Il Cavalla’s day lo decide Stracuzzi

 

 

Una partita molto sentita impreziosita da una ricca e gagliarda cornice di pubblico.

Una gara dai tanti temi soprattutto per la Redel Energia dei Presidenti Kristian Gemelli e Luigi Di Bernardo: anno nuovo,vita nuova e new entry nel roster.

E’ stata la partita del ritorno in campo di Federico Antinori dopo nove giornate di stop per infortunio, è stata la gara dove la Redel ha dovuto giocare per quaranta minuti senza il proprio play Fabrizio Scaffidi, out per un infortunio alla spalla ma, in tanti ricorderanno questo derby come il “Cavalla’s Day”.

La Vis ha finalmente ritrovato il suo uomo più rappresentativo, presentato con tanta gioia in estate.

Claudio Cavalieri, classe 1978 ed un passato alla grande dalla A1(alla Virtus Roma) alla B2 fatto di campionati vinti e tanti canestri fatti  e decisivi ha finalmente potuto vestire la canotta bianco-blu della Redel,formazione dove ha sposato un progetto triennale dopo aver recuperato dall’infortunio subito nel maggio scorso in allenamento con la canotta della Viola.

I programmi precampionato coordinati insieme al Preparatore Piero Lombardi si sono realizzati: Claudio Cavalieri ha giocato la sua prima gara all’esordio dei suoi nel 2012, vincendo e contribuendo alla grandissima per il risultato finale.

 

I compagni della Cavalla capiscono subito che l’appuntamento è davvero importante e partono alla grande. Iniziano tanti extrapossessi al rimbalzo offensivo con gli avversari della Jollyche  partono piano per un primo quarto di chiara evidenza locale.

De Marco si fa in quattro per i suoi ed il diciotto a sei per la Redel è chiaro e limpido verso una gara che si prospetta in discesa.

A fine primo quarto, coach Checco D’Arrigo, dopo aver fatto esordire il fuori categoria Federico Antinori, schiera la canotta numero dieci della Redel, il rientrante Claudio Cavalieri tra gli applausi del pubblicopresente.

 

Cavalieri parte alla grande: subito una tripla, poi un canestro alla “Kobe” e la Redel si esalta.

Sul 23 a 6 la Redel si rilassa un po.

Cavalieri commette tanti falli per voglia di strafare e la Nuova Jolly inizia a cambiare atteggiamento. Claudio Vozza prende per mano i suoi ed inizia a coordinare la rimonta con una grande tripla in arresto e tiro. Cavalieri risponde al fuoco prima dell’intervallo lungo per il 28 a 21.

Brutta, bruttissima tegola per gli ospiti che perdono l’energia e le giocate di Pasquale Tramontana, out dopo una botta al polpaccio.

 

Nel terzo periodo, i presagi di rimonta si concretizzano per la Jolly. Prima una tripla stellare di Riccardo Costa con risposta di Antinori.Qualche attimo dopo ci pensa il ’94 Rizzo ad avvicinare gli ospiti, sempre dalla lunga.

La Redel,con esperienza  e grazie ad Antinori prima e Cugliandro subito dopo prova a scappare(42-34) ma gli ospiti non demordono.

Super il contributo nel terzo periodo per Raffaele    Angelino: l’ultimo arrivato in casa Jolly segna otto punti in sequenza ma la Jolly resta sempre sotto.

Pessima la gestione arbitrale, specialmente in questo frangente con troppi fischi da una parte e dall’altra con il periodo che durerà la bellezza di 41 minuti reali.

 

Nell’ultimo tempo, Matteo Grande segna la tripla dell’apparente tranquillità con un solido più nove ma la Jolly è più viva che mai:Ates combatte da vero guerriero siglando cinque punti in sequenza. Angelino continua le sue sedute positive ai liberi ma il pareggio, fortemente voluto lo segnerà Riccardo Costa ancora dalla linea dei 6.75(54-54).

Soldatesca realizza da due Angelino risponde con un libero segnato ma la mossa vincente arriva dalla panchina Redel: Coach D’Arrigo azzecca il cambio.Dentro Matteo Stracuzzi che motivatissimo insacca due triple da urlo, decisive e devastanti spianando la strada alla vittoria della Redel sugellata dai liberi di Claudio Cavalieri.

Onore alla Jolly che ha combattuto nonostante  l’assenza di una pedina chiave come Tramontana.

Festa grande in casa Redel con Scafaro e soci che  si isolano in classifica ritrovando il ruolo di leader tra le formazioni di Calabria.

Giovanni Mafrici

Uff.Stampa Redel Energia

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons