IL PUNTO NBA

di Gaetano Laganà – Il fattore campo è spesso decisivo e mai come quest’anno è così evidente. Solo gli Utah Jazz sono l’eccezione alla regola, ma nella serie pesa tantissimo l’infortunio di Blake Griffin. Mancano tre squadre per completare il quadro delle semifinali di Conference.

BOSTON-CHICAGO 3-2

Dall’inferno al paradiso i Celtics, e viaggio inverso per i Bulls. La squadra di Windy City non riesce a contrastare i verdi senza il proprio play titolare. Dopo aver sfiorato addirittura un clamoroso “cappotto” da ottava testa di serie, adesco Chicago si trova con le spalle al muro. Thomas ed Horford hanno ripreso a giocare da stelle e senza una guida in campo Wade e soci sembrano spacciati. Gara-6 stanotte ore 2 con diretta SKY.

WASHIGNTON-ATLANTA 3-2

Si vince solo in casa tra Wizards ed Hawks. Atlanta non riesce a contenere l’atletismo del duo Wall-Beal, ma il supporting cast di Washington fuori casa non incide e gli Hawks non si arrendono, guidati da Millsap e Schroder. La squadra della capitale proverà a chiudere la serie stanotte in Gara-6 (ore 1:30), per evitare una pericolosissima Gara-7.

TORONTO-MILWAUKEE 4-2*

I canadesi hanno sofferto molto più del previsto con i giovanissimi Bucks, non riuscendo ad arginare la macchina da guerra greca a nome Antetokounmpo. Stanotte DeRozan ha deciso di chiudere la serie con una prestazione maiuscola (32), regalando ai suoi la semifinale contro Lebron. Il problema per i Raptors è la tenuta di Kyle Lowry che da aprile in poi cala drasticamente. Complimenti, invece, alla squadra di Kidd che nonostante la sconfitta ha fatto vedere ottime cose per il futuro.

GOLDEN STATE-PORTLAND 4-0*

Senza storia la serie tra Warriors e Blazers. Golden State è semplicemente troppo forte per Lillard e compagni e la supremazia è stata evidente in Gara-4, dove Portland si è dovuta arrendere di fatto alla palla a due.

LOS ANGELES-UTAH 2-3

Gli Jazz ripetono il colpaccio in California e adesso hanno un importantissimo match point in casa stanotte in Gara-6 (ore 4:30). “Iso Joe” è l’uomo in più per Utah: Joe Johnson sta dando una mano pazzesca ai suoi, prendendo e segnando tiri importantissimi in momenti chiave delle partite. L’inerzia è tutta per i Jazz che dimostrano una forza di squadra nettamente superiore. Per i Clippers tutte le speranze sono affidate a CP3 che dovrà provare a riportare la serie nella città degli angeli per l’ultimo atto.

HOUSTON-OKLAHOMA CITY 4-1*

L’ennesima serata pazzesca di Westbrook non basta ad OKC per riequilibrare le sorti della serie. Troppo squadra Houston che sta dimostrando di essere pronta a far paura a tutti nell’inferno dell’ovest. I Rockets adesso dovranno affrontare l’esame di maturità in quel di San Antonio con il fattore campo sfavorevole. I Thunder gettano al vento una delle più straordinarie prestazioni individuali stagionali di sempre.

SAN ANTONIO-MEMPHIS 4-2*

Gli eroici Grizzlies non possono nulla contro l’uragano Kawhi, soprattutto senza Tony Allen. Se poi si aggiungono gli eterni Parker e Ginobili, per Memphis c’era veramente poco da fare. Eppure gli Speroni hanno sofferto non poco il gioco di rottura di Gasol e compagni. Si chiude forse un ciclo a Memphis viste anche le carte d’identità dei protagonisti, ma per tutto quello che hanno fatto c’è solo da applaudire. Per gli Spurs adesso una difficilissima semifinale contro i Rockets.

*serie conclusa

Show Buttons
Hide Buttons