Il Derby? E’ un gioco da ragazzi

 

 

CATANZARO: L’Assitur Planet Catanzaro torna alla vittoria nel derby contro la Vis Reggio Calabria. Successo che sfiora le 40 lunghezze (90-54) contro i reggini apparsi in netta emergenza. Ancora assente capitan Cattani (che ha scontato l’ultima delle due giornate di squalifica), la novità è stata il ritorno in canotta giallo-rossa di Simone Ippolito.

Un derby senza storia quello giocato domenica sera al Pala Pulerà tra Planet Catanzaro e Vis Reggio Calabria. Tanta la differenza tra le due formazioni in campo acuita dalla partenza negativa degli ospiti che ne ha condizionato tutta la serata. Primo 0-2 di R. Costa poi nulla più. Nel rettangolo di gioco solo Assitur. La gara dei padroni di casa procede indisturbata fino alla fine con Sereni che nella prima frazione mette a segno 8 punti sui 14 totali di fine partita. La Vis trova il secondo ed ultimo canestro del suo primo tempo a metà quarto con Tramontana. Coach D’Arrigo non riesce a smorzare l’inerzia della gara; i giallo-rossi saldamente al comando chiudono il primo parziale con il risultato di 25-4. Nel secondo tempo gli ospiti offrono sprazzi di buone giocate. Il parziale non inizia bene. Immobilità da entrambe le parti. Dopo quasi 2’ di gioco Fall fa avanzare il punteggio sul 27-4. La Planet si distrae e la Vis ne approfitta per segnare un break di 4-18 con cui porta lo svantaggio al di sotto della doppia cifra (31-22 al 26’). Ma è solo un attimo perché l’Assitur torna in cattedra chiudendo all’intervallo lungo con il punteggio di 45-30. Al rientro in campo non cambia molto. La Planet va avanti, la Vis cerca di contenere e il risultato rimane pressoché immutato fino al 30’ (60-43). Carpanzano (9) e Fall (6) da una parte, D. Costa (7) e R. Costa (6) dall’altra i protagonisti dei terzi dieci minuti di gioco. L’ultimo quarto serve solamente a far dilagare gli uomini di coach Tunno. I reggini sono in emergenza falli (chiuderanno con Vozza, Tramontana e R. Costa fuori per raggiunto limite di penalità) e la difesa latita. Catanzaro si scatena dal perimetro. In successione dai 6.75, Ippolito, Scuderi, Carpanzano e Mercurio mettono il sigillo ad un incontro che non ha più nulla da dire (77-46 al 34’). Il vantaggio dei padroni di casa tocca anche il +39 (Cossari per il 90-51 del 38’). L’ultimo tiro da 3 pt di D. Costa chiude l’incontro con il finale di 90-54.

Dopo la sconfitta contro Monreale era necessaria una prova di grande carattere e la Planet domenica sera ha dimostrato, nonostante l’assenza del proprio capitano, di poter recitare un ruolo da protagonista fino in fondo. L’innesto di Ippolito probabilmente non sarà l’unica novità. “Bisognerà giocare intensamente fino alla fine se vorremo centrare il nostro obiettivo e farlo in ogni gara con cinque o sei uomini non è possibile – il commento di un più che soddisfatto coach Fabrizio Tunno. I prossimi giorni sicuramente riserveranno delle novità”.

Il momento negativo della Vis è evidente. Domenica sera i reggini hanno subìto la sesta sconfitta nelle ultime sette gare disputate. “Abbiamo decisamente iniziato male la partita – il commento di coach D’Arrigo – e da lì in poi è stato tutto in salita. Ho cercato di smorzare la gara chiamando time-out ma non è servito. Bravi i miei ragazzi a crederci nel secondo quarto quando siamo riusciti ad arrivare anche sul -9, poi però abbiamo esaurito l’energia, la pesante condizione falli ha fatto il resto. Gli infortuni non devono essere una scusa per l’andamento della stagione ma sta di fatto che raramente giochiamo al completo”.

Il prossimo turno vedrà l’Assitur Planet impegnata sul campo del Green Basket Palermo, altra trasferta anche per la Vis in casa del Basket Mazara.

Questi gli altri risultati della 14^ giornata di campionato: Basket Empedocle – Basket Acireale 71-81, Green Basket Palermo – Nuova Aquila Monreale 46-71, Nuova Pall. Marsala – Basket Mazara 55-73, Nertos Cosenza – Basket Gela 80-94.

 

ASSITUR PLANET CATANZARO – VIS REGGIO CALABRIA 90-54

(25-4, 45-30, 60-43)

CATANZARO: Rotundo ne, Carpanzano 24, Calabretta 4, Scuderi 12, Palazzo 6, Sereni 14, Cossari 6, Ippolito 3, Mercurio 3, Fall 18. Coach: Tunno

REGGIO CALABRIA: Vozza 5, D. Costa 15, Tramontana 9, Grasso 10, Barrile 4, Carnazza, R. Costa 11, Ielo, Brienza ne, Cedro. Coach: D’Arrigo.

ARBITRI: Calogero Sarda di Piazza Armerina (EN) e Andrea Federico Castorina di Giarre (CT)

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons