Il nuovo Città di Cosenza riparte da qui

Aspettando la composizione definitiva del roster del Città di Cosenza iniziamo a scoprire qualche novità ascoltando le prima parole in rosso-blu del nuovo Coach.

Le novità dal basket mercato dovrebbe riguardare l’arrivo di Milo Bacchini, classe ’90, scuola Moncalieri, ex Dnc a Molfetta.

Nelle ultime due stagioni ha militato tra Serie D e C Regionale,sempre in Puglia.

Ci ritroviamo con il nuovo allenatore della Nertos Città di Cosenza,Fabio Scarano.

E’ la prima esperienza in Calabria,dico bene?

 

Assolutamente.E’ la prima esperienza in questa regione.

 

Quali sono le sue aspettative e motivazioni per questa nuova esperienza in rosso-blu?

 

Le motivazioni sono quelle di sempre: massimo impegno e mettere a disposizione tutto quello che posso dare e che ho appreso nei miei anni di basket per il Cosenza.

 

Campionato molto competitivo.Che campionato si aspetta?

 

Con l’avvento dello straniero in Serie C il livello si è alzato: ci sono tanti giocatori stranieri che conosco e che sono transitati anche dalla C Regionale pugliese campionato che conosco molto bene.

Ci sono molte squadre ben attrezzate.

 

Il Presidente Coscarella ha sottolineato che l’obiettivo è consolidarvi e provare a lavorare sul sociale e nelle scuole per far crescere la realtà rosso-blu.Ne avete già parlato?

 

Si.Essendo un docente di educazione fisica ed essendo abitante di un paese con gravi problematiche di dispersione scolastica e tanti ragazzi con handicap, essendo amico di Domenico La Tagliata,mio concittadino campione d’Italia di Basket in Carrozzina ho fatto mio un buon bagaglio di esperienza: A Cosenza proverò a trasferirlo.

L’ho sempre fatto,non è nulla di nuovo di nuovo per me, l’ho fatto da ventitre anni a questa parte e continuerò a farlo.

 

Aspettando l’evolversi del mercato,il trio Ginefra,Delli Carri,Lo Russo è una bella garanzia?

 

Sono ragazzi che conosco sia dal punto di vista professionale che cestistico: un play,una guardia ed un quattro di grande esperienza ma sono tre uomini eccezionali.

Oltre al lato puramente tecnico penso siano una garanzia dal punto di vista comportamentale e di voglia di lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons