

Antonio Brienza: La convocazione in prima squadra è stata per me una grande soddisfazione ed occasione e per questo sono stato felicissimo di dare la mia disponibilità per la trasferta a Campobasso.

Un lungo viaggio,allietato al ritorno da una bella vittoria.Raccontateci quest’esperienza?

Davide Cuzzola:Diciamo che il viaggio di ritorno è stato più leggero rispetto quello dell’andata,forse perchè allietato dalla vittoria.Comunque è stata un’esperienza davvero FANTASTICA,possiamo dire che ho vissuto due giorni da ”giocatore”.Fare colazione con la squadra,avere in panchina una bottiglia con il proprio numero,fare riunione (con tanto di video e schemi della squadra avversaria) prima delle partite non sono cose che capitano tutti i giorni.Devo aggiungere che la squadra è davvero fantastica,mi hanno fatto sentire subito a mio agio e uno di loro,rendendo questa esperienza ancora più bella.

Antonio Brienza:Credo siano stati due giorni fantastici perchè abbiamo avuto l’opportunità di far parte di una squadra di professionisti. Inoltre ringrazio i ragazzi e lo staff della squadra per questa magnifica esperienza e per come ci hanno tolto dall’imbarazzo iniziale facendoci sentire parte del gruppo da subito.

 

Come sta il settore giovanile della Viola?

Davide Cuzzola:Il settore giovanile è in netta crescita,ed è merito di tutti sia di noi ragazzi sia dello staff tecnico,che giorno dopo giorno ci impegniamo per cercar di far crescere questo movimento.

Antonio Brienza:Il settore giovanile della Viola sta lavorando sodo grazie all’impegno dei ragazzi sotto la guida di uno staff tecnico competente e qualificato. Andando avanti così credo che Reggio Calabria possa tornare ad essere una realtà nel campo della pallacanestro.

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons