Il derby è della Planet

 

 

CATANZARO – Il derby calabrese della DNC – girone G sorride alla Planet Catanzaro che continua la propria corsa anche in questo finale di stagione. Al Pala Pulerà si arresta la striscia positiva di Città di Cosenza costretta ad arrendersi alla superiorità di una seppur rimaneggiata Assitur.

I giallo-rossi scendono in campo per l’ultima gara interna della fase ad orologio senza Fall e Rotundo, entrambi in non perfette condizioni fisiche e tenuti precauzionalmente a riposo. Largo quindi ai giovanissimi Calabretta (in quintetto con un’ottima prestazione finale, 18 minuti e 5 punti), Fratto, Palazzo e Alessandro Scuderi. Di contro Cosenza oramai abituata a fare gli straordinari con gli uomini in campo, rotazioni ridottissime (8 uomini a referto) ma non per questo pronta a chinare il capo prima del dovuto. I primi due quarti sono abbastanza equilibrati. Fino al 17’ i rosso-blu rintuzzano ogni tentativo di allungo dei padroni di casa. Si viaggia sempre punto a punto con ritmi incalzanti e buone soluzioni in fase offensiva a beneficio di spettacolo e punteggio che a 2’ dalla fine del secondo tempo tocca il 36-32. La Planet tenta il primo significativo strappo sul finale del quarto (44-36) ma la Nertos c’è e non molla. Cosenza con Pellegrino, Guzzo e 7 punti consecutivi di Vazzana prima impatta (49-49 al 25’) poi Delli Carri segna il canestro del +2 ospite (49-51). Gli straordinari nelle gambe degli uomini di coach Binetti alla lunga finiscono per incidere sull’evolversi della partita. I giovanotti della Planet salgono in cattedra ristabilendo le distanze. Alla terza sirena Scuderi, Ippolito e Carpanzano fanno volare l’Assitur sul vantaggio in doppia cifra (69-59). Città di Cosenza ha esaurito le energie, coach Binetti fa ruotare tutti gli effettivi a disposizione così come coach Tunno che concede qualche minuto in campo anche a Fratto, Palazzo e Alessandro Scuderi. L’inerzia è tutta per la Planet che arriva a toccare il massimo vantaggio della serata sul +22 al 37’, stacco ridotto poi a 13 lunghezze alla sirena finale (88-75).

Ennesima ottima prestazione per la Planet che con questa vittoria chiude la fase ad orologio davanti al proprio pubblico. Gli ultimi 40’ di stagione vedranno infatti i giallo-rossi viaggiare alla volta di Palermo, sponda Green Basket. Senza Fall, è stato Sereni l’MVP della gara con 23 punti, 16 rimbalzi catturati e 32 di valutazione finale. Sempre in linea con le alte prestazioni stagionali anche Carpanzano (16), Ippolito (15), Scuderi e il rientrante Mercurio (11 a testa).

Cosenza non ha proprio nulla da rimproverarsi. I rosso-blu hanno dimostrato ancora una volta di essere una delle squadre più compatte e determinate del girone. Probabilmente l’avversario più difficile da affrontare in questa stagione per la formazione di coach Binetti è stata l’esiguità della panchina che i calabresi hanno saputo però gestire con intelligenza ed abnegazione. Ancora una volta a fare gli straordinari in campo un giocatore che sembra non dover invecchiare mai, quel Delli Carri che anche domenica sera in un’arena difficile come Catanzaro ha presenziato il parquet con 40’ e 15 punti a referto. Migliori realizzatori per Cosenza Vazzana e Guzzo (18 punti a testa), in doppia anche Pellegrino Yasakov (14). Con la sconfitta nel derby, la Nertos vede svanire l’obiettivo terzo posto attualmente in mano al Basket Mazara a quota 26 punti. Domenica prossima i rosso-blu saranno di scena proprio sul campo dei siciliani per gli ultimi 40 intensi minuti della fase ad orologio in cui la propria posizione in griglia play-off dipenderà anche dai risultati delle dirette concorrenti Acireale e Vis RC.

Questo il quadro completo della 25^ giornata: Basket Acireale – Basket Mazara 56-72, Moncada Porto Empedocle – Nuova Aquila Monreale 75-87 (partite giocate sabato), Nuova Pall. Marsala – Basket Gela 77-73 e Vis RC – Green Basket Palermo 63-54.

ASSITUR PLANET CATANZARO – CITTA’ DI COSENZA 88-75

(22-20, 44-36, 69-59)

CATANZARO: Carpanzano 16, Calabretta 5, An. Scuderi 11, Sereni 23, Cattani 7, Fratto, Palazzo, Ippolito 15, Mercurio 11, Al. Scuderi. Coach: Tunno

COSENZA: Delli Carri 15, Pellegrino Yasakov 14, Guzzo 18, Cesana, Vazzana 18, Gallo 4, Rotundo 4, Coscarella 2. Coach: Binetti

ARBITRI: Bartolomeo Puzio di Afragola (NA) e Roberto Ozzella di Napoli

 

 

Maria Rosa Tavernit per Reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons