IL PUNTO NBA

di Gaetano Laganà – Gli Warriors accedono alle Finals 2017 e tanto per cambiare lo fanno con un nuovo record: 12-0 nei playoff, mai successo prima. Cleveland è ad una solo vittoria dal raggiungere i californiani in finale. Sarebbe la terza finale consecutiva tra le squadre.

 

BOSTON – CLEVELAND 99-112 (1-3)

Il Re, clamorosamente sparito nei momenti decisivi della sconfitta in Gara-3, ritorna e lo fo alla grande in gara-4. Per James 34 punti, 5 rimbalzi e 6 assist, ma anche 5 palle perse. La partita però non è stata così semplice come può sembrare dal punteggio. I Celtics dopo aver mostrato tutto il loro “Celtic Pride”, partono alla grande e con un primo tempo stellare chiudono sopra di 10 lunghezze, nonostante l’assenza del leader IT4. Dagli spogliatoi però insieme a Lebron rientrano anche le altre due bocche da fuoco dei campioni in carica. Nel terzo periodo Cleveland ne piazza 40, spinta dai canestri di Irving (42) e Love (17, 17rimbalzi e 5 assist), chiude le maglie in difesa e rifila 17 punti nel solo terzo parziale. Boston accusa il colpo e non riuscirà più a rientrare in partita. Gara-5, nel Massachusetts, ci dirà se i Cavs saranno già in finale o se i Celtics, spinti dal proprio pubblico, riusciranno a prolungare la serie e ritornare in Ohio per gara-6. Il quinto atto della serie sarà nella notte tra giovedì e venerdì alle 2:30 con diretta su Sky Sport.

 

GOLDEN STATE – SAN ANTONIO 129-115 (4-0)*

Gli Spurs le provano davvero tutte, anche lanciando in quintetto un leggendario Manu Ginobili (ultimo match in carriera?! Speriamo di no!). Senza Leonard, San Antonio non ha chance e Golden State ne approfitta da subito. Curry, versione MVP, guida i suoi (36), Durant non sbaglia mai (29 con 10/13 dal campo) e all’intervallo GSW è già sopra di 14. Nella ripresa i giallo-blu allungano ed è notte fonda per gli Speroni, che provano a restare a galla col solo Manu Ginobili, ultimo ad arrendersi. Ma a 3’ dalla fine coach Pop gli concede la meritata standing ovation di tutto il pubblico dell’At&T Center (e non solo). Per gli Warriors è il dodicesimo successo consecutivo in altrettante partite giocate ai playoff. Terzo “capotto” consecutivo e per la prima volta nella storia una squadra arriva alle Finals senza sconfitte!

La squadra della baia attende la finalista da Est per il primo atto delle Finals 2017 che inizieranno ad Oakland il primo giugno.

*serie conclusa

Show Buttons
Hide Buttons